Posts Tagged ‘dubbi’

R- Neofita, Shimmy; Animali: Canino, Pulcino; Dubbi; Accento; Animalididire; La sai!

gennaio 18, 2021

Newsletter originale del 2/12/2005

Neòfita
Dal latino tardo neophytu(m), dal greco neóphytos, composto di néos ‘nuovo, recente’ e phyein ‘piantare, generare’. Anche neòfito.
Sostantivo maschile e femminile [plurale neofiti].
1. Chi ha da poco abbracciato una religione.
2. (estensione, figurato) Chi ha abbracciato di recente un’idea, una dottrina, un partito: l’ardore dei neofiti.

Una (parola) giapponese a Roma

Shimmy [‘Simi]
Voce inglese americano, abbreviazione di shimmy shake, propriamente ‘scuotimento (shake) della camicia (shimmy, adattamento del francese chemise)’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Ballo di origine nordamericana, simile al fox-trot ma di ritmo più vivace.
2. Farfallamento delle ruote e conseguente forte vibrazione dell’avantreno degli autoveicoli.

Animali di parole

Canìno
Aggettivo.
Di cane, da cane: mostra canina; latrati canini.
Dente canino: dente aguzzo che si trova tra gli incisivi e i molari.
Rosa canina: rosa di macchia.
Mosca canina: mosca piccola e molto fastidiosa.
Tosse canina: (popolare) pertosse.

Pulcìno
Latino tardo pullicìnu(m), derivato di pullus ‘piccolo di animale’.
1. Il piccolo della gallina.
2. (estensione familiare) Bambino molto piccolo: una madre con i suoi pulcini.
3. (sport) Giocatore di calcio d’età inferiore ai quindici anni, che fa parte del vivaio di una società calcistica.

Simona Brugnoni infiamma il pubblico con due parole.

Emanuela Gastaldi 19
Alessandro Rigallo 18
Mauro Cociglio 17
Simona Brugnoni 10
Sabrina Costa 6
Marco Marcon 6
Flavia Spirito 4
Luigi Amedeo Bianchi 3
Massimo Chiappone 3
Paola Cinato 1

I grandi dubbi

Ecco un primo contributo al grande dubbio sulla moda di dire “rock e lento”. È stato inviato dal Contributore Maximo Piero Fabbri.

— L’unica volta che ho sentito per intero un monologo di Celentano su rock/lento (e sì, trovo anche io abominevole la contrapposizione aggettivale di due parole che non sono mai state contrapposte, salvo forse nelle festicciole con mangiadischi tenute negli appartamenti dei quattordicenni anni ’60) parlava di Ratzinger come “hard rock” perchè apriva ai divorziati (ma quando mai?) e di Zapatero ‘lentissimo’ non so perchè. E allora non posso parlare troppo di questo perchè sennò si degenera facilmente in politica… —

L’accento, questo sconosciuto e L’appunto

Si dice neòfita, e non neofìta.
E si può dire anche neòfito.

Animali di dire

Essere un pulcino bagnato
(figurato) Si dice di persona molto timida e impacciata.

Sembrare un pulcino nella stoppa
(figurato) Si dice di chi non sa trarsi d’impaccio.

La sai l’ultima!

Un bambino fiero della sua bicicletta nuova sfreccia davanti alla mamma: “Guarda mamma, come vedo veloce.”
Qualche minuto e ritorna: “Mamma, mamma, guarda, senza i piedi sui pedali!”
Dopo un po’, di nuovo: “Mamma, mamma, senza una mano.”
Qualche minuto e il bambino è di ritorno: “Mamma, guarda che bravo, senza le mani.”
Ancora qualche minuto e il bambino, sporco e stracciato, torna sulla bici tutta rotta: “Mama, guarda qua, sensa denti.”

Questa la conoscono tutti, non c’è dubbio.

R- Sansepolcrista, WASP; Paesi; Animali: Lumacatura, Allupato; Mode; Dubbi

gennaio 14, 2021

Newsletter originale del 30/11/2005

Sansepolcrìsta
Dalla piazza di San Sepolcro, a Milano.
Sostantivo maschile [plurale sansepolcristi].
Chi partecipò alla riunione tenutasi in piazza San Sepolcro a Milano il 23 marzo 1919, durante la quale vennero fondati i Fasci italiani di combattimento, poi trasformatisi nel Partito nazionale fascista.

