Posts Tagged ‘appunto’

R- Cremonese, Licet, Arsenale; Paesi; Appunto

agosto 29, 2017

Cremonése
Aggettivo.
Di Cremona.

Sostantivo maschile.
1. Chi è nato, chi abita a Cremona.
2. Sistema di chiusura di infissi costituito da due aste verticali che scorrendo entro due anelli fissi vanno a incastrarsi nei buchi dell’intelaiatura.
3. Panino rotondo al latte dalla caratteristica forma a piccole punte croccanti.

Una (parola) giapponese a Roma

Licet [‘licet]
Latino, propriamente ‘si può? è permesso?’, la domanda rivolta anticamente dagli scolari al maestro per assentarsi.
Sostantivo maschile.
(disusato, eufemismo) Gabinetto, latrina: andare al licet.

Una chicca.

Un etimo al giorno

Arsenàle
Dall’arabo dar-sinaá ‘cala del mestiere, dove si fabbrica’.
Sostantivo maschile.
1. Luogo, edificio o insieme di edifici marittimi dove si costruiscono, riparano e armano specialmente le navi da guerra.
2. Stabilimento militare dove vengono costruiti e riparati armamenti, attrezzature ed equipaggiamenti vari per l’esercito. (estensione) Grande quantità di armi.
3. (estensione) Luogo in cui sono raccolti, specialmente in modo disordinato, oggetti diversi. Insieme di oggetti diversi.

Nomi di paesi, la parola

Bolarmènico
Voce dotta, composto di bolo e armenico ‘armeno’, dalla regione di provenienza.
Anche bolarmèno.
Sostantivo maschile (plurale bolarmenici).
Miscela argillosa contenente ossidi di ferro che le conferiscono una colorazione prevalentemente rossa, detto anche bolo.
Impasto costituito da tale argilla, usato da pittorie doratori per fare aderire la foglia d’oro su cornici, dipinti e simili: dorare a bolo.

Bolarmenico è di Berilio Luzcech. Cremonese è di Marco Marcon.

L’appunto

Si dice autenticazióne, ma anche, raramente e in linguaggio burocratico, autentificazióne.

Annunci

R- Attico, Combo; Paesi; Appunto; Retorica; La sai!

agosto 11, 2017

Àttico
Dal francese attique ‘(ordine architettonico) attico’, dal latino atticu(m), dal greco attikós ‘dell’Attica’, regione della Grecia.
Sostantivo maschile [plurale attici].
1. (architettura) Rialzo a parete piena o a balaustri eretto a scopo decorativo sopra il cornicione di un edificio.
2. (edilizia) Ultimo piano abitabile di un edificio, costruito al di sopra della cornice di coronamento, in genere arretrato rispetto alla facciata.

Una (parola) giapponese a Roma

Combo [‘kombo]
Dall’inglese comb(ination) ‘combinazione’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Riunione di due o più fotografie in una; fotomontaggio.
. (musica) Complesso jazz di quattro o cinque elementi.
3. Sistema che integra due o più funzionalità normalmente disgiunte.

Nomi di paesi, la parola

Aràzzo
Dal nome della città francese di Arras, in italiano antico Arazzo.
Sostantivo maschile.
Tessuto ornamentale, destinato per lo più a rivestire pareti, eseguito al telaio con fili di seta, lana, oro e argento sul modello di cartoni figurati.

Attico e arazzo sono parole di Berilio Luzcech.

L’appunto

Si dice aeroporto e non aereoporto.

La retorica per tutti

Acirologìa
Dal greco akyrologhía, composto di ákyros ‘improprio’ e -loghía ‘-logia’. Sostantivo. Uso improprio di un vocabolo o di una locuzione. Io venni in loco d’ogne luce muto.
(Dante, Inferno V, 28)

La sai l’ultima!

Carabiniere sull’auto.
– Appuntato, mi controlli se funziona l’indicatore di direzione.
– Ora sì, ora no, ora sì, ora no, …

Dalla vostra redazione.

R- Diporto, Boston; Paesi: Lavagna; Appunto; Frasi

agosto 10, 2017

Dipòrto
Dal francese antico déport, derivato di déporter ‘diportarsi, divertirsi’.
Sostantivo maschile.
1. Svago, divertimento, ricreazione: fare una cosa per diporto.
Andare a diporto: (non comune) fare una gita o una passeggiata.
2. (antiquato) Sport.
Imbarcazione da diporto: che serve per svago o per competizioni sportive.
Navigazione da diporto: praticata con imbarcazioni da diporto.

Una (parola) giapponese a Roma

Boston [‘bOston]
Voce inglese d’America; dal nome della città di Boston.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Valzer lento e strisciato, di origine nordamericana (secolo XIX).
Nel jazz, tipo di accompagnamento pianistico.
2. Gioco di carte americano.

Nomi di paesi, la parola

Lavàgna
Dal nome della cittadina ligure di Lavagna, nel cui territorio si trovano importanti cave di ardesia.
Sostantivo femminile.
1. Ardesia: tegole di lavagna.
2. Lastra nera, originariamente di ardesia, incorniciata da un telaio e montata su un sostegno o fissata al muro, sulla quale si scrive col gesso.

