Posts Tagged ‘accento’

R- Lofio, Taiga; Accento; Perle

gennaio 24, 2019

Lòfio
Dal latino scientifico Lophius, derivato del greco lóphion, diminutivo di lóphos ‘ciuffo’, per la forma della prima pinna dorsale.
Sostantivo maschile.
Genere di pesci marini teleostei cui appartiene la rana pescatrice (ordine dei Lofiformi). Nel Mediterraneo vivono due specie, entrambe note con i nomi comuni di rana pescatrice o rospo, che possono raggiungere il metro di lunghezza: restano immobili sui fondi sabbiosi o fangosi, coprendosi di sabbia; le membranelle dei raggi dorsali e le frangiature del mento fanno da esca agli altri pesci, che così vengono catturati.

Una (parola) giapponese a Roma

Tàiga
Dal russo taygá, voce di origine altaica.
Anche, meno comune, taigà.
Sostantivo femminile.
Foresta di abeti e betulle fitta e impraticabile, caratteristica delle zone interne della Siberia, a sud della tundra.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice tàiga, ma anche meno comunemente taigà.

Perle dai porci

"Lezioni di ginnastica aeorobica."
In palestra.

Annunci

R- Canterano, Soviet; Paesi; Accento; Luoghi; Perle

gennaio 4, 2019

Canteràno
Etimo incerto; forse derivato di cantera ‘cassetto’ o di canto ‘angolo’.
Sostantivo maschile.
Mobile con più cassetti.

Una (parola) giapponese a Roma

Sovièt
Trascrizione della voce russa; propriamente ‘consiglio’.
Anche, diffuso ma meno corretto, sòviet.
Sostantivo maschile invariabile.
(storia) Organo elettivo nel sistema amministrativo e politico dell’Unione Sovietica.
Soviet supremo: il parlamento bicamerale dell’Unione Sovietica.

Nomi di paesi, la parola

Fiàndra
Dal nome della regione della Fiandra.
Sostantivo femminile.
Qualità pregiata di tela di lino, usata specialmente per tovagliati.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice sovièt, ma anche, meno correttamente, sòviet.

Luoghi di dire

Portare coccodrilli in Egitto.
Fare una cosa inutile.

Perle dai porci

"… gestire le necessità di cui tu hai a disposizione."
In ufficio.

R- Settimino, Settimanile, Res nullius; Accento; La sai!; Perle

gennaio 3, 2019

Parole a confronto

Settimìno
Derivato di settimo (mese).
Aggettivo e sostantivo maschile.
Si dice di bambino nato dopo sette mesi di gravidanza.

Settimìno
Derivato di settimo.
Sostantivo maschile.
(musica) Composizione per sette voci o per sette strumenti: il "Settimino" di Beethoven, per sette strumenti.
Complesso di sette esecutori.

Settimìno
Derivato di settimo, forse perché composto da sette cassetti.
Sostantivo maschile.
(regionale) Settimanile.

Settimanìle
Dal latino medievale septimanile(m) ‘quotidiano’, da cui forse ‘mobile per la roba di tutti i giorni’.
Sostantivo maschile.
(regionale) Mobile costituito da cassetti sovrapposti, per lo più sette, che si usa per riporvi la biancheria.

Una (parola) giapponese a Roma

Res nullius [rEsnul’lius]
Locuzione latina, propriamente ‘cosa (res) di nessuno (nullius)’.
Locuzione sostantivale femminile invariabile.
(diritto) Bene di cui nessuno è proprietario.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice res nullìus, e non res nùllius.

La sai l’ultima!

Perché i carabinieri vanno sempre in giro in coppia?
Perché uno sa leggere e uno sa scrivere.

Perle dai porci

"Secondo te Antonello ha la staffa per questo mestiere?"
In palestra.

R- Imperare, Masut; Accento; Nomididire; Perle

gennaio 2, 2019

Imperàre
Dal latino imperare, composto di in ‘in-‘ e parare ‘preparare’; propriamente ‘prendere misure, fare preparativi in vista di un dato scopo’.
Verbo intransitivo [io impèro ecc. ; ausiliare avere].
1. Detenere l’autorità imperiale ed esercitarla: Caligola imperò dal 37 al 41 d.C.
2. (estensione) Comandare in modo assoluto: l’Inghilterra ha imperato a lungo sui mari.
3. (figurato) Essere predominante, esercitare una prevalenza assoluta: il cattivo gusto impera in televisione.

Una (parola) giapponese a Roma

Masùt
Dal russo mazut.
Anche mazut.
Sostantivo maschile invariabile.
(chimica) Residuo viscoso della distillazione del petrolio greggio, specialmente di quello russo; viene usato come combustibile.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice qualcosa impèra, e non qualcosa ìmpera.

Nomi di dire

Carmelo Vadalà ci dice che Aretino, in un dialogo ne "La Cortigiana", scriveva:
Rosso – […] et io feci come la gatta de Masino.
Parabolano – Come faceva la gatta di Masino?
Rosso – Chiudeva gli occhi per non pigliare i topi.

Perle dai porci

"Si gioca dal lunedì al mercoledì per il primo concorso e dal giovedì al sabato per il secondo, entrambi i giorni fino alle 18,30."
Su Rai1.

R- Ascaro, Tabi; Paesi; Accento; Nomididire; Perle

dicembre 27, 2018

Àscaro
Dall’arabo askari ‘soldato’.
Sostantivo maschile.
1. (storia) Soldato indigeno delle colonie italiane di Eritrea e Somalia.
2. (spregiativo, non comune) Nel linguaggio politico, chi non ha un proprio programma, chi svolge un ruolo gregario: gli ascari parlamentari.

Una (parola) giapponese a Roma

Tabì [ta’bi]
Dall’arabo ‘attabi, che è dal nome di un quartiere di Baghdad, al-‘Attabiyya, dove si fabbricavano stoffe.
Sostantivo maschile invariabile.
Tessuto di seta pesante, specie di grosso taffettà marezzato che si utilizza per fodere e abiti di pregio.

Nomi di paesi, la parola

Tabì è un paese.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice àscaro, e non ascàro.

Nomi di dire

Essere il gallo della Checca
Essere il solo maschio fra tante donne oppure quello che le prende tutte, dongiovanni.

Perle dai porci

"… e Appiah ha un naso appena operato e andrà soltanto in panchina."
Fonte: SPR, 11 maggio 2004.