Posts Tagged ‘paesidapersone’

Chiosco, Hedjet, Pschent; Paesidapersone; Rovinata

aprile 17, 2020

Speciale museo Egizio (visto che non ci posso andare)

Chiòsco
Dal turco köşk.
Sostantivo maschile (plurale chioschi).
1. Padiglione di forma rotonda o poligonale, formato di colonnine che sostengono una cupola, come luogo di riposo in giardini o terrazze.
2. Capanno ombreggiato da rami e foglie, che s’innalza nei giardini per riposo o come belvedere, e può essere anche formato dagli stessi rami intrecciati.
3. Piccolo edificio, in muratura o in materiali provvisori, che nei luoghi pubblici ospita servizî vari (per esempio, informazioni turistiche), e soprattutto è adibito alla vendita di bibite, frutta, giornali, fiori e simili: il chiosco del giornalaio; un chiosco per il ristoro dei turisti.
4. (architetttura) Nell’architettura egizia antica, un tempietto o edicola sacra, come quello di Traiano a Philae.

Due (parole) egizie a Roma

Hedjet [he’dZet]
Voce egizia, propriamente "la bianca".
Sostantivo maschile invariabile.
(storia) Nell’Antico Egitto, la corona bianca dell’Alto Egitto.

Pschent [skent]
Voce egizia.
(storia) Nell’Antico Egitto, doppia corona formata dall’unione della corona rossa del Basso Egitto e della corona bianca dell’Alto Egitto, rappresentante dell’intero stato e indossata dai faraoni fin dalla prima dinastia. Gli unici due dei raffigurati con la doppia corona sono Horus e Atum.

Paesi da persone

Il paese di Gudo Visconti, in provincia di Milano, si chiama così perché era un possedimento della famiglia Visconti e ne ospitava anche un castello, oramai distrutto.

La parola rovinata

DOPING
L’arte del rimandare la prestazione sportiva.

Di Pietro Scalzo.

Cartiglio, Deshret, Kemet; Paesidapersone; Perle

aprile 16, 2020

Speciale museo Egizio (visto che non ci posso andare)

Cartìglio
Da cartiglia, dallo spagnolo cartilla 2piccola carta, foglietto’.
Sostantivo maschile.
1. Raffigurazione, per lo più dipinta o scolpita, di un rotolo cartaceo, in parte spiegato, spesso contenente un’iscrizione, ma talora destinato a puro scopo ornamentale; usato nell’arte medievale come mezzo esplicativo di figure o rappresentazioni simboliche, divenne poi un tipo particolare di cartella decorativa iscritta.
Per analogia, figura di forma ovale che racchiude i nomi dei faraoni nelle iscrizioni egiziane. Sinonimo, derivato dal francese, cartouche.
2. Stretta lista di carta: scrivo sul cartiglio invisibile (D’Annunzio).

Due (parole) egizie a Roma

Deshret [daS’ret]
Voce egizia, propriamente ‘terra rossa’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. (storia) Nome con cui gli antichi egizi indicavano il deserto che circonda la pianura del Nilo.
2. (storia) Nell’Antico Egitto, la corona rossa del Basso Egitto.

Kemet [ke’met]
Voce egizia, propriamente ‘terra nera’.
Sostantivo maschile invariabile.
(storia) Nome con cui gli antichi egizi chiamavano il territorio fertile e abitato lungo il Nilo, riferendosi alla terra coperta dal limo nero lasciato dalle piene del NIlo.

Paesi da persone

Zelo Surrigone, in provincia di Milano, deriva il nome dalla famiglia medievale locale Suregone.

Perle linguistiche

"Utilizzare correttamente il prodotto quando lo si usa."
Dalle istruzioni di un dispositivo medico.

Di Pietro Scalzo.

Nitido, Nitore, Mattmalerei; Paesi; Schiele; Rovinata

novembre 2, 2018

Nìtido
Dal latino nitidus, derivato di nitere ‘splendere’.
Aggettivo.
Pulito, limpido, quasi lucente: cristallo, vetro, specchio nitido; per acque nitide e tranquille (Dante); le trecce nitide Per ambrosia recente (Foscolo); carraio che risale Il colle nitido di luna (Quasimodo).
Segnato con decisa precisione nei contorni; chiaro in ogni sua parte: linea nitida; incisione nitida; in ottica e nelle sue applicazioni, di immagine bene a fuoco, corretta e distinta nelle linee e nei particolari: una fotografia nitida.
(estensione) Di suoni che sono emessi e percepiti con chiarezza: i rintocchi si udivano nitidi nella notte.
(figurato) Chiaro, lucido: stile, linguaggio nitido; una prosa nitida ed elegante.

Nitóre
Dal latino nitor -oris, derivato di nitere ‘splendere’.
Sostantivo maschile.
(letterario) Lucentezza, nitidezza: il nitore dell’aria, del cielo; lo strumento nuovo, di affascinante nitore, era posto in un angolo del salotto (Marta Morazzoni).
(figurato) Chiarezza, eleganza: il nitore dello stile, dell’espressione.

