Posts Tagged ‘frasi’

R- Sotterfugio, Habitus; Marchi: Videofonino; Frasi

dicembre 12, 2019

Newsletter originale del 9/3/2005

Sotterfùgio
Dal latino tardo subterfugiu(m), derivato del classico subterfugere ‘sfuggire’, composto di subter, da sub ‘sotto’, e fugere ‘fuggire’.
Sostantivo maschile.
Atto che si compie di nascosto per ingannare altri o per evitare un danno; espediente a cui si ricorre per trarsi d’impaccio: vivere di sotterfugi; usare un sotterfugio; servirsi di un sotterfugio.
Di sotterfugio: di nascosto; vedersi di sotterfugio.

Una (parola) giapponese a Roma

Habitus [‘habitus]
Voce latina, derivato di habìre nel significato di ‘stare, comportarsi’; propriamente ‘aspetto, natura, disposizione’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. (biologia) Complesso di caratteri tipici di una specie animale o vegetale; abito.
2. (estensione) Comportamento, atteggiamento, abitudine.

Marchi, non parole

Videofonìno
Composto di video e -fono, sul modello di telefonino. Nome commerciale di H3G utilizzato per i propri terminali UMTS.
Sostantivo maschile.
Marchio registrato: telefono cellulare con possibilità di ricevere e trasmettere immagini e di realizzare videotelefonate.

Mauro Cociglio ne sa una più del diavolo.

Frasi, non futilità

La speranza è la forma normale del delirio.
Anonimo.

R- Metempsicosi, Clice; Marchi e uomini: Jacuzzi; Frasi

novembre 21, 2019

Newsletter originale del 21/2/2005

Avviso

Amiche e amici,
oggi è una giornata speciale. Innanzitutto la Parolata compie 5 anni, 6 mesi e 10 giorni, inoltre esce il 1099 numero della rubrica dalla sua nascita e il 355 dal quando si chiama la Parolata.
Tale sequenza di eventi straordinari non poteva passare sotto silenzio, per l’occasione quindi ci siamo regalati un dominio.
Ci troverete d’ora in poi all’indirizzo http://www.parolata.it .
Anche le mail di conseguenza sono variate, troverete tutto ciò che vi serve sul sito.
Auguri, Parolata.

Parole

Metempsicòsi
Dal latino tardo metempsychosi(n), che è dal greco metempsychosis, derivato di metempsychôusthai ‘passare da un corpo all’altro’.
Sostantivo femminile.
In alcune credenze e teorie religiose o filosofiche, trasmigrazione dell’anima, dopo la morte, in altri corpi, anche vegetali, animali o minerali.

Una (parola) giapponese a Roma

Cliché [kli’Se]
Voce francese; derivato di clicher ‘stereotipare’, forse di origine onomatopeica.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Lastra metallica o di materiale plastico incisa con procedimenti fotochimici per la riproduzione tipografica di disegni e fotografie.
2. (figurato) Modello convenzionale, stereotipo: il cliché dell’impiegato.
(non comune) Luogo comune.

Marchi e uomini, non parole

Jacùzzi
Nome dell’azienda prima produttrice al mondo di vasche idromassaggio, dal nome della famiglia Jacuzzi.
Sostantivo femminile invariabile.
(per antonomasia) Vasca idromassaggio.

Marchio proposto da Mauro Cociglio.
Lo facciamo valere anche come uomo e parola.

Frasi, non futilità

L’uomo ragionevole si adatta al mondo. L’uomo irragionevole insiste nel cercare di adattare il mondo a sé. Quindi tutto il progresso dipende dall’uomo irragionevole.
George Bernard Shaw

R- Antisettico, Setticemia, Sepsi; Marchi: Mercurocromo; Frasi

ottobre 9, 2019

Parole a confronto

Antisèttico
Composto di anti- e settico.
Aggettivo e sostantivo maschile [plurale maschile antisettici].
(medicina) Si dice di sostanza o trattamento che uccide i germi patogeni e previene le infezioni.

Setticemìa
Composto di setti(co) ed -emia.
Sostantivo femminile.
(medicina) Infezione caratterizzata dalla presenza di germi patogeni nel sangue.

