Posts Tagged ‘frasi’

R- Iterativo; Paesi: Americanata; Animali: Leporino, Granchio; Frasi; Rovinata

dicembre 23, 2020

Newsletter originale del 10/11/2005

Iteratìvo
Dal latino tardo iterativu(m), derivato di iterare ‘iterare’.
Aggettivo.
1. Che esprime ripetizione, iterazione.
2. (matematica) Relativo all’operazione di iterazione: procedimento iterativo.
3. (linguistica) Si dice di composti o locuzioni formati dalla ripetizione di una parola, per esempio checché, pian piano, a poco a poco. Talora la ripetizione ha valore rafforzativo ed enfatico, per esempio forte forte, o conferisce risalto espressivo alle qualità vere, alla natura propria di qualcosa, per esempio questo è vino vino.
Si dice del verbo che esprime il ripetersi frequente di un’azione, per esempio salterellare; morfologicamente questo aspetto verbale è spesso denotato da speciali prefissi o suffissi, detti anch’essi iterativi, per esempio ri- in ritentare, -ettare in fischiettare.

Nomi di paesi, la parola

Americanàta
Sostantivo femminile.
(spregiativo) Azione, comportamento caratterizzati da un gusto ingenuo di grandiosità e di esibizione, quale si suole attribuire agli americani.

Marco Marcon.

Animali di parole

Leporìno
Dal latino leporinu(m), derivato di lepus -oris ‘lepre’.
Aggettivo.
Di, da lepre.
Labbro leporino: (medicina) malformazione congenita del labbro superiore, che presenta una fenditura verticale (così chiamata perché ricorda la conformazione del labbro della lepre).

Grànchio
Latino cancru(m).
Sostantivo maschile.
1. Nome generico di varie specie di crostacei decapodi, generalmente commestibili, con corazza pentagonale piatta di colore grigio-verdastro, zampe acuminate e potenti chele. 2. (figurato) Errore evidente e grossolano: hai preso un granchio.
3. Granchio: (antico) la costellazione del Cancro.
4. (popolare) Crampo.
5. Ferro a bordo dentato, sporgente dalla superficie del banco da falegname per mantenere fermo il legno da piallare.

Leporino è proposto da Alessandro Rigallo. Anche granchio.

Frasi, non futilità

Se incontri un Buddha per strada uccidilo.
Sheldon B. Kopp.

Animali rovinati

CANDITO
Ciascuna delle parti mobili con cui terminano le zampe dei Canidi.

Mauro Paolo Franco, proprio lui.

R- Bucine, Uccellare, Uccellanda; Yokopoko; Frasi

settembre 28, 2020

Newsletter originale del 13/9/2005

Parole a confronto

Bùcine
Latino bucinu(m) ‘buccino, specie di conchiglia’.
Sostantivo maschile.
Rete a forma di conchiglia per pescare o per uccellare.
Entrare nel bucine: (figurato, letterario) nell’imbroglio, nel pericolo.

Uccellàre
Derivato di uccello.
Verbo intransitivo [io uccèllo ecc.; ausiliare avere].
1. Andare a caccia di uccelli con reti, panie, richiami e in genere con sistemi che non comportino l’uso delle armi: uccellare alle allodole; uccellare col falcone.
2. (figurato antico) Cercare di ottenere a ogni costo una cosa.

Verbo transitivo.
(figurato letterario) Ingannare, lusingare qualcuno per prendersi gioco di lui, per beffarlo: li quali spesse volte, mentre altrui si credono uccellare, dopo il fatto sé da altrui essere stati uccellati conoscono (Boccaccio).

Uccellàre
Derivato di uccello.
Sostantivo maschile.
(antico) Uccellanda: partitomi del bosco, io me ne vo ad una fonte, e di quivi in un mio uccellare (Machiavelli).

Uccellànda
Derivato di uccellare.
Sostantivo femminile.
Luogo in cui sono state sistemate reti e trappole di vario genere per catturare uccelli.

Yokopoko Mayoko

Nikolaos Xylouris, nuotatore greco ai mondiali di Montreal 2005.

Un’ottima proposta di Roberto Giai Meniet.

Frasi, non futilità

“[…] spesso la dolcezza dei popoli è direttamente proporzionale al loro furore aggressivo, capace di accendersi in un attimo. La propaganda fa più presa sulle anime semplici. Sono quelle che si spaventano prima, e prima trasformano la paura in violenza difensiva.”

Paolo Rumiz

R- Bisaccia, Indie, Major; Luoghididire; Frasi

settembre 11, 2020

Newsletter originale del 5/8/2005

Bisàccia
Latino tardo bisaccia, plurale di bisaccium, propriamente ‘doppio sacco’, composto di bi- ‘due’ e saccus ‘sacco’.
Sostantivo femminile [plurale bisacce].
Sacca doppia che si porta a cavalcioni su una spalla o di traverso sulle bestie da soma, in modo che i due pesi si bilancino; in particolare, la sacca usata dai contadini e dai frati questuanti.
(estensione) Grossa sacca che si porta a tracolla.
(metrologia) Antica unità di misura italiana per aridi con valori diversi nelle differenti regioni.
(matematica) Curva algebrica di quarto grado dall’andamento a otto.

