Posts Tagged ‘retorica’

R- Baghetta, Baguette; Retorica: Metalepsi

luglio 11, 2019

Baghétta
Francese baguette, dall’italiano bacchetta.
Sostantivo femminile.
Motivo ornamentale laterale sulle calze, che dalla caviglia risale al polpaccio e termina spesso con piccolo motivo a freccia.
Guarnizione laterale, nei guanti.
Sinonimi: freccia, spighetta.

Una (parola) giapponese a Roma

Baguette [ba’get]
Voce francese, propriamente ‘bacchetta’, dall’italiano bacchetta.
Sostantivo femminile invariabile.
1. Baghetta.
2. Brillante tagliato a forma di rettangolo allungato.
Taglio rettangolare allungato del diamante.
3. Filone di pane di notevole lunghezza.

La retorica per tutti

Metalèpsi
Voce dotta, latino metalepsi(n), dal greco metalepsis ‘il prendere parte’, da metalambanein ‘prendere parte’,
composto di metá e lambanein ‘prendere’.
Sostantivo femminile.
(linguistico) Improprietà nell’uso di un sinonimo determinata dal contesto (frequente nei giochi di parole
e, come errore, nei calchi e nelle traduzioni). Ad esempio, viso, che anticamente aveva il doppio significato di ‘vista’ e di ‘faccia’, non può essere sostituito con ‘volto’ quando si trova usato con il primo dei due significati.
Figura retorica consistente nell’operare contemporaneamente più di un trasferimento di significato: Quella donna ha passato molte primavere, dove per primavere si intende stagioni e quindi anni.

Annunci

R- Rigaglia, Suppli; Retorica: Isterologia

luglio 5, 2019

Rigàglia
Latino regalia ‘cose degne di un re’, da regalis ‘regale’.
Anche, raramente, regàglia.
Sostantivo femminile.
1. (specialmente al plurale) Interiore e cresta di pollo o altro volatile: pasticcio, fettuccine con rigaglie.
2. Cascame di seta, scarto del bozzolo.
3. Rimasuglio, avanzo di nessun valore.
4. Guadagno incerto.

Una (parola) romana da Perilli

Supplì
Voce romana, adattamento del francese surprise ‘sorpresa’ (con allusione al ripieno).
Sostantivo maschile invariabile.
Crocchetta di riso variamente farcita con carne, rigaglie, mozzarella.

La retorica per tutti

Isterologìa
Voce dotta, latino tardo hysterologia(m), dal greco hysterologia, composto di hysteron ‘posteriore’ e logia ‘logia’.
Sostantivo femminile (plurale isterologie).
(linguistica) Figura retorica che consiste nel dire prima quello che si dovrebbe dire dopo.

R- Demiurgo, Cordon bleu; Retorica: Palilogia

luglio 2, 2019

Demiùrgo
Dal latino demiurgu(m), dal greco dìmiourgós, composto di démios ‘pubblico’ e un derivato di érgon ‘lavoro, opera’; propriamente ‘che lavora per il pubblico’, poi ‘artigiano, artefice’.
Sostantivo maschile [plurale demiurghi].
1. Nell’antica Grecia, l’artigiano libero, contrapposto allo schiavo.
2. Nella filosofia platonica, l’artefice divino che ha ordinato (non creato) l’universo.
3. (figurato letterario) Chi con le sue capacità creative e organizzative riesce a dar luogo a una nuova realtà.

Una (parola) giapponese da Perilli

Cordon bleu [kordOn’bl2]
Locuzione francese; propriamente ‘nastro (cordon) azzurro (bleu)’, portato in origine dagli appartenenti all’ordine del Santo Spirito, e dunque ritenuto segno di merito e distinzione.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
1. Cuoca, cuoco di grande maestria.
2. Fettina farcita con prosciutto e formaggio, impanata e fritta.

La retorica per tutti

Palilogìa
Dal greco palilloghía, composto di pálin ‘di nuovo’ e -loghia ‘-logia’.
Sostantivo femminile.
(retorica) Ripetizione, iterazione.

R- Eluvio, Ragu; Retorica: Metabasi; Accento

luglio 1, 2019

Elùvio
Dal latino eluvie(m) ‘inondazione, acqua di rifiuto’.
Sostantivo maschile.
(geologia) Deposito detritico originatosi per degradazione chimica o meccanica delle rocce e rimasto sul posto.

Eluviàle
Aggettivo.
(geologia) Di eluvio, relativo a eluvio: terreni, depositi eluviali.

Una (parola) giapponese da Perilli

Ragù
Adattamento italiano del francese ragoût, derivato di ragoûter ‘stuzzicare l’appetito’ (da goût ‘gusto’).
Sostantivo maschile invariabile.
Condimento per paste asciutte, risotti e sim. che si ottiene facendo cuocere a fuoco lento un pezzo di carne o della carne tritata con aggiunta di cipolla, erbe aromatiche e altri ingredienti.

La retorica per tutti

Metàbasi
Dal greco metábasis, derivato di metabáinein ‘passare ad altro’.
Sostantivo femminile invariabile.
Nella retorica classica, passaggio ad altro argomento nell’ambito dello stesso discorso.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice metàbasi, e non metabàsi.

R- Numinoso, Kellerina; Retorica: Isocolo; Accento

giugno 26, 2019

Numinóso
Dal tedesco das Numinos, dal latino numen -minis, dove numen è derivato di nuere ‘far cenno col capo, annuire’; propriamente ‘cenno del capo, ordine’, poi ‘volontà divina operante, divinità’.
Sostantivo maschile.
(filosofia) Il senso, la coscienza del sacro, che costituirebbe il fondamento dell’esperienza religiosa dell’umanità.

Aggettivo.
(letterario) Che attiene, si riferisce alla sfera del sacro; misterioso, arcano: in questa atmosfera numinosa passavo le mie ore (Levi).

Una (parola) giapponese a Roma

Kellerìna
Dal tedesco Kellnerin, femminile di Kellner ‘cantiniere, cameriere’.
Anche chellerina.
Sostantivo femminile.
(antiquato) Cameriera che serve nelle birrerie.

La retorica per tutti

Isocòlo
Dal latino isocolo(n), che è dal greco isókolon, composto di ísos ‘uguale’ e kôlon ‘membro’; propriamente ‘formato di membri uguali’.
Sostantivo maschile.
(retorica) Uguaglianza, perfetta rispondenza di numero di vocaboli e di ritmo sintattico tra due o più membri che costituiscono un periodo.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice isocòlo e non isòcolo, l’avreste mai immaginato?