Archive for marzo, 2017

R- Norcino, Kandahar; Paesi; Ritrovato; Accento; Rovinata

marzo 31, 2017

Norcìno
Da Norcia, cittadina umbra dove prosperava l’arte di lavorare la carne di maiale.
Sostantivo maschile.
(regionale) Chi macella i maiali e ne lavora la carne.

Una (parola) giapponese a Roma

Kandahar [kanda’ar]
Dal nome della città afghana di Kandahar, marchio registrato.
Sostantivo maschile.
Tipo di attacco per sci.

Nomi di paesi, la parola

Norcino è di Piero Fabbri, kandahar di Marco Marcon.

Il paese ritrovato

"Stava scendendo dagli scalini con la sua andatura dinoccolata; in realtà la strada era in piano, ma dava sempre l’impressione che stesse scendendo da una discesa…"

Sul sito potrete leggere il quarto capitolo del racconto a puntate. L’ha scritto chinalski, non perdetelo.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice tralìce, e non tràlice.

Solo nella locuzione in tralice (non comune di tralice), di sbieco, obliquamente: tagliare in tralice un tessuto.
Guardare in tralice, di sottecchi, di sbieco; anche, con sospetto, con diffidenza.

La parola rovinata

BRISTOURI
Strumento chirurgico a forma di piccolo coltello fatto di cartoncino.

Di Riccardo Lancioni.

R- Bisturi, Bristol; Paesi; Accento; Rovinata; Canzone

marzo 30, 2017

Bìsturi
Dal francese bistouri, originariamente ‘pugnale’, che è dall’italiano antico pistorese ‘di Pistoia’, città un tempo famosa per la fabbricazione di armi da taglio.
Anche, anticamente, bìstori o bisturì.
Sostantivo maschile invariabile.
Strumento chirurgico a forma di piccolo coltello, usato per incidere i tessuti molli.
Bisturi elettrico: strumento ad arco elettrico ad alta frequenza che taglia i tessuti e contemporaneamente cauterizza la ferita.

Una (parola) giapponese a Roma

Bristol
Dal nome della città inglese di Bristol, marchio registrato.
Sostantivo maschile.
Cartoncino semilucido usato soprattutto per biglietti da visita.

Nomi di paesi, la parola

Bisturi e bristol: di Berilio Luzcech.

Il paese ritrovato

Per evitare di dovere deludere qualcuno dei numerosi lettori che ci inviano i loro contributi per la costruzione del racconto, si ritiene utile istituire un servizio di prenotazione. Chi ha intenzione di scrivere un capitolo è pregato di comunicarlo in redazione entro lunedì sera.
Il martedì successivo verrà comunicato allo scrittore prescelto che verrà effettivamente pubblicato il suo contributo, evitando così di dovere bocciare alcuni lavori presentati. Il prescelto dovrà quindi inviare alla redazione il capitolo entro il venerdì successivo.

Le parole della settimana sono: accidempoli, perù, bugia, carrageen, bordeaux, galleria, angostura, bagatto, bristol, bisturi,

L’accento, questo sconosciuto

Si dice tèrmite, e non termìte.

Uomini e parole rovinate

L’idioma svelato. Ceco (cieco)

NED VED
Non vedrò la finale di Champions League.

Di Riccardo Lancioni. Era il 2003, e alla finale tra Milan e Juventus non giocò il giocatore ceco Pavel Nedved per squalifica.

La Canzone Settimanale Enigmistica

La trentunesima canzone con annessa soluzione era:

Audace scimpanzè attore (4, 11)

Vita spericolata, di Vasco Rossi, già Cita spericolata.

R- Cedola, Angostura; Paesi; Accento; Perle

marzo 29, 2017

Cèdola
Dal latino tardo schedula(m), diminutivo di scheda ‘foglio di carta, pagina’.
Sostantivo femminile.
1. Tagliando numerato, staccabile da titoli obbligazionari e azionari per la riscossione dell’interesse (cedola di interessi) o del dividendo (cedola del dividendo). Diminutivo: cedoletta, cedolina, cedolino (maschile).
2. (antico) Contratto con cui si assumeva un’obbligazione.
3. (antico) Biglietto, nota, breve scritto.

Una (parola) giapponese da Perilli

Angostùra
Dal nome della città di Angostura, oggi Ciudad Bolívar, nel Venezuela.
Sostantivo femminile invariabile.
1. (botanica) Arbusto originario dell’America meridionale, con foglie palmate e fiori di colore bianco o rosa (famiglia Rutacee).
2. Essenza tonica aromatica e di sapore amaro estratta dalla corteccia dell’arbusto, usata in liquoreria.

Nomi di paesi, la parola

Bagàtto
Etimo dubbio, probabilmente derivato del latino medievale bagadellus ‘di Bagdad’.
Sostantivo maschile.
La carte del gioco dei tarocchi con la figura del villano.

Bagatto e angostura sono di Berilio Luzcech.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice tarsìa, e non tàrsia.

