Posts Tagged ‘uomini’

R- Squinzia, Ictus; Uomini; Paesi; Appunto; Sbagliati; Perle

luglio 13, 2017

Squinzia
Probabilmente da Donna Squinzia, personaggio di una commedia di C. M. Maggi (1630-1691).
Sostantivo femminile.
(regionale) Ragazza smorfiosa e saccente, dai modi leziosi e affettati.

Una (parola) giapponese a Roma

Ìctus
Latino ictus ‘battuta’ e ‘colpo’ (anche in senso medico), derivato di icere ‘colpire’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Nella metrica classica, e poi anche in quella moderna, la battuta, l’accento che marca alcune sillabe nella struttura del verso; anche, il segno con cui convenzionalmente lo si indica, uguale a quello dell’accento acuto.
2. (medicina) Denominazione generica di alcune sindromi che si manifestano improvvisamente: ictus cerebrale, apoplessia.
Ictus labirintico: sindrome caratterizzata da vertigine rotatoria, vomito, nistagmo.

Uomini e parole

Squinzia è una donna e parola.

Nomi di paesi, la parola

Caporétto
Dal nome di Caporetto, dove nel 1917 le truppe austro-tedesche sfondarono il fronte italiano.
Sostantivo maschile.
Sconfitta disastrosa, disfatta (specialmente scherzoso): gli esami sono stati una caporetto.

Bresciàna
Dal nome della città di Brescia.
Sostantivo femminile.
Pala sottile per rimuovere rena e calcinacci.

Entrambe di Berilio Luzcech.

L’appunto

Plurali di parole terminanti in -cia e -gia che mantengono la i al plurale: il plurale di camicia è camicie.

Uomini sbagliati e parole

Ketchup
Voce inglese; dal cinese ketsiap ‘salsa di pesce’, attraverso l’olandese.
Sostantivo maschile invariabile.
Salsa di pomodoro con aceto e spezie, di origine orientale ma conosciuta in Italia fin dal Settecento.

Etimologia falsa.
Ketchup, Noah circa 1680-1746. Nato nell’attuale Ohio, e quasi certamente di origine indiana Huron, è arrivato a Filadelfia circa nel 1700. Dopo essersi dedicato senza successo ad una varietà di occupazioni, come ultimo risorsa ha cominciato ad imbottigliare e vendere i condimenti eccellenti di pomodoro e funghi che la sua moglie Marth faceva per uso casalingo. La salsa ketchup entrò ben presto nella cucina delle colonie americane e dopo poco fu messa in produzione su grande scala procurando una vita agiata al suo inventore.

Rubrica curata da Marco Marcon.

Perle dai porci

"La sua capacità di preveggenza e divinazione vi stupiranno."

Pubblicità del medium Giglio.
Dagli archivi di Maidirepigigierre.

R- Circasso, Musme; Uomini; Paesi; Ritrovato; Appunto; Perle

luglio 12, 2017

Circàsso
Dal russo Cerkes.
Aggettivo.
Che si riferisce ai circassi, popolazione del Caucaso, oggi stanziata in varie regioni dell’ex URSS.

Sostantivo maschile.
1. [femminile circassa] Chi appartiene alla popolazione circassa.
2. Lingua della famiglia caucasica parlata dai circassi.

Una (parola) giapponese a Roma

Musmè [mus’me]
Giapponese, propriamente ‘fanciulla, figlia’.
Sostantivo femminile invariabile.
Giovane donna giapponese.

Uomini e parole

Renard [re’nar]
Voce francese; nome proprio della volpe che compare come personaggio in varie novelle medievali e nel «Roman de Renart», divenuto poi nome comune dell’animale.
Sostantivo maschile.
Pelle conciata di volpe.

Nomi di paesi, la parola

Meàndro
Dal latino maeandru(m), che è dal greco Máiandros, fiume dell’Asia Minore celebre per la sua tortuosità.
Sostantivo maschile.
1. Doppia ansa o serpentina formata da un fiume.
2. Tracciato, andamento tortuoso (anche figurato): perdersi in un meandro di vie; i meandri di un ragionamento, della psiche.

Veneziàna
Da veneziano.
Sostantivo femminile.
1. Dolce molto soffice, cosparso di chicchi di zucchero.
2. Serramento costituito da stecche in alluminio o plastica, variamente inclinabili a seconda della luce che si desidera all’interno.
3. (musica) Breve componimento poetico per musica, di ispirazione popolareggiante, secondo la moda iniziata a Venezia da Leonardo Giustinian (1388-1446); è detta anche giustiniana.

Meandro è una parola strana di Piero Fabbri, veneziana è meno strana ma è sempre sua, e gli vale 2 punti.

Il paese ritrovato

"Il gruppo di persone lasciava trasparire una grande inquietudine, anche se l’insieme era praticamente immobile. Gli avvenimenti degli ultimi giorni, la tensione di lavorare su argomenti delicati e pericolosi, l’ignoto che dovevano affrontare sembrava improvvisamente pesare sui protagonisti."
L’undicesimo capitolo è pubblicato sul sito.

L’appunto

L’espressione "latino di mano" significa manesco, mentre "latino di bocca" significa loquace.
Derivano in modo figurato dal significato di largo, agiato per l’aggettivo latino.

