Posts Tagged ‘uomini’

R- Elzeviro, Turchese, Lunario; Uomini; Paesi; Canzone

marzo 9, 2017

Elzevìro
Dal nome della famiglia di tipografi olandesi Elzevier del XVI secolo, che idearono i caratteri con i quali, poi, si compose solitamente l’articolo di apertura della terza pagina.
Sostantivo maschile.
1. Carattere tipografico di antico stile usato dagli stampatori olandesi Elzevier.
2. Edizione di tipo elegante e di formato molto piccolo.
3. Articolo d’argomento artistico, storico, letterario, o anche recensione o racconto che un giornale pubblica in apertura di terza pagina.

Uomini e parole

Elzeviro è proposto dalla redazione.

Nomi di paesi, la parola

Turchése
Dal francese antico turqueise ‘(pietra) turca’, dal luogo di origine.
Anche, antico, turchésa, turchéssa, turchesìa.
Sostantivo machile.
1. (minerale) Fosfato idrato di rame e alluminio, che si presenta in masse compatte, opache, di colore azzurro intenso tendente al verde; è usato come pietra preziosa.
2. Anche aggettivo. Si dice del colore azzurro pallido proprio della turchese.

Lunàrio
Da Luna.
Sostantivo maschile.
1. Tavola delle fasi lunari, delle lunazioni e dell’anno lunare.
2. Libretto popolare che contiene un calendario con le fasi della Luna, previsioni meteorologiche, oroscopi e consigli pratici di vario tipo.
Sbarcare il lunario: riuscire a campare stentatamente.

Turchese e lunario significano due punti per Martina Ferro.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice Islàm, e non Ìslam.

Uomini sbagliati e parole

Mòtto
Sostantivo maschile.
1. Detto arguto e spiritoso.
2. Breve frase sentenziosa.
3. Parola.
4. Cenno verbale.
5. (figurato) Frottola.

Etimologia errata.
Dal nome di Lorenzo Motto (1382-1459). Poeta italiano nato a Siena, cominciò a produrre componimenti sempre più brevi che ebbero successo scritti su biglietti di invito o di accompagnamento di regali. La sua fortuna, però, arrivò quando ebbe l’idea di produrli per le insegne delle nuove signorie che stavano nascendo in quegli anni.

Etimologia corretta.
Latino parlato muttu(m), da muttire ‘borbottare, parlare a bassa voce’, di origine onomatopeica.

Rubrica a cura di Marco Marcon.

Nomi di paesi, la rovina

EUFRATE
Uomo pio in grado di attraversare fiumi.

Il Lancioni, è implicito.

La Canzone Settimanale Enigmistica

Non potete pi rispondere per la ventottesima canzone, l’indizio era:

Spettacolo di mimi (10 5)

e la risposta è:

Silenzioso slow (Abbassa la tua radio) di Alberto Rabagliati, cantata da innumerevoli artisti dagli anni ’40 in poi.

R- Agrippina, Yacht; Uomini; Accento; La sai!; Canzone

febbraio 27, 2017

Agrippìna
Da una celebre statua di donna seduta, creduta Agrippina moglie di Germanico, nel Museo Capitolino.
Sostantivo femminile.
Divano da riposo solitamente munito di una spalliera e di un unico bracciolo.

Una (parola) giapponese a Roma

Yacht [jot]
Voce inglese; dall’olandese antico jaght (schip), propriamente ‘(nave) da caccia’, per la sua velocità.
Sostantivo maschile invariabile.
Grossa imbarcazione privata da diporto, a vela o a motore; panfilo.

Uomini e parole

Agrippina è fornita dalla redazione.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice fortùito, o, meno correttamente, fortuìto (latino).

La sai l’ultima!

Un uomo entra in un bar con un coccodrillo al guinzaglio e chiede: "Servite anche i neri in questo bar?"
Il barista: "Certo, noi non siamo razzisti."
E l’uomo: "Allora un martini per me e due neri per il mio coccodrillo."

Dalla redazione.

La Canzone Settimanale Enigmistica

Termina la ventiseiesima canzone, ecco i risultati: BettyBlu (5+5), Fermassimo (5+4), Pietro Scalzo (5+3), Alberto Cacciari (5+2), Simona Gavagni (5+1), Piero Fabbri, M.Fisk, Michele, Marco Marcon, Giuly (5).

Siamo giunti alla ventisettesima canzone, la prima dopo avere raggiunto la metà del concorso. Per festeggiare degnamente la ricorrenza è stata pubblicata sul sito la foto del premio del concorso. La fotografia è volutamente sfuocata affinché la bellezza del premio non sconvolga le menti di chi la guardi, in ogni caso chiediamo alle persone particolarmente sensibili di evitare di seguire il link. E ora possiamo giocare, fino a mercoledì primo marzo.