Una (parola) giapponese a Roma

Wasp [wosp]
Sigla inglese di White Anglo-Saxon Protestant ‘protestante anglosassone bianco’.
Sostantivo maschile e femminile invariabile.
Negli Stati Uniti, cittadino di razza bianca, di religione protestante, appartenente alla classe egemone o a nuclei sociali privilegiati.

Nomi di paesi, la parola

Sansepolcrista è stata proposta dall’inestimabile Piero Fabbri.

Animali di parole

Lumacatùra
Da lumaca.
Sostantivo femminile.
(non comune) Traccia di bava lasciata da una lumaca.
(estensione) Striscia di sudicio; strisciatura che resta su una stoffa stirata contropelo; allumacatura.

Allupàto
Aggettivo.
1. (raro) Simile a lupo, lupesco.
2. (familiare) Molto affamato.
(estensione) Smanioso di avere un rapporto sessuale.

È sempre l’ottima Emanuela Gastaldi che produce due parole.

Mode di dire

Questo è rock, quello è lento.
Slogan lanciato da Adriano Celentano in una trasmissione televisiva nell’ottobre del 2005. È stato velocemente adottato anche da persone che parevano essere dotate di cervello.

I grandi dubbi

Due dubbi.
Essendo Celentano uno dei cantanti più lenti e meno rock del mondo, come può essere credibile uno slogan siffatto detto da lui?
E poi, essendo il rock entrato in agonia a metà degli anni ottanta, mantenuto artificialmente in vita fino a fine anni novanta e oramai deceduto da almeno otto anni, perché prenderlo come simbolo di bontà?
I contributi dei lettori alla discussione possono essere inviati come risposta alle lettere della newsletter oppure all’indirizzo redazione@parolata.it.

R- Porpora; Marchi: Alpax; Animali: Perla; Dubbi; Rovinata

gennaio 5, 2021

Newsletter originale del 22/11/2005

Pórpora
Latino purpura(m), dal greco porphyra, nome di un mollusco marino.
Sostantivo femminile.
1. Sostanza colorante rossa ottenuta nell’antichità da un mollusco marino (porpora di Cassio) o prodotta mescolando cloruro aurico con cloruro stannoso (porpora di Tiro).
2. Colore rosso vermiglio.
Diventare, farsi di porpora: (figurato) arrossire violentemente.
Come aggettivo invariabile, vermiglio: rosso porpora.
3. Stoffa pregiata tinta di porpora; anche, la veste di tale stoffa, generico simbolo di una particolare dignità: porpora regia, cardinalizia.
4. (figurato) Titolo, dignità di cardinale: esser elevato alla porpora.
5. (medicina) Presenza, sulla cute e sulle mucose, di macchie rosse dovute a emorragia spontanea.

Porporàto
Dal latino purpuratu(m), derivato di purpura ‘porpora’.
Aggettivo.
(raro) Vestito, ricoperto di porpora; insignito della porpora.

Sostantivo maschile.
Cardinale.

Marchi, non parole

Alpax
Marchio registrato.
Sostantivo maschile invariabile.
(metallurgia) Lega leggera da fonderia costituita da alluminio e silicio, usata per fusioni di pezzi aventi forme molto complesse.

Animali di parole

Pèrla
Latino volgare pernula(m), diminutivo di perna ‘coscia di maiale’ che, per somiglianza di forma, vale anche per ‘mollusco, conchiglia’.
Sostantivo femminile.
1. Concrezione madreperlacea prodotta dalle secrezioni del mantello di alcuni molluschi bivalvi (specialmente l’ostrica perlifera) come difesa da un corpo estraneo introdottosi nella conchiglia; ha forma simile a una piccola sfera o a una goccia.
Perle coltivate: prodotte artificialmente introducendo nel mollusco un piccolo corpo estraneo.
Perle false: fabbricate a imitazione di quelle naturali e costituite per lo più da sfere di vetro opalino o di alabastro, la cui superficie viene ricoperta da polvere di madreperla legata con colla di pesce.
2. (estensione) Oggetto di forma simile a quella delle perle.

Aggettivo invariabile.
Di colore grigio chiaro, luminoso e iridescente: color perla; grigio perla.

Alessandro Rigallo ci ha fornito porpora e, parola ben strana, perla.