Una (parola) giapponese a Roma

Mattmalerei [matmale’raj]
Voce tedesca, composto di matt ‘opaco’ e Malerei ‘pittura’.
Sostantivo femminile invariabile.
(archeologia) Classe di reperti fittili rinvenuti specialmente a Egina, caratterizzati da decorazioni lineari in tinta opaca su fondo giallastro o rossiccio.

Paesi da persone e Come si dice Schiele?

Egina è un’isola greca così chiamata perchè secondo la mitologia fu governata dalla ninfa Egina. Si pronuncia egìna.

La parola rovinata

Speciale filosofia

ANDASSIMENE
Se mi dileguassi nell’aria…

Di Pietro Scalzo.

Anchilosi, Spanker; Comunicazione; Paesidapersone; Rovinata

febbraio 28, 2018

Anchilòsi
Dal greco ankylosis ‘curvatura’.
Anche, alla greca, anchìlosi; antico ancilòṡi.
Sostantivo femminile.
Nel linguaggio medico, abolizione, completa o incompleta, dei movimenti articolari, prodotta dall’alterazione e fusione degli elementi dell’articolazione, cioè della capsula e dei legamenti, oppure delle parti ossee o cartilaginee, come esito di processi infiammatori.

Anchiloṡare
Derivato di anchilosi.
Verbo transitivo (io anchilòso ecc.).
Paralizzare per anchilosi; più frequente l’intransitivo pronominale, anchilosarsi, irrigidirsi per anchilosi, detto d’un arto.

Anchilosàto
Participio passato di anchilosare.
Aggettivo.
Colpito da anchilosi; irrigidito, paralizzato: il braccio gli è rimasto anchilosato; anche in usi figurati: sentirsi tutto anchilosato; avere la mente, la memoria anchilosata.

Una (parola) giapponese a Roma

Spanker [‘spanker]
Voce inglese, derivato di (to) spank ‘sculacciare’ e in senso figurato ‘avanzare rapidamente, filare’.
Sostantivo maschile invariabile.
(marina) Nella nautica da diporto, vela di prua simile allo spinnaker ma di taglio più piatto e di tessuto più pesante; è usata nelle andature portanti con vento forte.

Comunicazione

Anchise, eroe della mitologia greca, deriva il nome dalla parola greca che significa ‘curvo, storto’, in quanto Zeus lo rese zoppo per essersi vantato di avere ottenuto l’amore della dea Afrodite. Quindi qualsiasi gioco di parole tra Anchise e ‘anchilosato’ (che ha il medesimo etimo) sul fatto che Enea si trovò anchilosato per avere trasportato a spalle il padre Anchise, verrà scartato.

Paesi da persone

La Georgia, intesa come stato degli Stati Uniti d’America, prende il proprio nome da re George II di Gran Bretagna e Irlanda.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice anchilòsi, ma si può dire anche alla moda greca anchìlosi.

Pettegolezzo, Mudiriyya; Paesidapaesi; Rovinata

febbraio 23, 2018

Pettegolézzo
Derivato di pettegolo, voce di origine veneta.
Anchepettegolézzo.
Sostantivo maschile.
Chiacchiera indiscreta e malevola sul conto di qualcuno, commento malizioso e inopportuno sulla condotta di una o più persone: si sono fatti troppi pettegolezzi su di lui.
Articolo a stampa o altro scritto contenente chiacchiere o insinuazioni malevole: un rotocalco specializzato in pettegolezzi (Moravia).
Dedicarsi a fare o a scrivere tali chiacchiere, insinuazioni, malignità: il gusto del pettegolezzo.

Pettégolo
Dal veneto petégolo, inizialmente adoperato solo nel femminile petegola, derivato di peto, propriamente ‘piccolo peto’, per allusione all’incontinenza verbale delle persone pettegole.
Aggettivo.
1. Di persona che ha l’abitudine di fare e scambiare chiacchiere sul conto degli altri, riportando indiscretamente e con malevolenza fatti privati altrui e abbandonandosi con gusto ad allusioni e commenti maliziosi: un uomo pettegolo, che si compiace di riportare malignità con leggerezza e faciloneria; spesso sostantivato: dove mi son lasciato tirare! e da due pettegole!(Manzoni).
(scherzoso) Loquace, chiacchierino, petulante, che fa troppe domande, usato senza connotazione spregiativa specialmente per i fanciulli: un bambino pettegolo.
2. Riferito a cosa, che è caratteristico di persone pettegole: chiacchiere pettegole; o che risulta caratterizzato dalla presenza e dal comportamento di persone pettegole: stampa pettegola.

Una (parola) giapponese a Roma

Mudiriyya [mudi’rija]
Voce araba egiziana, da mudir ‘governatore’.
Sostantivo femminile invariabile.
Nel moderno Egitto, circoscrizione amministrativa, simile alla provincia italiana, in vigore fino al 1958.

Paesi da paesi

Lo stato New Hampshire, appartenente agli Stati Uniti di America prende il nome dalla contea inglese dell’Hampshire.

La parola rovinata

MENESCO
Frattura deliberatamente scomposta del ginocchio.

Di Pietro Scalzo.