Posts Tagged ‘frasi’

R- Catafalco, Vademecum; Retorica; Frasi; Perle

settembre 13, 2018

Catafàlco
Etimo incerto.
Sostantivo (plurale catafalchi).
1. Palco coperto di drappi neri, sul quale si pone il feretro durante le cerimonie funebri.
2. (figurato, scherzoso) Struttura ingombrante, tozza.

Una (parola) giapponese a Roma

Vademècum
Dalla locuzione latino vade mìcum ‘vieni con me’, attraverso il francese vade-mecum.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Manuale tascabile contenente notizie utili oppure nozioni relative a una tecnica, a un’attività: il vademecum dell’agricoltore.
2. Assegno vademecum, assegno bancario a copertura garantita.

La retorica per tutti

Geminazióne
(linguistica) Ripetizione immediata di un suono.
In retorica, epanalessi.

Frasi, non futilità

"Siamo ospiti della morte, nostra padrona di casa."

Edmond Jabes.

Perle dai porci

L’Inter ha questi momenti di sbandamento, in pratica si autogolla."
Telecronaca calcistica su Raidue, Inter-Marsiglia.

Proposta da Marco Marcon.

Annunci

R- Ecumene, Mehari; Uomini; Appunto; Yokopoko; Frasi

settembre 12, 2018

Ecumène
Dal latino tardo oecumene(m), dal greco oikouménì (ghê) ‘(terra) abitata’.
Sostantivo femminile.
(geografia) La parte della Terra emersa abitata dall’uomo.

Una (parola) giapponese a Roma

Mehari [me’ari]
Dal francese méhari di origine araba, propriamente ‘dei Mahra’, nome di una tribù araba.
Sostantivo maschile invariabile.
Dromedario africano da sella, assai veloce, addestrato per la guerra.

Uomini e parole

Titoìsmo
Da J. Broz (1892-1980), detto Tito.
Sostantivo maschile.
La linea politica e ideologica seguita dopo il 1948 dal maresciallo iugoslavo Tito all’interno del movimento comunista e nei rapporti internazionali, basata su un atteggiamento di indipendenza nei confronti dell’Unione Sovietica.

L’appunto

Si scrive bagniamo, e non bagnamo.

Yokopoko Mayoko

"Einstein è ‘una pietra’ miliare della storia della fisica."
Piero Fabbri passa al tedesco. Ein Stein significa, appunto, una pietra.

Frasi, non futilità

"Errare è umano, perseverare nell’errore, pure."

Aldo Carotenuto.

R- Riffa, Raffa, Apache; Uomini; Appunto; Frasi

settembre 5, 2018

Parole a confronto

Rìffa
Spagnolo rifa, da rifar ‘sorteggiare’, di origine espressiva.
Sostantivo femminile.
Lotteria privata, avente per premio un oggetto di valore.

Rìffa
Etimologia incerta.
Sostantivo femminile.
(toscano) Violenza, prepotenza.
Di riffa: di prepotenza; ha voluto entrarci di riffa.
Di riffa o di raffa: ad ogni costo, in ogni modo; di riffa o di raffa si è intascato lui ogni cosa.

Ràffa
Da raffare, dal longobardo hraffon ‘strappare’.
Sostantivo femminile.
1. Nella locuzione avverbiale di riffa o di raffa: in un modo o nell’altro.
2. Nella locuzione avverbiale a ruffa a raffa, alla ruffa alla raffa: prendendo e afferrando in fretta e furia, disordinatamente e a chi più può.
3. Nel gioco delle bocce, tiro della propria boccia effettuato facendola rotolare sul terreno per colpire e spostare un’altra
boccia o il boccino.

Una (parola) giapponese a Roma

Apache [apaS]
Dallo spagnolo d’America ápachu ‘nemico’, di area nord-messicana; nel secondo significato, voce francese: applicazione giornalistica del nome della tribù indiana degli Apaches.
Sostantivo maschile e femminile invariabile.
1. Appartenente a una tribù di pellirosse nomadi e guerrieri stanziati specialmente nell’Arizona e nel Nuovo Messico.
2. (disusato) Teppista parigino.

