Archive for dicembre, 2008

CALAFATAGGIO, CALAFATO, STOP AND GO; Perle

dicembre 31, 2008

Calafatàggio
Sostantivo maschile.
(marina) Operazione per rendere stagna la giunzione o connessura fra le due lamiere o tavole di legno, in una struttura destinata a stare immersa o a contatto con l’acqua.
Per una struttura metallica si realizza rincalcando con apposito utensile il labbro della lamiera sovrapposta contro la superficie di quella sottostante; per una struttura in legno cacciando a forza negli intersizi delle tavole giustapposte stoppa incatramata.

Calafàto
Dal greco bizantino kalaphatis, di etimologia incerta.
Sostantivo maschile.
Operaio specializzato che esegue l’operazione di calafataggio. Sinonimo: stoppatore.

Una (parola) giapponese a Roma

Stop and go
Locuzione inglese, propriamente ‘ferma e vai’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
1. (economia) Politica economica di tipo congiunturale che alterna incentivi monetari e fiscali all’attività economica quando il sistema presenta elevata disoccupazione, a bruschi disincentivi quando compaiono cenni di ripresa dell’inflazione.
2. (sport) Penalizzazione nelle corse automobilistiche e motociclistiche consistente nel fermarsi ai box e ripartirne immediatamente.

Perle dai porci

"…e quindi si stabilisce come la rete va comportata…"
Da un documento tecnico.

CLOISONNÉ

dicembre 30, 2008

Una (parola) giapponese a Roma

Cloisonné [pronuncia clozo’ne]
Voce francese, propriamente ‘separato, diviso’.
Sostantivo maschile e aggettivo invariabili.
(arte) Tecnica di decorazione consistente nella combinazione di materiali diversi (pietra, vetro, smalto) inseriti, cementati o fusi all’interno di compartimenti delimitati da sottili strisce metalliche saldate verticalmente sulla superficie piana di supporto.

Aggettivo invariabile.
Di legatura di libri eseguita a scomparti con tramezzi metallici.

BUSTOCCO, BUSTROFEDICO, COCHON; Animali

dicembre 29, 2008

Bustòcco
Aggettivo e sostantivo maschile [plurale maschile bustòcchi].
Di Busto Arsizio, cittadina in provincia di Varese.

Bustrofèdico
Derivato dell’avverbio greco boustrophìdón, composto di bôus ‘bue’ e un derivato di stréphein ‘volgere’; propriamente ‘voltando come i buoi (quando arano)’.
aggettivo [plurale maschile bustrofèdici].
Detto do antiche scritture che cambiano direzione di lettura a ogni riga, prima da sinistra a destra, poi da destra a sinistra e così via: iscrizione bustrofedica.

Una (parola) giapponese a Roma

Cochon [pronuncia ko’SOn]
Voce francese; propriamente ‘maiale’, forse di origine onomatopeica.
Aggettivo invariabile.
Scurrile, osceno: linguaggio, barzelletta cochon.

Animali di parole

Bustrofedico è una parola che fino ad oggi era riuscita a sfuggire al nostro archivio di parole derivate etimologicamente da animali. E anche cochon!

R – CATARSI, DRIPPING

dicembre 24, 2008

Catàrsi
Dal greco kátharsis ‘purificazione, espiazione’, derivato di katháirein ‘pulire, purificare’, da katharós ‘puro’.
Sostantivo femminile.
1. Purificazione.
2. (filosofia) Secondo Aristotele, la purificazione o il rasserenamento dalle passioni che la tragedia e la poesia, in quanto rappresentazione di fatti gravi e luttuosi, generano nell’animo dello spettatore.
(estensione) L’azione purificatrice e rasserenante della poesia e dell’arte.
3. (psicoanalisi) Rilassamento della tensione e dell’ansia ottenuto attraverso la rievocazione dei traumi e degli eventi, specialmente se repressi o rimossi, cui sono riconducibili.

Una (parola) giapponese a Roma

Dripping [pronuncia ‘dripiNg]
Voce inglese; propriamente ‘sgocciolamento’.
Sostantivo maschile invariabile.
Tecnica pittorica che consiste nel far sgocciolare i colori sulla tela, dando forma a figure apparentemente casuali.

R – CLASTICO, CLINCH

dicembre 23, 2008

Clàstico
Derivato del greco klastós ‘spezzato’, da klao ‘rompo’.
Aggettivo [plurale maschile clastici].
1. (geologia) Si dice di sedimento o roccia sedimentaria formata da detriti cementati.
2. (psicologia, raro) Tendente a distruggere, distruttivo.

Una (parola) giapponese a Roma

Clinch [pronuncia klintS]
Voce inglese; derivato di to clinch ‘afferrare’, variazine di to clench, di origine germanica.
Sostantivvo maschile invariabile.
Nel pugilato, fase del combattimento corpo a corpo in cui uno dei due pugili trattiene e immobilizza con le braccia l’avversario per impedirgli di colpire.