Perle dai porci

"… con gli occhiali sul tavolino si era assopito mentre dormiva."

In autobus.
Dagli archivi di Maidirepigigierre.

R- Siamese, Maiden; Uomini; Paesi; Appunto; Perle

luglio 11, 2017

Siamése
Aggettivo.
1. Del Siam, paese che attualmente è denominato Thailandia.
2. Fratelli, sorelle siamesi: coppia di gemelli che nascono congiunti in una parte del corpo, così detti perché nel secolo scorso nel Siam nacquero due fratelli uniti per la testa.
(figurato) Persone che stanno sempre insieme.
3. Gatto siamese: gatto di razza pregiata; ha occhi azzurri e pelo color avana, che diviene più scuro sulla testa, la coda e le zampe.

Sostantivo maschile e femminile.
1. Abitante, nativo del Siam.
2. Lingua parlata nel Siam.

Una (parola) giapponese a Roma

Maiden [‘meidn]
Voce inglese, propriamente ‘fanciulla, vergine’, di origine germanica.
Sostantivo femminile invariabile.
Nell’ippica, cavallo che non ha mai vinto premi nelle corse.

Uomini e parole

Dìte
Voce dotta, latino Dite(m), il dio degli inferi nella mitologia latina.
Sostantivo maschile.
1. (poetico) Lucifero: ’l punto De l’universo in su che Dite siede (Dante).
Città di Dite: la parte più profonda dell’inferno.
2. (poetico) L’inferno, l’oltretomba: Ma perché pria del tempo a sé il mortale Invidierà l’illusïon che spento Pur lo sofferma al limitar di Dite? (Foscolo).

Nomi di paesi, la parola

Magènta
Dal nome della città di Magenta, con allusione al molto sangue che vi fu sparso nella battaglia del 1859; secondo una diversa tradizione, per il colore dei pantaloni degli zuavi francesi che presero parte alla battaglia. Aggettivo e sostantivo maschile.
Si dice di colore cremisi scuro.

Siamese e magenta sono di Simona Brugnoni

L’appunto

Il plurale di belga è belgi (maschile) oppure belghe (femminile).

Perle dai porci

"Sono cose che accadono almeno una volta sola nella vita."

In ufficio.
Dagli archivi di Maidirepigigierre.

R- Bentonite, Telemark; Uomini; Paesi; Appunto; Perle

luglio 10, 2017

Bentonìte
Dal nome di Fort Benton, località del Montana (USA) ricca di giacimenti di tale sostanza.
Sostantivo femminile.
(minerale) Tipo di argilla sedimentaria di origine vulcanica, che per le sue proprietà adsorbenti e assorbenti trova numerose applicazioni industriali.

Una (parola) giapponese a Roma

Telemark [tele’mark]
Dal nome della regione norvegese dove originariamente veniva praticata questa tecnica.
Sostantivo maschile.
(sport) Nello sci-alpinismo, tecnica di virata, con l’utilizzo di attacchi a talloniera non fissa.

Uomini e parole

Prògne
Variante del nome di Procne, personaggio della mitologia greca.
(poetico, spesso maiuscolo) Rondine: E garrir Progne e pianger Filomena (Petrarca); Come vien Progne al suo loquace nido (Ariosto).

Nomi di paesi, la parola

Bentonite e telemark di Berilio Luzcech.

L’appunto

Plurali di parole terminanti in -cia e -gia che mantengono la i al plurale: il plurale di acacia è acacie.

Perle dai porci

"Il mio istruttore ha fatto il campionato mondiale d’Italia."

Un tipo.
Dagli archivi di Maidirepigigierre.

R- Canopo, Moca; Paesi; Uomini; Appunto; La sai!; Perle

luglio 7, 2017

Canòpo
Dal nome dell’antica città egiziana di Canopo.
Sostantivo maschile.
(archeologia) Vaso funerario con il coperchio a forma di testa umana, usato nell’antico Egitto e in Etruria per custodire i visceri del morto.

Una (parola) giapponese da Perilli

Mòca
Dalla città di Moca, nello Yemen
Anche moka.
Sostantivo femminile invariabile.
1. Qualità di caffè molto pregiata proveniente dallo Yemen.
2. (estensione) Caffè espresso.

Sostantivo femminile.
Macchinetta a pressione per preparare in casa il caffè espresso.
Usato anche come aggettivo: caffè moca.

Nomi di paesi, la parola

Canopo e moca sono di Marco Marcon.

Uomini e parole

Àrgo
Voce dotta, latino Argu(m), dal greco Árgos, mostro mitologico dai molti occhi, posto a guardia di Io.
Sostantivo maschile invariabile.
1. (Figurato, letterario) Persona vigile, cui non sfugge nulla.
2. Grosso uccello dei Galliformi con coda molto lunga, piumaggio bruno e numerose macchie chiare, simili a occhi, sparse sulle ali.

L’appunto

Orecchio e orecchia, e i corrispettivi orecchi e orecchie, sono forme corrette e indistinguibili, pur se i femminili sono meno utilizzati.

La sai l’ultima!

Cosa faceva uno sputo sulla scala?
Saliva.

La redazione vi delizia.

Perle dai porci

"Appena ho sentito la sua voce al telefono ho visto subito che si trattava di una faccia nota."

In pizzeria.
Dagli archivi di Maidirepigigierre.