Uomini e parole

Bollandìsta
Dal nome del gesuita J. Bolland (1596-1665).
Sostantivo maschile e femminile [plurale maschile bollandisti].
Scrittore di vite di santi secondo l’ordine dei giorni e dei mesi, in continuazione dell’opera iniziata nel XVII secolo dal
gesuita Bolland.

L’appunto

Plurali: il frutto.
I frutti (della terra, d’un capitale); le frutta (da tavola).

Frasi, non futilità

La maggior parte dei conflitti che ci angustiano fa pensare alla lotta tra due calvi per un pettine.
Jorge Luis Borges.

R- Usbergo, Kleksografia; Uomini; Appunto; Frasi; Perle

agosto 29, 2018

Usbèrgo
Anche asbèrgo, osbèrgo, sbèrgo.
Antico provenzale ausbere, dal francone halsberg ‘(armatura) per proteggere (berg) il collo (hals)’.
Sostantivo maschile (plurale usberghi).
1. Armatura del busto usata nel Medioevo, a foggia di camice, fatta di maglia di ferro o d’altro metallo, o anche di piastrine o scaglie variamente unite.
2. (estensione, letteraria) Corazza, armatura: son mille, e hanno osbergo e scudo (Pascoli).
3. (figurato, letterario) Difesa, protezione.

Una (parola) giapponese a Roma

Kleksografìa
Tedesco Klecksograaphie, composto di Klecks ‘macchia’ (da ‘strappo’) e -graphie ‘-grafia’.
Sostantivo femminile.
Disegno particolare ottenuto piegando varie volte un foglio contenente una macchia d’inchiostro.

Uomini e parole

Venturìmetro
Composto di G. B. Venturi (nome del fisico che lo inventò) e -metro.
Sostantivo maschile.
(fisica) Dispositivo atto a misurare la portata di una corrente fluida in pressione. Sinonimo: tubo di Venturi.

L’appunto

Aggettivi che terminano con -oso indicano abbondanza, disponibilità di una cosa:
famoso, spiritoso, glorioso, misericordioso.

Frasi, non futilità

Le storie capitano a chi le sa raccontare.
Anonimo.

Perle dai porci

"Si richiede di poter utilizzare il Sig. ….."

Modulo aziendale per le richieste di collaborazioni esterne.

R- Tanghero, Quiche; SPQR; Accento; Appunto; Frasi; Perle

luglio 24, 2018

Tànghero
Etimo incerto.
Sostantivo maschile.
Persona grossolana, rozza, maleducata. Peggiorativo: tangheraccio.

A riguardo ci aspettiamo almeno una parola rovinata dai nostri fornitori abituali.

Una (parola) giapponese a Roma

Quiche [‘kiS]
Voce francese; dal tedesco Kuche ‘torta’.
Sostantivo femminile invariabile.
Torta salata di pasta sfoglia farcita con salame, formaggi, verdure o altro; è una specialità della Lorena.

S.P.Q.R. di Gaius Valerius Ultimus

In seguito, la sigla è stata sempre oggetto di diverse interpretazioni fin dal Medioevo, secondo l’umore, il clima politico e il papa del momento. In un documento quattrocentesco troviamo infatti ben cinque versioni. Ecco le prime tre.
Sapiens Populus Quaerit Romam: "Un popolo saggio ama Roma".
Stultus Populus Quaerit Romam: come sopra, ma il popolo diventa "stolto".
Senex Populus Quaerit Romam: idem, ma con un "vecchio popolo".

L’accento, questo sconosciuto

Si dice pudìco e impudìco, e non pùdico e impùdico.

L’appunto

Il plurale di gesto è: i gesti (movimenti del corpo); le gesta (imprese gloriose).

Frasi, non futilità

"Tra le massime scolpite sul muro del signore di Naosihge c’era questa: le questioni di maggiore gravità vanno trattate con leggerezza.
Il maestro Ittei commentò: le questioni di minore gravità vanno trattate seriamente."
Tratta dal libro "Hagakure – Il codice segreto dei samurai", di Yamamoto Tsunetomo.

Perle dai porci

"Torino, razzìa nel Museo Savoia, presi dieci milioni di mobili antichi."
Dal sito del giornale La Repubblica.