Posts Tagged ‘abita’

Edicola, Au-dessus de la melee; Abita; Rovinata

febbraio 20, 2019

Edìcola
Dal latino aedicŭla ‘tempietto’, diminutivo di aedes ‘tempio’.
Sostantivo femminile.
1. Tempietto o cappellina con dentro, nel mezzo, una statua.
Piccolo organismo architettonico, costituito per lo più da due colonne con sovrapposto un frontone, spesso annesso a un edificio maggiore, per servire da ornamento e protezione a immagini sacre, raffigurazioni celebrative, epigrafi, o a nicchie e finestre.
2. Costruzione in ferro, in legno o in muratura, collocata sul suolo di una strada o piazza pubblica, nell’atrio di una stazione o altrove, e destinata alla vendita di giornali, periodici e altre pubblicazioni.

Parole d’arte

Au-dessus de la mêlée [o dsu d la me’le]
Locuzione francese che significa ‘al di sopra della mischia’, diffusasi con il titolo di un libro di R. Rolland (1915) in cui sono raccolti articoli sulla guerra, vista nella sua cruda realtà al di là di ogni sentimento nazionalistico.
Locuzione avverbiale.
Atteggiamento di imparzialità e serenità di giudizio nello studio di un conflitto militare.
Con significato più generico, in frasi come mettersi, essere, trovarsi, restare au-dessus de la mêlée: tenersi fuori della lotta o dei litigi, delle competizioni, giudicare con serena obiettività una controversia, assumere una posizione assolutamente imparziale e disinteressata.

Abita come mangi

Gli abitanti di Carrù, in provincia di Cuneo, si chiamano carrucesi. Qualcuno scrive e dice carruccese, ma non dovrebbe essere la dizione esatta.

La parola rovinata

Speciale filosofia.

POPPER
Antesignano del rapper.

Di Pietro Scalzo.

Annunci

Garante, Racahout, Rahat lokum; Schiele; Abita; Rovinata

febbraio 7, 2019

Garànte
Dal francese garant, voce di origine germanica.
Sostantivo maschile e femminile, e aggettivo.
Che o chi garantisce, dà assicurazione del mantenimento di un impegno da parte di altri: essere, farsi, rendersi garante, per qualcuno o di qualche cosa.

Sostantivo maschile.
Organo della pubblica amministrazione preposto alla salvaguardia e alla vigilanza in ordine al rispetto delle leggi riguardanti settori connessi alle attività sociali, economiche e produttive di particolare rilevanza: garante della privacy, per le comunicazioni, per l’editoria.

Sostantivo maschile e femminile.
Chi è preposto alla direzione di tale organo.

Una (parola) giapponese da Perilli

Racahout [raka’ut]
Voce francese, da una locuzione araba affine a quella da cui deriva il nome del rahat lokum.
Sostantivo maschile invariabile.
(gastronomia) Miscela farinosa per la preparazione di dolci, in uso tra le popolazioni musulmane, composta di sale, farine di ghiande dolci e di riso, fecola, cacao, zucchero, vaniglia.

Rahat lokum [ra’at lo’kum]
Locuzione turca, propriamente ‘riposo (raha) della gola’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
(gastronomia) Forma intera della denominazione del dolciume turco più brevemente chiamato lokum.

Lokum [lo’kum]
Voce turca, affine a lokma ‘boccone, pallottola di pasta zuccherata’, dall’arabo luqma ‘boccone’.
Anche locùm o lucùmi.
Sostantivo maschile invariabile.
(gastronomia) Dolciume turco, chiamato anche rahat lokum: è una specie di gelatina dolce e consistente, fatta con amido, pistacchi ecc.

Come si dice Schiele?

William Burroughs, scrittore statunitense, si pronuncia [‘b{r@Uz].

Abita come mangi

Gli abitanti di Mineo, in provincia di Catania, si chiamano menenini o meneni, dal nome greco Menainon.

La parola rovinata

Speciale filosofia

SPINOZA
Certamente una personalità filosofica ispida e dibattuta.

Di Pietro Scalzo.

Grugno; Marchi, Arte: Taser; Abita; Rovinata

febbraio 1, 2019

Grùgno
Affine a grugnire.
Sostantivo maschile.
1. Il muso del maiale e del cinghiale, detto anche grifo, e meno comunemente d’altri animali.
2. (estensione scherzosa o spregiativa) Il viso dell’uomo: làvati il grugno, non vedi come sei sporco!; quattro o sei Eterogenei Grugni plebei (Giusti).
Fare il grugno, tenere grugno, mettere su grugno e simili: espressione corrucciata del volto, broncio, anche usato con i derivati ingrugnare e ingrugnire: tornai alla mia tana col maggior grugno del mondo (Nievo).