Boston e lavagna sono di Marco Marcon.

L’appunto

Si dice un’eclissi (femminile), al plurale le eclissi.

Frasi, non futilità

Gli scacchi sono il più cospicuo spreco di intelligenza umana che si possa riscontrare al di fuori di un’agenzia di pubblicità.
Raymond Chandler.

R- Mantiglia, Fideiussione; Paesi; Appunto; Perle

agosto 7, 2017

Mantìglia
Dallo spagnolo mantilla, diminutivo di manta ‘coltre, scialle’.
Sostantivo femminile.
1. Ampio scialle di pizzo o di lana lavorata a mano che si appunta sul capo e copre le spalle, tradizionalmente portato dalle donne spagnole.
(estensione) Scialle in genere.
2. Nel secolo XVIII, mantellina femminile di seta nera.

Una (parola) giapponese a Roma

Fideiussióne
Dal latino tardo, derivato di fideiubìre ‘farsi garante’, composto di fides ‘fede’ e iubìre ‘comandare’.
Sostantivo femminile.
(diritto) Contratto mediante il quale una parte garantisce a un’altra parte creditrice l’adempimento di un’obbligazione in caso di insolvenza del debitore.

Nomi di paesi, la parola

Spagnolétta
Derivato di spagnolo, detto in origine delle sigarette, perché inventate dagli spagnoli, poi passato a indicare oggetti cilindrici; il significato 3 con allusione alla mantiglia del costume spagnolo tradizionale.
Sostantivo femminile.
1. Piccolo supporto cilindrico attorno a cui si avvolgono filati per cucire; il filato stesso così confezionato.
2. Tipo di chiusura per imposte costituita da un’asta metallica verticale girevole, manovrabile mediante maniglia e recante alle estremità due ganci che s’inseriscono in due denti di ferro posti rispettivamente sul davanzale e sull’architrave della finestra.
3. Scialletto di trina che si posa sul capo e che ricade intorno al viso e sulle spalle.
4. (regionale) Arachide.
5. (antiquato) Sigaretta.

Un colpo da maestro di Piero Fabbri: 5 punti.

L’appunto

Plurale di comma è i commi, e non i comma.

Perle dai porci

"Adesso il signor Brown parlerà e dopo la nostra amica procederà alla traduzione simultanea."
Sentita a una manifestazione folcloristica a Sauze d’Oulx.
Dono di Roberto Giai Meniet.

R- Mortasa, Tenone, Tabe; Paesi; Appunto; La sai!

agosto 4, 2017

Parole a confronto

Mortàsa
Dal francese mortaise, forse di origine araba.
Anche, meno comuni, mortésa e mortìsa.
Sostantivo femminile.
(tecnico) Incavo praticato nel legno per introdurvi il tenone e realizzare il tipo di incastro detto appunto a tenone e mortasa.

Tenóne
Dal francese antico tenon, derivato di tenir ‘tenere’.
Sostantivo maschile.
(tecnico) Nel tipo più comune di incastro, l’elemento maschio che va a inserirsi nell’elemento femmina (mortasa).

Una (parola) giapponese a Roma

Tàbe
Latino, ‘putrefazione, decomposizione’, derivato di tabìre ‘decomporsi’.
Sostantivo femminile.
1. Nell’antica terminologia medica, deperimento progressivo che porta alla morte: gl’infami avoli tuoi di tabe Marcenti o arsi di regal furore (Carducci).
Tabe dorsale: processo degenerativo dei cordoni posteriori del midollo spinale, di origine luetica, che produce incapacità di coordinamento motorio e dolori agli arti.
2. (letterario) Pus, materia che cola dalle piaghe o dalle ferite.
3. (figurato) Degradazione, corruzione morale: tabe sociale.

Nomi di paesi, la parola

Marocchìno
Da marocco, perché il processo di concia fu introdotto in Spagna dagli arabi del Marocco.
Sostantivo maschile.
1. Cuoio pregiato ricavato dalla pelle di capra conciata con trattamenti vegetali, punteggiata e variamente colorata.
2. Tonalità di rosso intenso, frequente in tali pelli.

Toscàno
Latino Tuscanu(m), derivato di Tuscus ‘etrusco’.
Aggettivo.
Della Toscana: la cucina, la lingua toscana.
Che riguarda la lingua toscana: dizionario toscano.

Sostantivo maschile.
1. Abitante, nativo della Toscana.
2. Denominazione generica dei dialetti parlati in Toscana.
3. Tipo di sigaro italiano fatto con tabacco scuro e forte. Diminutivo: toscanello.

Marocchino e toscano sono di Piero Fabbri.

L’appunto

Il plurale di carcere (maschile) è le carceri (femminile).

La sai l’ultima!

– Perché non si può girare nella foresta fra le 3 e le 4?
– Perché gli elefanti fanno paracadutismo!
– Perché i coccodrilli sono piatti?
– Perché girano nella foresta fra le 3 e le 4!

Berilio Luzcech propone due barzellette al prezzo di una.