I grandi dubbi

Ma se la parola ‘perla’ deriva etimologicamente da ‘maiale’, qual è il significato ultimo del detto ‘perle ai porci’?
A questo punto ci sembra più corretta la variazione utilizzata dalla Parolata: ‘perle dai porci’.
Contribuite, gente, contribuite a risolvere il dubbio.

Animali rovinati

TASSAMETRO
Strumento utilizzato in veterinaria per la misurazione di alcuni mustelidi.

Mauro Paolo Franco, sempre lui.

R- Paziente, Tee; Marchi: Citrosodina; Dubbi

agosto 18, 2020

Newsletter originale del 8/7/2005

Paziènte
Dal latino patiente(m), participio presente di pati ‘patire, sopportare’.
Aggettivo.
1. Che ha o esercita pazienza: un uomo paziente; in certi casi è necessario essere pazienti.
Detto di animale: che è docile, che tollera lavori gravosi: il bue è un animale paziente.
2. Che richiede pazienza o che è stato fatto con pazienza: un paziente lavoro di ricerca.

Sostantivo maschile e femminile.
1. Chi è affetto da una malattia. Chi si sottopone alle cure di un medico.
2. Nell’antica terminologia grammaticale: il passivo.

Una (parola) giapponese a Roma

Tee [ti]
Voce inglese, di etimo sconosciuto.
Sostantivo maschile invariabile.
Nel gioco del golf, piccolo supporto sul quale viene posata la pallina all’inizio del gioco di ogni buca; anche, la piazzola dove tale supporto è collocato.

Marchi, non parole

Citrosodìna
Marchio registrato.
Sostantivo femminile.
Digestivo effervescente granulare a base di acido citrico.

Massimo Chiappone piazza un colpo magistrale.

I grandi dubbi

La nostra cara iscritta Giovanna Giordano ci scrive.

— Ieri sera, appena dopo aver imboccato l’autostrada che da Brescia va a Piacenza e poi all’agognata Torino, su uno dei primi cartelli luminosi, nel quale immaginavo un piatto "prove tecniche" o un menagramo "1 morto su 3 per …", ho invece letto la seguente scritta:
DOMA L’AUTO
SEI TU IL COWBOY
Giuro che non ho ritrovato tale amenità in nessun altro luogo e mi resta il ragionevole dubbio che essa sia frutto della mente di un bresciano accaldata più del solito, tuttavia non potevo non fartene parte, chiedendone diffusione agli amici della Parola Rivelata.—

Qualcuno dei nostri lettori riesce a spiegare il significato di tale buffonata?

R- Grecanico, Black-bottom; Marchi: Diavolina; Paesi; Dubbi

agosto 5, 2020

Newsletter originale del 28/6/2005

Grecànico
Dal latino Graecanicu(m), derivato di Graecus ‘greco’.
Aggettivo [plurale maschile grecanici].
Che è originario della Grecia, ma non è propriamente greco (si riferisce soprattutto a ciò che ha attinenza con la civiltà greca del mezzogiorno d’Italia): arte grecanica; i dialetti grecanici della Calabria.

Una (parola) giapponese a Roma

Black-bottom [blEk’bOtom]
Locuzione inglese d’America; propriamente ‘fondo (bottom) nero (black)’, probabilmente perché originaria di un bassofondo di una città abitato da neri.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
Danza caratterizzata da movimenti sinuosi delle anche, in voga negli Stati Uniti e anche in Europa verso la fine degli anni Trenta.

Marchi, non parole

Diavolìna
Marchio registrato della Facco S.p.A.
Sostantivo maschile.
1. Elimina fuliggine, spazzacamino
2. Combustibile utilizzato per accendere i camini e barbecue.

Il buon Luca Franchini si guadagna un punto.

Nomi di paesi, la parola

Grecanico. Nella lingua italiana ci sono ancora dei paesi e parole che sono sfuggite alle grinfie del Marcon.

I grandi dubbi

Gloria Trevisan ci offre il suo contributo al dubbio delle mutande.

— Pur condividendo le motivazioni di Piero Fabbri, credo che, come spesso succede per i messaggi pubblicitari, il succo sia: "Se mi metto quelle mutande divento anch’io così", che potrebbe sembrare la sintesi della spiegazione di Fabbri ma è invece ristretto al pensiero delle donne, che abbiano o no un marito cretino con la faccia da pesce lesso etc etc.

Certo, se poi si mettono le due cose insieme, le vendite sono assicurate! —