Una (parola) giapponese a Roma, Marchi, non parole, Parole d’arte

Taser [‘taser]
Voce inglese, acronimo dell’inglese Thomas A. Swift’s Electronic Rifle ‘Fucile elettronico di Thomas A. Swift’, pistola elettrica ideata nel 1969 da Jack Cover e depositata come marchio commerciale dalla TaserInternational Inc.
Sostantivo femminile invariabile.
Pistola elettrica, anche nota come storditore elettrico o dissuasore elettrico, fa uso dell’elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli, è usata come arma da difesa.

Ci segnala Marco Marcon che Thomas A. (Tom) Swift è il personaggio di una serie di romanzi e fumetti per ragazzi di inizio ‘900, il cui nome è stato usato dall’inventore della pistola elettrica Jack Cover per formare l’acronimo che ne è diventato il marchio, quindi ci troviamo di fronte a un esempio di marchio commerciale derivato da un personaggio letterario.

Abita come mangi

Gli abitanti di Palestrina, in provincia di Roma, si chiamano prenestini, dal nome latino della città Præneste.

La parola rovinata

Speciale filosofia

METODO SPERIMMENTALER
La catena produttiva delle industrie casearie svizzere.

Di Pietro Scalzo.

Zazzera, Ole; Abita; Rovinata

gennaio 30, 2019

Zàzzera
Dal longobardo zazza ‘ciocca di capelli’.
Sostantivo femminile.
Capigliatura, soprattutto maschile, portata lunga fino a ricadere sul collo: a te … Venere diede E zazzera leggiadra e porporino Splendor di gioventù (Parini).
Spesso con tono scherzoso o spregiativo, in questo senso riferito talora genericamente a capigliatura lunga o scomposta, disordinata: si passava la mano sulla zazzera e gesticolava di soppiatto (Jovine); non basta la zazzera per essere un artista.

Una (parola) giapponese a Roma

Olé [o’le]
Voce spagnola.
Interiezione.
Propriamente, orsù, avanti, come grido di esortazione, di incoraggiamento; è in particolare il grido festoso che accompagna il ritmo di alcuni balli andalusi.

Sostantivo maschile.
(estensione) Danza e canto popolari andalusi in 3/8 di andamento moderato. Il canto è caratterizzato da sincopi ripetute e colorature melodiche sulle sillabe «o-le», da cui il nome: la danza, eseguita per lo più da gitani spagnoli, ricorda le danze orientali per le contorsioni con cui si piega il corpo mentre i piedi strisciano appena sul terreno: è inoltre caratterizzata dal canto all’unisono del coro, che marca il tempo con il battere delle mani, mentre il solista danza sul ritmo scandito dalle nacchere.

Abita come mangi

Gli abitanti di Nardò, in provincia di Lecce, si chiamano neretini o neritini, dall’antico nome romano Neritum o Neretum.

La parola rovinata

Speciale filosofia

GALILEO
Il grande scienziato e pensatore di Nazareth.

Di Pietro Scalzo.

Feluca, Abuna; Abita; Religiose; Rovinata

dicembre 21, 2018

Felùca
Voce di origine araba, attraverso lo spagnolo faluca e il francese felouque; nel secondo significato, così chiamato scherzosamente per la somiglianza di forma col veliero.
Sostantivo femminile.
1. Piccolo veliero diffuso nei secoli scorsi nel Mediterraneo, attrezzato con due alberi a calcese, ciascuno con una vela latina, e senza bompresso.
2. Cappello a due punte, di origine settecentesca, usato dagli ufficiali delle marine militari e dagli ufficiali generali di tutte le armi con la divisa di gala o con la gran divisa, da ministri, diplomatici, accademici in alta uniforme ecc.
(figurato) Il grado, la carica contraddistinti dalla feluca e, in alcuni casi, la dignità accademica: aspirare alla feluca.

Una (parola) giapponese a Roma

Abuna [a’buna]
Dall’antica lingua etiopica ge῾ez, abuna ‘padre nostro’.
Sostantivo maschile.
Titolo che, in Etiopia, suole precedere il nome dei monaci.
(antonomasia) Isolato, anche nella forma abbreviata abun, viene usato per designare il metropolita, monaco copto scelto per tale carica e inviato in Etiopia, nel passato, dal patriarca copto di Alessandria d’Egitto.

Abita come mangi

Gli abitanti di San Leo, comune in provincia di Rimini, si chiamano leontini.

Antonomasie religiose

Il popolo eletto, per antonomasia, è il popolo ebreo.

La parola rovinata

Speciale filosofia

TOMMASO CAMPANNELLA
Il filosofo noto per i suoi numerosi scioperi della fame,

Di Pietro Scalzo.