Posts Tagged ‘yokopoko’

Fuliggine, Digital divide; Yokopoko; Rovinata

marzo 4, 2019

Fulìggine
Latino fulīgo -gĭnis.
Anche, toscano, filìggine.
Sostantivo femminile.
1. Sostanza bruno-scura leggera, finemente suddivisa, che si deposita nei camini di stufe, caldaie e simili dove si bruciano combustibili, contenente carbonio e, a seconda del combustibile di provenienza, sostanze catramose, sostanze inorganiche (sali di potassio, di calcio ecc.); usata soprattutto in passato per preparare colori, trovò anche alcune applicazioni in medicina.
2. Nome popolare della golpe del grano.
3. (botanica, latino scientifico Fuligo) Genere di mixomiceti con plasmodi voluminosi, molli, vivacemente colorati, che vivono nei luoghi umidi e nei boschi; sono note 5 specie, di cui è comune Fuligo septica, il cui corpo fruttifero, ampio fino a 30 cm, di un bel colore giallo, è costituito dagli sporangi fusi insieme; vive su legni morti e su materie da conceria.

Una (parola) giapponese a Roma

Digital divide [‘didZital di’vajd]
Locuzione inglese americana, propriamente ‘spartiacque digitale’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
La sperequazione determinata dalla possibilità e dalla capacità di accedere alle nuove tecnologie, con particolare riferimento a quelle informatiche e telematiche, relativa sia alle differenze tra i paesi più industrializzati e quelli più poveri, oppure tra diverse classi sociali o zone geografiche della stessa nazione: lo studio mette in luce il divario digitale con 3 milioni di clienti attivi al Nord e 2,3 al CentroSud. Sinonimi, digital gap o divario digitale.

Yokopoko Mayoko

Ci scrive Maurizio Codogno, parlando di Marco Ponti.

— Stavo pensando che è ovvio che il consulente governativo per le infrastrutture sia contro la TAV e preferisca le autostrade con tanti viadotti: di cognome fa Ponti, mica Galleria! —

La parola rovinata

LETETTERATURA
Mitologia del seno.

Di Franco Palazzi.

Annunci

Emaciare, Glosas; Yokopoko; Rovinata

gennaio 29, 2019

Emaciàre
Dal latino emaciare, derivato di macies ‘magrezza’.
Verbo transitivo (io emàcio ecc.).
Far diventare estremamente magro: i dolori fisici e morali emàciano;

Intransitivo pronominale.
Emaciarsi, diventare assai magro e sparuto.

Participio passato.
Emaciato, oltre che nell’uso verbale (per esempio, un eremita emaciato dai digiuni), frequente come aggettivo: appariva assai emaciato.

Una (parola) giapponese a Roma

Glosas [‘glosas]
Voce spagnola, dal latino glossa.
Anche glosa, glosada.
Sostantivo femminile.
(musica) Nella letteratura musicale spagnola, particolarmente nei secoli XVI e XVII, denominazione di composizioni strumentali specialmente per clavicembalo ma anche per organo, elaborate secondo il procedimento contrappuntistico della diminuzione.

Yokopoko Mayoko

"Signor No. Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dice che l’offerta di nuovi posti di lavoro da parte delle imprese non è sufficiente per soddisfare gli obiettivi del reddito di cittadinanza."
Proposto da Maurizio Codogno, pubblicato sulla Stampa. Forse è necessirio spendere un po’ di tempo per vederlo, ma lo Yokopoko c’è.

La parola rovinata

Speciale filosofia?

PLATOONE
Militare greco del corpo scelto dei  ναυτικοί (naftikoi, marinai), gemellati con gli americani marines.

Di Franco Palazzi.

R- Parasintetico, Cuscus; Paesi; Yokopoko; Perle

gennaio 14, 2019

Parasintètico
Derivato di parasinteto, da para- ‘para-‘ e synthetos ‘composto’.
Aggettivo.
(linguistica) Si dice di composto derivato da un nome o da un aggettivo con l’aggiunta simultanea di un prefisso e di un suffisso (per esempio accorpare da corpo, imbruttire da brutto).

