Archive for febbraio, 2020

R- Felibrismo, Polo; Marchi: Gore-Tex; Perle

febbraio 28, 2020

Newsletter originale del 7/5/2005

Felibrìsmo
Derivato di felibro.
Sostantivo maschile.
Movimento letterario promosso ad Avignone intorno alla metà dell’Ottocento con lo scopo di far rivivere la letteratura e la cultura occitanica, dando nuovo impulso al provenzale e agli altri dialetti della Francia meridionale.

Felìbro
Dal provenzale moderno félibre, probabilmente dal latino tardo fellebre(m) ‘poppante’, derivato di fellare ‘succhiare’, dal titolo di un racconto popolare.
Sostantivo maschile.
Ciascuno dei sette poeti che nel 1854, sotto la guida di F. Mistral (1830-1914), fondarono il felibrismo.

Una (parola) giapponese a Roma

Pòlo
Dall’inglese polo, dal tibetano pulu ‘palla’; come sostantivo femminile deriva dal francese polo.
Sostantivo maschile invariabile.
(sport) Gioco che si disputa fra due squadre di quattro cavalieri che cercano di mandare nella porta avversaria una palla rigida colpendola con una mazza.

Sostantivo femminile invariabile.
Indumento di maglia con collo piccolo e allacciatura a due bottoni, come quello indossato dai giocatori di polo.

Marchi, non parole

Gore-Tex
Dal nome di B. Gore che nel 1969 utilizzò in campo tessile un metodo inventato dal padre W. L. Gore (1912-1986) per isolare i cavi elettrici; marchio registrato.
Sostantivo maschile invariabile.
Membrana a base di politetrafluoroetilene (PTFE) espanso dotata di elevate caratteristiche di impermeabilità all’acqua e permeabilità al vapore acqueo, utilizzata in diversi settori quali quello tessile, industriale, elettronico e medicale.

Gore-tex è un marchio di Mauro Cociglio.

Perle dai porci

"Vi riinvio questa mia, scusandomi della precedente per gli errori ortografici che ora ho cerretto."
Appunto al termine di una lettera.

Segnalata da Emanuela Gastaldi.

R- Mendace, Menda, Emendare, Pony; Marchi; Perle

febbraio 27, 2020

Newsletter originale del 6/5/2005

Parole a confronto

Mendàce
Dal latino mendace(m), derivato di menda.
Aggettivo.
(letterario) Che dice menzogne; che contiene menzogne: uomo, testimone mendace; parole, promesse mendaci.

Mènda
Latino menda(m) ‘errore commesso nello scrivere o nel parlare’.
Sostantivo femminile.
(letterario) Difetto, errore, manchevolezza.

Mendàcio
Dal latino mendaciu(m), derivato di mendax -acis ‘mendace’.
Sostantivo maschile.
(letterario) Menzogna, falsità; è frequente nel linguaggio giudiziario.

Emendàre
Dal latino emendare, composto di ex- ‘via da’ e menda ‘menda, difetto’.
Verbo transitivo [io emèndo ecc.].
Liberare da difetti o imperfezioni; correggere: emendare lo stile, il carattere.
Emendare un testo: (filologia) correzione congetturale proposta per un testo corrotto o lacunoso in tutta la tradizione.
Emendare un progetto di legge: nella terminologia parlamentare, modificare un progetto nel corso della discussione parlamentare.
Emendare un terreno: (agricolo) migliorarne la costituzione fisico-chimica aggiungendovi gli elementi di cui è privo o troppo povero.

Emendarsi
Verbo riflessivo.
Correggersi.

Mendàre
Da emendare, per aferesi.
Verbo transitivo [io mèndo ecc.].
(antico) Emendare, correggere; riparare a un danno.

Una (parola) giapponese a Roma

Pony [‘pOni]
Voce inglese, dallo scozzese powney, a sua volta forse dal francese antico poulenet, diminutivo di poulain ‘puledro’; nel secondo significato è abbreviativo di Pony Express, nome registrato di una società di recapiti urbani.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Cavallo di piccola taglia dal pelo ruvido e lungo, di indole mite e molto resistente alla fatica, originario della Scozia e dell’Irlanda; è usato specialmente per i lavori alle miniere e come cavallo da sella per i bambini.
2. Fattorino motorizzato che lavora per conto di una società privata di recapiti postali urbani celeri.

Marchi, non parole

Pony express è proposto da Marco Marcon.

La classifica ad oggi è la seguente:
Marco Marcon 50
Mauro Cociglio 22
Piero Fabbri 16
Mauro Palma 8
Paola Cinato 4
Paolo Campia 2
Alessandro Rigallo 2
Massimo Chiappone 1

Perle dai porci

"Al Pontefice potrebbe essere inserito un sondino nello stomaco per facilitare la respirazione e, soprattutto, l’alimentazione."
Sul sito di Repubblica, segnalato da Marco Marcon.

