Posts Tagged ‘amici’

PLINTO; Maccheronico: SCOTCH; Parole di animali; Pelle; Perle

agosto 18, 2009

Plìnto
Dal latino plinthu(m), che è dal greco plínthos ‘mattone’, di etimologia incerta.
Sostantivo maschile.
1. (architettura) Base quadrangolare o poligonale su cui poggia una colonna.
Piastra di fondazione di un pilastro di cemento armato.
2. Attrezzo ginnico, costituito da più cassoni sovrapponibili a forma di tronco di piramide rettangolare, su cui si eseguono esercizi di salto e volteggio.
3. (araldica) Figura rettangolare simile nella forma a un mattone, di metallo o colorato.
4. (militare) Nei pezzi d’artiglieria, fascia della culatta.

Giapponese maccheronico

Scotch [pronuncia skotS]
Voce inglese; propriamente ‘scozzese’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Whisky scozzese.
2. Nome commerciale di un tipo di nastro autoadesivo.

Questo il significato italiano della parola. In inglese, invece, scotch significa unicamente scozzese e whisky scozzese.
Il nastro adesivo invece si chiama scotch tape.

Tutto ciò ce lo segnala Marco Marcon, il consulente di giapponese maccheronico della Parolata.

Parole di animali

Frinìre
Latino fritinnire, voce onomatopeica.
Verbo intransitivo [io frinìsco, tu frinìsci ecc.; ausiliare avere].
Detto della cicala, emettere il caratteristico verso.
Ci si aspetterebbe che il verso si chiamasse frinito, ma non è riportato sui dizionari.

Amici per la pelle

Il fiore è all’occhiello.

Perle dai porci

Calci Ligure ha dedicato un monumento ai suoi caduti. Hanno scritto: "Calci ai caduti".

Ce lo comunica un lettore senza nome (da non confondere con il lettore anonimo).

Annunci

EMANCIPAZIONE, DESPATCH MONEY; Marchi; Lettori; Amici

luglio 17, 2009

Emancipàre
Dal latino emancipare, composto di ex- che indica allontanamento e mancipare ‘alienare, vendere’.
Anche, anticamente, emanceppàre.
Verbo transitivo [io emàncipo ecc.].
1. Rendere libero: emancipare gli italiani dal dominio straniero.
2. (storia) Nel diritto romano, affrancare uno schiavo o un figlio soggetto alla potestà paterna.
(diritto) Attualmente, attribuire una capacità di agire, limitata agli atti di ordinaria amministrazione, al minore degli anni diciotto che abbia compiuto i sedici, anche come conseguenza dell’autorizzazione a contrarre matrimonio.
(estensione) Liberare da una soggezione, da un legame materiale o morale.
3. (disusato) Alienare, vendere.

Emancipàrsi
Verbo riflessivo.
Rendersi libero, indipendente da qualcuno o qualcosa, liberarsi da un vincolo di soggezione materiale o morale: emanciparsi dalla famiglia.

Emancipazióne
Dal latino emancipatione(m).
Sostantivo femminile.
L’emancipare, l’emanciparsi, l’essere emancipato.
(estensione) Liberazione da un vincolo, da una soggezione e simili.
Emancipazione femminile, raggiungimento, da parte della donna, della parità di condizioni sociali, economiche e giuridiche con l’uomo.

L’attento Alex Merseburger ci fa notare che queste parole di uso corrente derivano dal "mancipio" di ieri.

Una (parola) giapponese a Roma

Despatch money [pronuncia des’patS ‘mani]
Voce inglese, composto di despatch ‘invio’ e money ‘denaro’.
Anche dispatch money.
Sostantivo maschile.
(commercio) Premio dovuto al noleggiatore di una nave per operazioni di carico e scarico compiute in tempo minore rispetto ai termini previsti.

Marchi, non parole

Ferrochìna
Marchio registrato.
Sostantivo maschile invariabile.
Liquore tonico e ricostituente a base di ferro e di china.

I lettori ci scrivono

È sempre Alex Merseburger che ci scrive per spiegare meglio la parola "commoditizzazione", trattata dalla Parolata un po’ di tempo addietro. Grazie Alex.
— Negli anni ’80 e ’90 ho lavorato nell’industria dei fitofarmaci (insetticidi, fungicidi, erbicidi) e credo che l’espressione, sebbene allora non ancora in uso, significhi il passaggio, per una specialità chimica, da "patented product" a "commodity". Tale mutamento avviene  alla scadenza della Patent – brevetto (di norma valido per 18 anni) e naturalmente vale, oltre che per i fitofarmaci, anche per i farmaci umani e veterinari. Il prodotto divenuto "commodity", non più protetto da brevetto, diventa di libera produzione e vendita con conseguente crollo del prezzo. —

Amici per la pelle

La tensione si taglia col coltello.