Una (parola) giapponese a Roma

Cuscus [cùscus o cuscùs]
Dal berbero e arabo kuskus.
Anche, meno comune, cuscussù.
Sostantivo maschile invariabile.
Piatto dell’Africa mediterranea, diffuso anche in alcune regioni dell’Europa meridionale, specialmente in Sicilia, costituito di farina grossolana impastata con poca acqua e cotta a vapore, alla quale vengono poi unite verdure cotte e carni bollite in sugo aromatico e piccante.

Nomi di paesi, la parola

Bostoniàno
Aggettivo e sostantivo maschile.
1. Di Boston, città degli Stati Uniti, abitante o nativo di Boston.
2. (figurato, letterario, estensione) Persona raffinata, elegante, intellettuale, con riferimento alle tradizionali prerogative attribuite alla borghesia di Boston.

Yokopoko Mayoko

Padre Raniero Cantalamessa: noto frate cappuccino, predicatore ufficiale della Casa Pontificia.
Proposta da Giovanni Fracasso.
Lo Yokopoko di ieri è stato proposto da Giovanna Giordano.

Perle dai porci

"… si possono sintetizzare in due parole: continuerà a fare caldo, anzi, sono tre le parole."
Previsioni del tempo sul GR1.

R- Boero, Well deck ship; Yokopoko; Perle

gennaio 11, 2019

Boèro
Dall’olandese boer ‘contadino’.
Aggettivo e sostantivo maschile [femminile boera].
Che, chi appartiene a un popolo d’origine europea, discendente in maggioranza da coloni olandesi, che si è andato formando in Africa meridionale fin dal secolo XVII: colono boero; la guerra anglo-boera.

Sostantivo maschile.
Cioccolatino che racchiude una ciliegia sotto spirito.
A Pisa, specie di ponce forte con curaçao.

Una (parola) giapponese a Roma

Well deck ship [‘weldek’Sip]
Locuzione inglese; propriamente ‘nave (ship) con il ponte (deck) a pozzo (well)’.
Locuzione sostantivale femminile invariabile.
(marina) Nave da carico nella quale il boccaporto della stiva si apre tra il castello di prua e il cassero centrale.

Yokopoko Mayoko

Mariagrazia Casa.
Impiegata addetta ai mutui agli sportelli di Sanpaolo Domus.

Perle dai porci

"Si pregano i signori condomini di riporre i sacchi dell’immondizia nei cassonetti e non fuori dagli stessi o nelle loro vicinanze, come viene fatto solitamente per questioni di estetica del palazzo. Grazie."
Avviso affisso nella bacheca di un condominio.

R- Giudiziale, Deliberativo, Sahib; Yokopoko

gennaio 9, 2019

Parole a confronto

Giudiziàle
Dal latino iudiciale(m), derivato di iudicium ‘giudizio, processo’.
Anche, raro, giudiciale.
Aggettivo.
(diritto) Del giudice; che concerne il giudizio: potere giudiziale; spese giudiziali, quelle relative al processo.
Eloquenza giudiziale: nella retorica classica, uno dei tre generi dell’eloquenza, usata nella pratica forense.

Deliberatìvo
Dal latino deliberativu(m), derivato di deliberare ‘deliberare’.
Aggettivo.
Che vale a deliberare, a decidere di una questione: voto, potere deliberativo.
Procedimento, modo deliberativo: (retorica) quello in cui un soggetto chiede a sé stesso in che modo si debba comportare (per esempio: che debbo fare?).
Genere deliberativo: nella retorica antica, uno dei tre generi dell’eloquenza, il cui fine è di persuadere o dissuadere.

Una (parola) giapponese a Roma

Sahib [sàhib o sahìb]
Dall’arabo sahib ‘amico; padrone’.
Sostantivo maschile invariabile.
In epoca coloniale, titolo di rispetto con il quale gli indiani si rivolgevano agli europei.

Yokopoko Mayoko

Emanuele Sella, vincitore di una tappa del giro d’Italia.
Proposto da Roberto Giai Meniet.