R- Mentecatto, Sherpa; Marchi: Freon; La sai!

febbraio 26, 2020

Newsletter originale del 4/5/2005

Mentecàtto
Dal latino mente captu(m) ‘privato del senno’, composto di mìns mentis ‘mente’ e captus, participio passato di capere ‘prendere, portar via’.
Aggettivo e sostantivo maschile [femminile mentecatta].
Infermo di mente; usato per lo più con intenzione ingiuriosa: comportarsi da mentecatto; è un povero mentecatto!

Una (parola) giapponese a Roma

Sherpa [‘SErpa]
Adattamento del tibetano Sharpa, propriamente ‘abitante delle regioni orientali’.
Sostantivo maschile invariabile.
Portatore o guida indigena delle regioni dell’Himalaia.

Marchi, non parole

Frèon
Sostantivo maschile invariabile.
Marchio registrato, nome commerciale di idrocarburi gassosi, atossici e ininfiammabili, contenenti cloro e fluoro, usati come propellenti per aerosol e spray o come refrigeranti.

Da Marco Marcon.

La sai l’ultima!

Pierino: "Maestra, chi era il dio dei mari?"
Maestra: "Nettuno."
Pierino: "Non è pottibile, qualcuno dovrà pur ettere!"

Bella e anche nota.

R- Collirio, Unguento, Balsamo, Ashanti; Marchi: Skai; Nomididire

febbraio 25, 2020

Newsletter originale del 3/5/2005

Parole a confronto

Collìrio
Dal latino collyriu(m), dal greco kollyrion ‘unguento’.
Sostantivo maschile.
Medicamento liquido per gli occhi.

Unguènto
Dal latino unguentum, derivato di ungere ‘ungere’.
Sostantivo maschile.
1. Preparato farmaceutico per uso esterno, costituito da un miscuglio untuoso, a base di grassi, in cui è incorporata la sostanza medicinale.
(figurato raro) Rimedio di natura morale; balsamo.
2. Pomata odorosa, usata un tempo come profumo.

Bàlsamo
Dal latino balsamu(m), e questo dal greco bálsamon.
Sostantivo maschile.
1. Sostanza oleo-resinosa profumata che si ricava da alcune piante, con proprietà medicinali.
2. (estensione) Rimedio che lenisce un dolore.
(figurato) Conforto, sollievo: quelle parole furono un balsamo al mio dolore.

Una (parola) giapponese a Roma

Ashanti [aS’Santi]
Da un nome indigeno.
Anche asciànti.
Aggettivo e sostantivo maschile e femminile invariabile.
Che, chi appartiene a una popolazione africana del Ghana e della Costa d’Avorio.

Marchi, non parole

Skài
Sostantivo maschile invariabile.
Nome commerciale, tipo di similpelle robusta per valigeria e arredamento.

È Marco Marcon che colpisce infallibile.

Nomi di dire

Avere gli occhi di Argo
Argo, nella mitologia greca, era figlio di Agenore e di Gea. Si diceva che avesse cento occhi, che dormivano e vegliavano a turni di cinquanta, ed era dotato di una forza immane.
Il detto significa guardare con molta attenzione.

PrltR- Redivivo, Coolie; Marchi: Sofficino; Parole e uomini

febbraio 24, 2020

Newsletter originale del 2/5/2005

Redivìvo
Dal latino redivivu(m) ‘restaurato, rimesso a nuovo’, ma anche ‘risuscitato’, perché ritenuto erroneamente composto di re(d)- ‘di nuovo’ e vivus ‘vivo’.
Aggettivo.
1. Tornato in vita; che ha le doti, le qualità di una persona estinta: quel ragazzo sembra suo nonno redivivo.
2. (scherzoso) Si dice di persona che si rifà viva dopo tanto tempo.

Una (parola) giapponese a Roma

Coolie [‘kuli]
Voce inglese; dall’indostano kuli, forse dal nome di una popolazione indiana.
Sostantivo maschile invariabile.
Servo, portatore, lavoratore asiatico.

Marchi, non parole

Sofficìno
Sostantivo maschile.
Marchio registrato da Findus, crèpe surgelate ripiene da cucinare in olio o nel forno.

Sofficino è di Mauro Cociglio.

Parole e uomini

Càliga
Dal latino caliga(m).
Sostantivo femminile.
Sorta di sandalo dei soldati romani con suola ferrata e corregge di cuoio.
Caligola, diminutivo di caliga, fu il Soprannome dell’imperatore romano Gaio Cesare Germanico (37-41 d.C.) che gli venne dato dai soldati delI’esercito del Reno comandato dal padre, in mezzo ai quali trascorse parte della fanciullezza.

Caliga e caligola son proposti da un redivivo Piero Fabbri.