Una (parola) giapponese a Roma

Indie [‘indi]
Voce inglese, abbreviazione di indipendent ‘indipendente’.
Aggettivo invariabile.
(musca) Casa discografica o artista indipendenti, non legati alle etichette principali e più commerciali: etichetta indie. Viene utilizzato anche nel mondo del cinema.

Major [‘medZOr]
Voce inglese, propriamente ‘maggiore’.
Sostantivo femminile invariabile.
Casa discografica o cinematografica principale e con maggiore potere commerciale.

Luoghi di dire

Saltar/passar da Arno in Bacchiglione.
Significa cambiare continuamente attività.
Il detto deriva dalla Divina Commedia, Inferno, canto XV:
"colui potei che dal servo de’ servi
fu trasmutato d’Arno in Bacchiglione,
dove lasciò li mal protesi nervi."
Il soggetto è Andrea De’ Mozzi, vescovo di Firenze, che fu trasferito nel 1295 dal Papa Bonifacio VIII (il servo de’ servi) da Firenze a Vicenza in conseguenza delle proprie tendenze sodomitiche.

Frasi, non futilità

La creazione del mondo non è avvenuta al principio, avviene tutti i giorni.

Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto.

R- Menabo, Parabellum; Marchi: Gameboy; Frasi

agosto 25, 2020

Newsletter originale del 15/7/2005

Menabò
Voce milanese; propriamente ‘mena i buoi’, probabilmente nel senso di ‘guida per la stampa’.
Sostantivo maschile.
1. (tipografia) Schema di lavoro di un progetto grafico, con le indicazioni necessarie per comporre i testi e inserire le illustrazioni.
2. (tipografia) Modello per l’impaginazione di un lavoro a stampa, costituito da fogli su cui sono incollati nell’ordine esatto i testi in bozza ritagliati e le copie (stamponi) delle illustrazioni.

Una (parola) giapponese a Roma

Parabèllum
Nome tratto dal detto latino si vis pacem para bellum ‘se vuoi la pace prepara la guerra’.
Aggettivo invariabile.
Si dice di tipo di pistola automatica di fabbricazione tedesca; anche, di un tipo di fucile mitragliatore a caricatore circolare che era fabbricato nell’ex Unione Sovietica.
Di un tipo di munizione per arma da fuoco portatile, di calibro 9 mm.

Marchi, non parole

Gameboy [‘gemboi]
Marchio registrato dalla Nintendo.
Sostantivo maschile invariabile.
Gioco elettronico costituito da una piccola console tascabile.

Mauro Cociglio.

Frasi, non futilità

"L’uomo è immortale, finché non muore."
chinalski.

R- Gnomone, Afrikaans, Afrikander; Marchi: Guinness; Frasi; Perle

agosto 4, 2020

Newsletter originale del 27/6/2005

Gnomóne
Dal latino gnomone(m), dal greco gnomon -onos, dalla stessa radice di ghignoskein ‘conoscere’.
Sostantivo maschile.
Asta variamente inclinata la cui ombra proiettata su un piano orizzontale o verticale consente di stabilire la posizione del sole e quindi l’ora del giorno.
(estensione) Orologio solare, meridiana.

Una (parola) giapponese a Roma

Afrikaans [afri’kans]
Olandese, propriamente africano.
Sostantivo maschile invariabile.
Lingua dei boeri del Sud Africa.

Afrikander [afri’kander]
Voce inglese, ‘sudafricano di origine europea, boero’, dall’olandese Afrikaner ‘africano’, sul modello dell’olandese Hollander ‘olandese’.
Anche afrikaner e africander.
Sostantivo maschile e femminile invariabile.
Nativo del Sud Africa e delle regioni adiacenti discendente da genitori europei, specialmente olandesi.

Marchi, non parole

Guinness[‘ginnes]
Marchio registrato: Guinness World Records.
Sostantivo maschile invariabile.
Raccolta di primati ottenuti specialmente in gare sportive o in prove particolari e bizzarre.

Marco Marcon si avvicina al termine della sua fatica.

Frasi, non futilità

La filosofia non consola.

Anonimo, riportata da Umberto Eco.

Perle dai porci

"Trovo Tecnicamente valida la Tua proposta e Ti ringrazio per la disponibilita’
Apprezzo la Tua disponibilita’ a venirci incontro a risolvere eventuali problemi, sempre nel rispetto della collabborazione reciproca."

Si conclude così la mail ricevuta da Giovanna Giordano.