4/3/1943 (4 5 2 5 3 5)

R- Cubbaita, Capite census; Uomini; Lettori; Accento

febbraio 15, 2017

Cubbàita
Dall’arabo qubbiat ‘mandorlato’.
Sostantivo femminile.
Sorta di croccante fatto con semi di sesamo, specialità della Sicilia.

Una (parola) giapponese a Roma

Capite census [‘kapite ‘tSensus]
Voce dotta, latino capite censi, composto di capite (da caput ‘testa’) e census (da censere ‘tassare’) ‘coloro che erano iscritti solo per la persona (senza patrimonio)’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
Nell’antica Roma, chi, non possedendo beni, era censito solo per la sua presenza fisica e non era quindi tenuto a pagare tributi.

Uomini e parole

Amiche e amici, è giunto il momento di chiudere il concorso rendendo pubblici i vincitori delle diverse sezioni.
Per Uomini e parole, già lo sapete, trionfa Marco Marcon.
La sezione Uomini e parole strane è vinta anch’essa da Marco Marcon, con la stupenda parola "borsa". Vorrei fare una menzione speciale per Libero ZUcchelli che, con "do", ci ha donato momenti di gioia pura.
Infine, il concorso Uomini e parole rovinate vede vincitore Umberto Trinchero con la parola
MAOSOCHISTA
Chi mostra un certo compiacimento nel soffrire a causa dell’accanita adesione alla dottrina di Mao Zedong.

Come sempre, trovate tutti i risultati del concorso sul sito web de La parola rivelata.
La premiazione avverrà venerdì 4 aprile 2003 alle ore 15,00 nell’uffio di Carlo Cinato presso la sede Tilab di via Borgaro. Intervenite numerosi.

I lettori ci scrivono

Ci chiedono di rifrasare la definizione di quantile perché non chiara.

In un insieme di valori ordinati in senso crescente, ciascuno dei valori che lasciano al di sotto o al di sopra di sé una determinata percentuale di dati.
Per esempio: il valore che è il quantile al 95% di una distribuzione è il valore tale che il 95% dell’insieme dei valori della distribuzione è inferiore o uguale ad esso. In formule: il p-esimo quantile, con 0<p<1 e indicato con
Qx(p), è tale che P[X =< Qx(p)] = p.
Temo che la chiarezza della definizione non sia aumentata.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice cosmèsi, o più raramente còsmesi, alla greca.

R- Analessi, Prolessi, Quisling; Uomini; Accento; Lettori; Perle; Canzone

febbraio 9, 2017

Parole a confronto

Analèssi
Voce dotta, greco análepsis, composto di ana ‘di nuovo’e lepsis ‘il prendere’.
Sostantivo femminile invariabile.
1. Nella retorica classica, ripresa di una stessa parola.
2. In un testo narrativo, riferimento ad avvenimenti anteriori il tempo della narrazione.

Prolèssi
Voce dotta, latino tardo prolepsi, greco prolepsis, da prolambanein ‘prendere prima, anticipare’, composto di pro ‘prima’ e lambanein ‘prendere.
Anche prolèpsi.
Sostantivo femminile invariabile.
1. (linguaggio) Procedimento sintattico consistente nell’anticipazione, spesso mediante un pronome, di una o più
parole o di un’intera frase successiva: ciò che volevo dire è questo, che…
In un testo narrativo, anticipazione di avvenimenti posteriori al tempo della narrazione.
2. (linguaggio) In un’orazione, figura che consiste nel prevenire un’obiezione confutandola: non mi negherete che alcuni di essi siano fra i più nobili sentimenti (Bacchelli).
Figura retorica consistente nell’enunciare come contemporaneo dell’azione un fatto che dell’azione sarà il risultato: e infine riuscirono a domare le mansuete belve.
3. (filosofia) Nella logica degli epicurei e degli stoici, denominazione dei concetti generali che si trovano in noi come ricordo di ciò che si è presentato spesso fuori di noi e che costituiscono anticipazioni di esperienze future.

Una (parola) giapponese a Roma

Quisling [‘kwizlin(g)]
Dal nome di V. Quisling (1887 – 1945), capo del governo norvegese che collaborò con i tedeschi invasori dal 1940 al 1945.
Sostantivo maschile invariabile.
Ogni capo di governo fantoccio creato dai nazisti nei paesi da essi invasi durante il periodo 1939 – 1945.
(estensione) Uomo politico asservito agli invasori del proprio Paese e con essi collaborazionista.