Perle dai porci

"È proprio il caso di dire che c’è nè per tutti i gusti."
Dal pieghevole pubblicitario di Colletta di Castelbianco (SV), errore fornito da loro.

R- Lodo, Bordeaux; Paesi; Accento; La sai!; Perle

marzo 28, 2017

Lòdo
Dal latino medievale laudu(m), derivato di laudare ‘lodare’.
Sostantivo maschile.
(diritto) Decisione emessa collegialmente e per iscritto dagli arbitri di una vertenza, che diventa esecutiva per decreto del pretore.

Una (parola) giapponese a Roma

Bordeaux [bor’do]
Sostantivo maschile invariabile.
Vino rosso o bianco prodotto in Francia, nella regione di Bordeaux.

Aggettivo.
Di colore rosso scuro: un maglione bordeaux.

Nomi di paesi, la parola

Gallerìa
Dal francese galerie, da alterazione del latino medievale galilea ‘portico di una chiesa’, dal nome della regione palestinese con un passaggio semantico non chiaro.
Sostantivo maschile.
In senso generico, ambiente di forma allungata e di rilevanti dimensioni, destinato, oltre che a particolari funzioni, a servire di comunicazione fra ambienti contigui. Il resto della definizione per ora ve la risparmiamo.

Galleria è una parola strana di Berilio Luzcech, anche bordeaux è sua.

Dobbiamo tristemente annunciare che la parola gioviale, di Giovanni Fracasso, deve essere annullata come da regolamento perchè già accettata durante il concorso "Uomini e parole".

L’accento, questo sconosciuto

Si dice sutùra, e non sùtura.

La sai l’ultima!

Su di un’auto stanno viaggiando tre persone: un ingegnere meccanico, un ingegnere elettronico ed un ingegnere informatico. Ad un certo punto e senza alcuna apparente ragione, l’automobile perde potenza e si ferma. I tre allibiti si guardano e, con il fare sapiente dell’ingegnere che prima di affrontare un problema lo valuta dal punto di vista teorico, si pronunciano: l’ingegnere meccanico afferma: "Sarà il sistema di distribuzione della pompa di iniezione!" Ribatte l’ingegnere elettronico: "Per me potrebbe essere la centralina elettronica!" A sua volta l’ingegnere informatico: "E se provassimo a scendere tutti e risalire? Magari riparte!"

Marco Marcon ha proposto.

Perle dai porci

Parlando di figli, nei corridoi di una nota azienda di telecomunicazioni: "E sì, perché dipende dal livello di monitoraggio del bambino."

R- Bugia, Carrageen; Paesi; Accento; Sbagliati; Canzone

marzo 27, 2017

Bugìa
Dal francese bougie, e questo dal nome della città algerina di Bugia, da cui si importava la cera per candele.
Sostantivo femminile.
Piccolo e basso candeliere la cui base è costituita da un piattello con manico.

Una (parola) giapponese a Roma

Carrageen [‘karagin]
Da Carragheen, località presso Waterford, nella Repubblica d’Irlanda.
Anche carragheen.
Sostantivo maschile.
Alga di colore rosso, cartilaginosa, tipica delle coste settentrionali d’Europa e d’America, dalla quale si estrae la carragenina; è noto anche come musco d’Irlanda (famiglia Rodoficee).
Gelatina di largo uso alimentare, medicinale e industriale (per chiarificare miele, birra ecc., per la fabbricazione della carta, per appretti ecc.) ottenuta dalla bollitura di tali alghe.

Nomi di paesi, la parola

Bugia e carrageen sono di Berilio Luzcech.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice seròtino, e non serotìno.

Uomini sbagliati e parole

Buffet
Voce francese; etimo incerto. Forse dal francese antico con il significato di ‘schiaffeggiare’. Da qui passerebbe al modo di servirsi da soli da un tavolo in modo non proprio elegante…
Sostantivo maschile invariabile.
1. Mobile in cui si tengono cibi e stoviglie; credenza.
2. Banco, tavolo su cui si dispongono cibi freddi, pasticcini e bevande per un rinfresco.
(estensione) Servizio di rinfresco con buffet.
3. Caffè, posto di ristoro in stazioni ferroviarie, teatri ecc.

Etimologia sbagliata
Dal nome di Pierre Buffet (1688-1732), giocatore parigino che desiderava che i suoi ospiti avessero dei pasti abbondanti ma non perdessero tempo (di gioco) per andare a tavola a mangiare.

Rubrica a cura di Marco Marcon.

La Canzone Settimanale Enigmistica

Alla trentesima canzone rispondono: Fermassimo (5+5), BettyBlu (5+4), M.Fisk (5+3), Giuly (5+2), Alby (5+1). Sono terribili i primi in classifica: difficilmente perdono un colpo. Ma Omero sta studiando qualche tranello per loro, e non dimenticate mai che comunque lo stupendo premio viene assegnato a estrazione, e non in base alla classifica finale.

Dopo la trentesima canzone di norma si trova la trentunesima canzone, e la Parolata non farà eccezione a questa convenzione. Potete giocare fino a mercoledì 29 marzo.

Audace scimpanzè attore (4 11)