Archive for dicembre, 2011

R- GENETLIACO, EXTREMA RATIO, ULTIMA RATIO

dicembre 30, 2011

Genetlìaco
Dal greco ghenethliakós, derivato di ghenéthlios ‘che riguarda la nascita’ (da ghénos ‘origine, generazione’).
Aggettivo (plurale genetliaci).
(letterario) Concernente la nascita di qualcuno.
Giorno genetliaco: compleanno.
Componimento genetliaco: scritto per festeggiare una nascita.
Arte, astrologia genetliaca: divinazione dei pronostici ricavati dagli astri corrispondenti al giorno di nascita di una persona.
(disusato) Di nascita, nativo.

Sostantivo maschile.
1. (letterario) Anniversario della nascita, detto specialmente di personaggi illustri: il genetliaco del capo dello stato. Sinonimo: compleanno.
2. (antico) Chi compilava gli oroscopi.

Una (parola) giapponese a Roma

Extrema ratio, ultima ratio
Locuzione latina; propriamente, ‘ultimo (extrema) argomento (ratio)’.
Locuzione sostantivale femminile invariabile.
L’ultima soluzione possibile, l’estrema ancora di salvezza in circostanze disperate o comunque difficili.

R- TAYLORISMO, HALLALI; Insegna

dicembre 29, 2011

Taylorìsmo
Dal nome dell’ingegnere statunitense F. W. Taylor (1856-1915), elaboratore della teoria.
Sostantivo maschile.
(economia) Teoria dell’organizzazione del lavoro industriale, basata, oltre che su forme di incentivazione economica, sull’assegnazione a ciascun operaio di operazioni semplici, studiate razionalmente in modo da eliminare i movimenti inutili.
L’applicazione di tale teoria.

Una (parola) giapponese a Roma

Hallalì
Forse dal francese hallali, di origine onomatopeica.
Anche allalì.
Antico grido di caccia e di guerra.

La creatività insegna

American system lavasec
Insegna di una lavanderia di via Filadelfia, a Torino.

Offerta da Berilio Luzcech.

R- LUGLIATICO, MUSTANG; Perle

dicembre 28, 2011

Lugliàtico
Da luglio.
Aggettivo.
Che matura o si semina in luglio, detto specialmente di uva che matura in luglio.

Una (parola) giapponese a Roma

Mustang [‘mustang]
Voce inglese; dallo spagnolo mestengo ‘cavallo’, derivato di mesta ‘compagnia di allevatori di bestiame’.
Sostantivo maschile invariabile.
Cavallo selvatico con manto pezzato e folta criniera, diffuso in Messico e USA, discendente dei cavalli introdotti in America dai primi colonizzatori.

Perle dai porci

"Un’azienda specializzata in tecnologie vocaliche."
Al TG1.

Gentilmente offerta da Umberto Trinchero.

R- ABORIGENO, MARABUT; Perle

dicembre 27, 2011

Aborìgeno
Dal latino Aborigines, nome dei primi abitanti dell’Italia centrale.
Aggettivo e sostantivo maschile [femminile aborigena].
1. Specialmente plurale, che, chi è originario del paese o del luogo in cui abita; indigeno, autoctono: popolazioni aborigene; gli aborigeni d’Australia.
2. (estensione) Primitivo, selvaggio.

Una (parola) giapponese a Roma

Marabùt
Dall’arabo murabit ‘addetto alla guardia in posti di frontiera’, poi ‘eremita’, attraverso il portoghese marabuto e il francese marabout.
Anche marabùto, marabùtto.
Sostantivo maschile invariabile, [anche plurale marabuti, marabutti].
1. Nell’Islam, chi combatte la guerra santa contro gli infedeli.
(estensione) Santone, asceta, eremita musulmano.
2. (estensione) Mausoleo, tomba in cui è sepolto un marabut.

Perle dai porci

"Ma dove vai! Gli autoaccessoriati sono da questa parte."
Da Auchan, una signora a suo marito che si sta allontanando guardando in giro.

BADERNA, GIGAKU; Persone; Abita; Perle; Tommaso

dicembre 23, 2011

Badèrna
Dal provenzale baderne, di origine incerta.
Sostantivo femminile.
1. (marina) Grossa treccia di filacce e altri materiali di recupero con la quale, sulle navi, si proteggono i cavi e gli ormeggi dallo sfregamento.
Treccia tessile o sintetica che garantisce la tenuta all’acqua nel premistoppa situato all’uscita dell’asse dell’elica dallo scafo di una nave.
2. (tecnologia) Guarnizione di stoppa tra due recipienti collegati a tenuta.

Una (parola) giapponese a Roma

Gigaku [dzigaku]’
Voce giapponese.
Sostantivo maschile invariabile.
Antica danza pantomimica di ispirazione religiosa.

Persone da persone

Tom Verlaine, musicista statunitense, in realtà si chiama Thomas Miller e ha preso lo pseudonimo dal poeta francese Paul Verlaine.

Abita come mangi

Gli abitanti di Lonigo, in provincia di Vicenza, si chiamano leoniceni, forse perché il toponimo deriva dalla famiglia dei Leonici Flavii.

Perle dai porci

"Lui vuole essere consegnato i soldi subito."
Lavitola, ex Direttore dell’Avanti.

Grazie a Roberto Vittorioso.

Tommaso Feleri! Chi era costui?

Il cinquantaduesimo libro che conclude il concorso prima delle feste era Colazione da Tiffany, di Truman Capote.

E ora i risultati.
Il quarantanovesimo libro è stato indovinato da: Vizi Coloniali (5+1), Liana Sassoli (4+1), Cristina (3+1), PP (2+1), drmutt (1+1), Massimo Chiappone e Paola Zucchi (1).
Il cinquantesimo libro è stato indovinato da: Mario Cacciari (5+1), Vizi Coloniali (4+1), Liana Sassoli (3+1), Massimo Chiappone (2+1), Cristina (1+1), Marco Marcon, Maurizio Codogno, Piero Fabbri, Rosy, drmutt, PP, Pino De Noia, Omero Mazzesi e Paola Zucchi. Una risposta sbagliata.
Il cinquantunesimo è stato indovinato da: Piero Fabbri (5+1), Paola Brasu (4+1), Maurizio Codogno (3+1) e Cristina (2+1).
Infine il cinquantaduesimo libro è stato indovinato da: Mario Cacciari (5+1), Piero Fabbri (4+1), Maurizio Codogno (3+1), Liana Sassoli (2+1), Paola Zucchi (1+1), Vizi Coloniali, Massimo Chiappone, Marco Marcon, Pino de Noia, Paola Bernardi, Mauro, Paola Brasu, MT, Omero Mazzesi, Michele e Patrizia Franceschini (1). Tre le risposte sbagliate.

Arrivederci all’anno prossimo, con la ripresa delle Parolate fresche. E tanti auguri a tutti.