Uomini e parole

Quisling è da parte della redazione.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice dagherròtipo, e non dagherrotìpo.

I lettori ci scrivono

Un validissimo lettore, toscano quindi italianista, ci inviò un contributo circa l’utilizzo di "della quale":
per la quale, espressione usata con valore attributivo in riferimento a persona o a cosa che è tale da essere approvata, che è come si richiede, ammodo, per bene: è un ragazzo non troppo per la quale.

Perle dai porci

"I Rolling Stones hanno evitato di battere il chiodo finché è caldo."
D. Zard intervistato a proposito degli Stones.

Proposta da Roberto Giai Meniet.

La Canzone Settimanale Enigmistica

Termina anche la ventiquattresima canzone, ecco indizio e soluzione.

Febbraio (7)

Musetto, di Domenico Modugno, passando per mesetto.

R- Burattino, Marionetta, Zanni; Uomini; Accento; Rovinata + Canzone

febbraio 6, 2017

Avviso

Care lettrici, cari lettori, il vostro affezionatissimo curatore vi deve annunciare che nelle prossime settimane, e per un periodo imprecisato, non potrà dedicare molto tempo alla scrittura della newsletter, ha quindi escogitato una soluzione mista che spera possiate accettare. La newsletter verrà pubblicata nella versione ristampata, ad essa verrà aggiunta la rubrica del concorso "La canzone settimanale enigmistica". In questo modo i concorrenti non verranno privati del loro concorso preferito.
Giocate e contribuite quindi alla Parolata come sempre, verranno poi smaltiti i vostri contributi alla ripresa della normale pubblicazione della newsletter.
Grazie della comprensione.

Parole a confronto

Burattìno
Probabilmente da Burattino, nome del secondo Zanni nella commedia dell’arte.
Sostantivo maschile.
1. Fantoccio per rappresentazioni farsesche popolari o infantili, costituito da una testa montata su un’ampia veste in cui si infila, come in un guanto, la mano del burattinaio che lo muove agendo dal basso.
Teatro, baracca, castello dei burattini: l’impalcatura che regge la scena; andare ai burattini: a vedere lo spettacolo.
Piantare baracca e burattini: (figurato) abbandonare improvvisamente tutto.
2. (figurato) Uomo privo di carattere, incoerente, volubile; anche, persona facilmente influenzabile, manovrabile.

Marionétta
Dal francese marionnette, derivato di Marion, diminutivo di Marie ‘Maria’.
Sostantivo femminile.
1. Fantoccio snodato, per lo più di legno o di cartapesta, azionato dall’alto sulla scena di appositi teatrini dal marionettista, mediante fili collegati con il capo e con gli arti: teatrino delle marionette.
Sembrare una marionetta: si dice di chi si muove rigidamente e a scatti.
2. (figurato) Chi agisce meccanicamente eseguendo ordini altrui, senza convinzioni personali: essere una marionetta nelle mani di qualcuno.
Far la marionetta: comportarsi in modo poco serio, senza dignità.

Zànni
Forma toscanizzata del veneto Zani, riduzione dialettale del nome proprio Giovanni.
Sostantivo maschile invariabile.
1. (teatro) Personaggio della commedia dell’arte che rappresenta il servo scaltro e imbroglione, oppure il servo sciocco o finto sciocco dalle trovate burlesche e ridicole.
2. (estensione raro) Buffone, pagliaccio: fare lo zanni.

Uomini e parole

Il vostro curatore, dall’alto della sua conoscenza sterminata della lingua italiana, si permette di aggiungere degli uomini e parole a quelli ricevuti per il concorso. Nell’occasione ricorda che i lettori sono invitati a proseguire l’invio di uomini e parole, al fine di ampliarne l’elenco in corso di pubblicazione sul sito e per dimostrare che la partecipazione era legata all’amore per la lingua italiana e non unicamente al premio in palio.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice còlossal, e non colòssal.

Uomini e parole rovinate

IPPOCRATE
Persona che agisce con insincerità.

Di Umberto Trinchero, fuori concorso oramai.

La Canzone Settimanale Enigmistica

La ventitreesima canzone, avete detto? Rispondono Pietro Scalzo (5+5), Paola Zucchi (5+4), M.Fisk (5+3), BettyBlu (5+2), Alberto Cacciari (5+1), Alby, Giuly, Marco Marcon, Maurizio Codogno, Fermassimo, Piero Fabbri, Nando Tomassoni, Michele (5).
La ventiquattresima canzone sarà a vostra disposizione fino a mercoledì 8 febbraio, e vi conferma una volta di più che il concorso di Omero Mazzesi è legato all’attualità.

Febbraio (7)