Archive for giugno, 2011

R- GIACOMO, STOP AND GO

giugno 30, 2011

Giàcomo
Voce di etimo incerto, già spiegata con l’onomatopea ciac ciac.
Solo nella locuzione sostantivale fare giacomo giacomo: (familiare, scherzoso) detto delle gambe che tremano o si piegano per debolezza o paura.

Una (parola) giapponese a Roma

Stop and go [stop end ‘go]
Locuzione inglese; propriamente, ‘fermati (stop) e (and) vai (go)’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
(economia) Politica economica di tipo congiunturale che alterna incentivi monetari e fiscali all’attività economica, quando il sistema presenta elevata disoccupazione, a bruschi disincentivi quando compaiono segni di ripresa dell’inflazione.

Annunci

R- GHEZZO, KAKEMONO

giugno 29, 2011

Ghézzo
Derivato del latino Aegyptiu(m), dal greco Aighyptios ‘egizio’.
Aggettivo.
(antico, letterario) Di colore scuro; nerastro, detto in particolare dei Mori di Barberia, dei corvi, dell’uva matura e di alcuni funghi.

Una (parola) giapponese a Roma

Kakemono [kake’mono]
Voce giapponese, composto di kake ‘appendere’ e mono ‘oggetto’.
Sostantivo maschile invariabile.
Dipinto giapponese eseguito su una striscia verticale di tela o carta, che si può arrotolare oppure appendere alle pareti in occasioni particolari.

R- TREGGIA, MARKUP; Perle

giugno 28, 2011

Tréggia
Latino trahea(m), derivato di trahere ‘trarre’.
Sostantivo femminile [plurale tregge].
1. Sorta di slitta o di carro assai rudimentale, senza ruote, tirato da buoi, usato nelle regioni montuose, specialmente alpine, per il trasporto di legna, fieno e, più raramente, di persone; benna: Delle tregge arrivavano ogni momento dai seminati intorno, cariche d’altra messe (Verga).
2. (estansione) Carro rustico senza ruote trainato da buoi.

Una (parola) giapponese a Roma

Markup [mar’kap]
Voce inglese; derivato di to mark up ‘valorizzare (una merce, un prodotto)’.
Anche mark-up.
Sostantivo maschile invariabile.
(economia) Criterio per la formazione del prezzo nei mercati non concorrenziali, consistente nell’aggiungere al costo totale unitario di produzione un margine di profitto.

Perle dai porci

"Mi sono imboccato in autostrada da una parte diversa."
In ufficio.
Gentilmente offerta da Andrea Laganà.

R- Avviso; SANFEDISMO, FREE RIDER; Perle; Tommaso

giugno 27, 2011

Avviso

Settimana di ristampa per la Parolata. Se proprio vi annoierete, senza le spumeggianti rubriche della newsletter, potrete sempre leggere il nuovo racconto breve di Carlo Cinato: Biruota dalla Precatastrofe.

Parole

Sanfedìsmo
Composto di San(ta) Fed(e) e -ismo
Sostantivo maschile.
1. Attività del movimento reazionario guidato dal cardinale F. Ruffo, che organizzò i popolani napoletani nell’"Esercito della Santa Fede" per combattere la Repubblica del 1799.
2. Attività di numerose associazioni a impronta reazionaria e antiliberale sorte nello Stato pontificio dopo la restaurazione del 1815.
3. (estensione) Atteggiamento politico reazionario, antiliberale e clericale.

Una (parola) giapponese a Roma

Free rider [fri* ‘rajder]
Locuzione inglese; propriamente ‘chi si fa una corsa (ride) gratis (free)’.
Locuzione sostantivale maschile e femminile invariabile.
(economia) Chi trae vantaggio gratuitamente da un bene pubblico, senza accollarsi i relativi oneri.

Perle dai porci

"Certo che questi discorsi dei politici di diminuire le tasse, sono lucciole per allodole."

In ufficio.

Tommaso Feleri! Chi era costui?

Il ventottesimo libro ha messo in difficoltà i lettori, infatti hanno indovinato solo Marco Marcon e Massimo Chiappone al primo indizio (5+5 punti e 5+4 punti, rispettivamente), e Raffaella Landolfo al terzo indizio (3+3 punti per lei). Sono invece state due le risposte sbagliate.
Era Minority report, o Rapporto di minoranza, di Philip K. Dick.

Il concorso riprenderà lunedì 4 luglio.

Avviso; VANIGLIA, OLAH; Lettori; Tommaso

giugno 23, 2011

Avviso

Per festeggiare degnamente il suo patrono San Giovanni Battista, la Parolata domani non uscirà. E la settimana prossima la Parolata sarà ristampata e senza Tommaso.

Parola

Vanìglia
Dallo spagnolo vainilla, diminutivo di vaina, propriamente ‘vagina, guaina’, per la forma del frutto.
Anche, non comune, vainìglia.
Sostantivo femminile.
1. Orchidea messicana coltivata ai tropici, rampicante con foglie oblunghe, fiori bianchi profumati e lunghi frutti a capsula.
Vaniglia dei giardini: pianta ornamentale coltivata in aiuole per i fiorellini lilla profumati di vaniglia.
2. Il frutto stesso, molto aromatico, di tale pianta e l’essenza che se ne ricava, usati nell’industria dolciaria, in profumeria e nella fabbricazione dei liquori: gelato alla vaniglia.

Una (parola) giapponese a Roma

Olah [o’la]
Voce ebraica.
Sostantivo femminile invariabile.
(storia, religione) Nella religione ebraica, la forma più elevata di sacrificio offerto a Dio, consistente nel bruciare completamente l’animale sacrificato sull’altare.

I lettori ci scrivono

Anche Paola Bernardi ci scrive della lippa.

— Ricordo che da piccola, sono del 1956, si parlava di questo gioco, che all’epoca della mia infanzia era ormai in disuso, anche dalle mie parti, sono di Carpi (Mo). Questo gioco si chiamava scianco che in dialetto vuol dire rompo e si faceva così: nel momento in cui si colpiva il bastoncino a terra si diceva "scianco" e quando si alzava e lo si colpiva per aria si diceva "Légna!" (legna!). Era considerato il baseball de noiartri!
N.B. La sc non si pronuncia come nella parola sci, ma con s dura seguita da c, le lettere dunque vanno lette separatamente! —

Tommaso Feleri! Chi era costui?

Quarto indizio
La usa, la usa. Grazie a loro il mondo è molto migliorato, se pur con alcuni dubbi di natura filosofica. E se uno scoprisse, dai tre strani personaggi, cose che lo riguardano?
In questo caso inizierebbero i problemi: sapere cose di sé stessi e che riguardano il futuro può permettere di cambiarlo, il futuro, e allora non lo si conoscerebbe più. Da lì in poi può succedere di tutto.