Sèttico
Dal latino septicu(m), dal greco sìptikós, derivato di sépsis ‘putrefazione’.
Aggettivo.
1. (medicina) Relativo a infezione.
Stato settico: condizione di un organismo colpito da sepsi.
2. (medicina) Che contiene germi.

Sèpsi
Dal greco sêpsis ‘putrefazione’, derivato di sépein ‘marcire’.
Sostantivo femminile.
(medicina) Infezione generalizzata all’intero organismo; nell’uso corrente il termine è usato impropriamente per setticemia.

Marchi, non parole

Mercurocròmo
Voce inglese mercurochrome, composto di mercury ‘mercurio’e del greco chroma ‘colore’.
Sostantivo maschile.
(farmaceutica) Sostanza contenente mercurio, usata in soluzione come antisettico.

Mercurocromo è di Mauro Cociglio.

Frasi, non futilità

"Ci sono persone che hanno il dono di raccontare storie in cui gli altri si riconoscono. Sono i romanzieri."

Da un’opera teatrale di Eric-Emmanuel Schmitt.

R- Loggia, Loggiato, Loggione; Frasi

aprile 16, 2019

Parole a confronto

Lòggia
Dal francese loge, che è dal latino tardo laubia(m), e questo dal francone laubja ‘pergola, chiosco’.
Sostantivo femminile [plurale logge].
1. (architettura) Edificio o parte di edificio aperti su uno o più lati, con copertura sorretta da pilastri o colonne.
Nel medioevo, tale edificio come luogo di riunione di persone che esercitavano la stessa arte: la loggia dei mercanti. Diminutivo: loggetta.
2. (regionale) Balcone, terrazza.
3. Luogo di riunione dei massoni; per estensione, gruppo, sezione dell’organizzazione massonica, e anche l’assemblea di tale gruppo.
4. (anatomia) Cavità in cui è contenuto un organo: loggia renale.
5. (botanica) Cavità di un frutto o dell’ovario di un fiore.

Loggiàto
Sostantivo maschile.
(architettura) Loggia o, più propriamente, serie di logge.

Loggióne
Propriamente accrescitivo di loggia.
Sostantivo maschile.
La parte più alta del teatro, sopra gli ordini dei palchi, dove sono i posti di minor prezzo.
Gli spettatori che lo occupano: gli applausi, i fischi del loggione.

Frasi, non futilità

"È meglio essere ottimisti e sbagliare che essere pessimisti e avere ragione."
Albert Einstein

Mixomiceti, Bo; Frasi; Rovinata

marzo 5, 2019

Mixomicèti
Latino scientifico Myxomycetes, composto di myxo- ‘mixo-, muco, mucillagine’ e -mycetes ‘funghi’.
Anche missomicèti.
Sostantivo maschile invariabile.
Gruppo di organismi molto primitivi, normalmente inclusi tra i funghi, anche se in passato alcuni autori li hanno ritenuti appartenenti al regno animale e li hanno chiamati micetozoi. Il loro ciclo biologico è costituito da una fase vegetativa rappresentata da un plasmodio plurinucleato e una fase riproduttiva che in generale comprende la formazione di caratteristici corpi fruttiferi (gli sporocarpi sessili o peduncolati), produttori di spore; queste danno origine a cellule ameboidi flagellate, dette mixoflagellate, o prive di flagelli, chiamate mixamebe; le cellule ameboidi possono riprodursi per divisione diretta oppure unirsi a coppie per formare gli zigoti dai quali si originano i plasmodi. I mixomiceti comprendono specie parassite endocellulari prive di sporocarpi, le plasmodioforali, e specie saprofite, come le acrasiali e le mixogastrali, che vivono di solito sul suolo dei boschi o su legno marcescente. Sono detti anche mixofite, mixotallofite, fitosarcodini.

Una (parola) giapponese a Roma

Bo [bo]
Voce giapponese, propriamente ‘difesa’.
Sostantivo maschile invariabile.
(sport) Lungo bastone usato in alcune armi marziali.

Frasi, non futilità

"Il passato non è morto e sepolto. In realtà non è neppure passato."
William Faulkner

La parola rovinata

SCAGLIARE
Durante le operazioni di preparazione del formaggio, eliminazione improvvisa e violenta della sostanza atta alla coagulazione del latte mediante un lungo lancio.

Di chinalski.