PICCA, RIPICCA, HALISAH; Giuoco; Amici

maggio 14, 2009

Fiera del libro

Inizia oggi la Fiera del libro di Torino, e la Parolata sarà presente in tutti gli stand e in tutti i convegni che verranno organizzati.

Parole a confronto

Pìcca
Dal francese pique, di etimo incerto.
Sostantivo femminile.
1. Lunga asta con punta di ferro, usata un tempo come arma dalla fanteria.
(estensione) Il soldato munito di tale arma.
2. (plurale) Uno dei quattro semi delle carte da gioco francesi.

Pìcca
Dal francese pique, derivato di piquer ‘passare con una punta’, poi ‘punzecchiare’, di origine onomatopeica.
Sostantivo femminile.
Puntiglio dovuto a risentimento, orgoglio, ostinazione: fare qualcosa per picca.

Ripìcca
Dallo spagnolo repique, derivato di repicar ‘pungere di nuovo’, accostato all’italiano picca ‘puntiglio’.
Sostantivo femminile [plurale picche].
1. Dispetto fatto in risposta a un dispetto ricevuto: è stata una ripicca.
2. (disusato) Botta, stoccata di rimando: ferire di ripicca. Sinonimo: ripicco.

Una (parola) giapponese a Roma

Halisah [pronuncia hali’za*]
Voce ebraica, propriamente ‘liberazione’.
Sostantivo femminile invariabile.
Nel diritto ebraico, rinuncia formale da parte del fratello del defunto a prendere in moglie la vedova.

Frasi per giuoco

Rispondere picche
(figurato) rispondere con un deciso rifiuto.

Fante di picche
(figurato) persona presuntuosa.

Amici per la pelle

Alex Merseburger ci segnala un ottimo amico per la pelle: l’eventuale bella.
In una partita con rivincita c’è anche, sempre, l’eventuale bella.

ASBESTO, AMIANTO, TE DEUM; Amici; Perle

maggio 5, 2009

Parole a confronto

Asbèsto
Dal latino medievale asbestu(m), dal greco ásbestos, propriamente ‘inestinguibile’, da sbennymi ‘io spengo’, perché anticamente si credeva che, una volta acceso, non si potesse più spegnere.
Sostantivo maschile.
(antico, letterario) Amianto.

Amiànto
Dal latino amiantu(m), che è dal greco amíantos ‘incorruttibile’.
Sostantivo maschile.
Nome comune ad alcune varietà fibrose di silicati che, per la flessibilità dei filamenti e la resistenza al fuoco e agli attacchi chimici, si impiegano per tessuti ignifughi e per la confezione di crogioli.

Una (parola) giapponese a Roma

Te Deum [pronuncia te’dEum]
Locuzione latino; composto delle parole iniziali dell’inno: Te Deum laudamus ‘lodiamo Te, Dio’.
Anche, popolare, tedeum.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Inno liturgico cattolico di lode e ringraziamento a Dio composto tra il IV e il V secolo, e ancor oggi recitato o cantato in occasione di particolari solennità.
2. La composizione vocale e strumentale che accompagna il testo di tale inno: un Te Deum di Mahler.

Amici per la pelle

L’estate, udite udite, scoppia. Strano ma vero.

Perle dai porci

A Mocchie, una frazione sopra Condove, in provincia di Torino, c’è un cartello stradale che dice:
"Attenzione – Strada a larghezza limitata"

EPITAFFIO, CLOU; Scrivo; Amici

marzo 27, 2009

Epitàffio
Dal latino epitaphiu(m), dal greco epitáphios (lógos) ‘(discorso) funebre’, composto di epí ‘sopra’ e táphos ‘tomba’.
Anche letterario epitàfio, antico o popolare pitàffio e patàffio.
Sostantivo maschile.
1. Presso gli antichi Greci, orazione funebre composta per celebrare pubblicamente i caduti in guerra e gli eroi nazionali.
2. Iscrizione celebrativa tombale, specie se contiene parole di lode per il defunto.
3. (figurato, scherzoso) Scritto pomposo e confuso.

Una (parola) giapponese a Roma

Clou [pronuncia klu]
Voce francese; propriamente ‘chiodo’.
Sostantivo maschile invariabile.
Punto culminante, momento di massima attrazione o tensione: il clou dello spettacolo, della festa.
Usato anche come aggettivo invariabile: partita, incontro clou.

Scrivo perché

Scrivo per capire perché scrivo.
chinalski

Amici per la pelle

L’ignoranza è sempre beata, o al limite santa.
Si dice di chi è all’oscuro di fatti o situazioni e in conseguenza di ciò è senza dubbi e preoccupazioni.