Posts Tagged ‘perle’

R- Quirite, Paddock; Paesi; Retorica; Perle

gennaio 19, 2018

Quirìte
Dal latino Quirite(m), forse dal nome della città sabina di Cures.
Sostantivo maschile.
Il cittadino di Roma antica; antico romano: il reduce quirite (Carducci).
Usato anche come aggettivo: la virtù quirite (Carducci).

Una (parola) giapponese a Roma

Paddock [‘padok]
Voce inglese, propriamente ‘recinto’, di etimologia incerta.
Sostantivo maschile invariabile.
1. (zootecnia) Recinto esterno annesso a una stalla, in cui gli animali (bovini, suini e equini) possono rimanere all’aperto.
2. Recinto all’interno dell’ippodromo, ove i fantini montano in sella e passeggiano coi loro cavalli prima della corsa.
3. (automobilismo) Negli autodromi, recinto dove i meccanici lavorano alle automobili da corsa.

Nomi di paesi, la parola

Quirite è di Marco Marcon.

La retorica per tutti

Enumerazióne
Voce dotta, latino enumeratione(m), da enumerare ‘enumerare’.
Sostantivo femminile.
(linguistica) Figura retorica che consiste nel raggruppare per coordinazione una serie di parole e di concetti: Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, / le cortesie, l’audaci imprese io canto (Ariosto).
Nella retorica classica, riepilogo ordinato dei punti salienti di un discorso precedente.

Perle dai porci

"Vi prego di riscontrarci sulla fattibilità e i tempi della cosa. […] Le previsioni commerciali (sfidanti anzichenò…) traguardano varie migliaia di Clienti entro il prossimo anno."

Offerta da Andrea Laganà.

Annunci

R- Incunabolo, Canter; Paesi; Nomididire; Perle

gennaio 17, 2018

Incunàbolo
Dal latino incunabula, neutro plurale, propriamente ‘fasce’, derivato di cunae ‘culla’, da cui ‘origine, primo inizio’; il significato bibliografico di ‘primo prodotto dell’arte tipografica’ deriva dal titolo "Incunabula typographiae" del primo elenco di libri stampato nel 1688.
Anche incunàbulo.
Sostantivo maschile.
1. Libro stampato nel secolo XV, quando l’arte della stampa era agli inizi.
2. (plurale, figurato, letterario) Le prime origini: la storia de’ primi ed oscurissimi incunaboli della società (Leopardi).

Una (parola) giapponese a Roma

Canter [‘kanter]
Voce inglese; abbreviazione di Canterbury gallop ‘galoppo di Canterbury’ per l’andatura lenta che si supponeva avessero i cavalli dei pellegrini diretti al santuario di San Tommaso Becket in Canterbury.
Sostantivo maschile.
Nell’ippica, breve corsa di riscaldamento, a velocità ridotta, che si fa compiere ai cavalli prima della gara.
(estensione) Corsa facile o vinta con facilità: vincere in un canter, affermarsi senza difficoltà, usato anche per altri sport.

Nomi di paesi, la parola

Bùlgaro
Aggettivo, della Bulgaria.
Sostantivo maschile.
1. Chi è nato, chi vive in Bulgaria.
2. La lingua dei bulgari.
3. Varietà di cuoio rosso cupo, odoroso, per lavori fini di pelletteria.
4. Varietà di profumo.

Bulgaro e canter sono del Marcon.

Nomi di dire

Estate di San Martino
Periodo di buona stagione che si verifica solitamente verso l’11 novembre, giorno di tale santo. In America è detta estate
indiana.

Proposta da Piero Mozzone.

Perle dai porci

"Anche se pieni di lacrime è meglio tenerli aperti."
Dai cartelloni pubblicitari delle pompe funebri Giubileo. Si intendevano gli occhi.

R- Boiardo, Limerick; Paesi; Nomididire; Perle

gennaio 10, 2018

Boiàrdo
Anche boiáro.
Russo bojar, di etimologia discussa: forse dall’aggettico turco antico bai ‘ricco’col suffisso persiano -ar, cioè ‘uomo ricco, nobile’.
Sostantivo maschile.
1. In epoca zarista, nobile russo o slano proprietaeio terriero.
2. (figurato, spregiativo) Alto dirigente, specialmente di un ente economico pubblico.

Una (parola) giapponese a Roma

Limerick [‘limerik]
Voce inglese; forse dal nome della città irlandese di Limerick.
Sostantivo maschile invariabile.
Filastrocca inglese di cinque versi, per lo più di contenuto deliberatamente assurdo, paradossale o salace.

Nomi di paesi, la parola

Carronàta
Da Carron, località della Scozia, dove questo cannone fu costruito per la prima volta.
Anche caronàta.
Sostantivo femmiinile.
Corto cannone in uso sulle navi da guerra a vela dei secoli XVIII e XIX.

Il nostro eroe Marco Marcon propone limerick e carronata.

Nomi di dire

Pazienza di Giobbe
La massima pazienza di cui un essere umano è capace. Deriva da Giobbe, personaggio del libro biblico omonimo, che nonostante fosse messo alla prova da numerose disgrazie sopportò tutto pazientemente e non perse la fede in Dio.

Di Marco Marcon.

Perle dai porci

"Pronto, pronto, qui abbiamo dei problemi con i telefono fissi. È da stamattina che triggheriamo…"

Sentita all’interno di una nota compagnia telefonica e proposta da Pino De Noia.

R- Girondino, Pastiche; Paesi; Libro; Perle

gennaio 5, 2018

Girondìno
Dal francese girondin, da Gironde ‘Gironda’.
Aggettivo e sostantivo maschile.
Appartenente al gruppo politico formatosi intorno ai deputati del dipartimento della Gironda, che durante la rivoluzione francese rappresentò l’ala moderata dell’Assemblea legislativa, in contrapposizione ai giacobini.

Una (parola) giapponese a Roma

Pastiche [pas’tiS]
Voce francese, propriamente ‘pasticcio’, dall’italiano pasticcio.
Sostantivo maschile.
Opera letteraria o artistica il cui autore ha imitato lo stile di altri autori, o vi si è ispirato.

Nomi di paesi, la parola

Toscanèlla
Derivato di toscano.
Sostantivo femminile.
Bottiglia da vino di circa un litro e mezzo, di forma simile al fiasco ma priva del tipico rivestimento di paglia.

Di Marco Marcon, e anche girondino.

Se questo è un libro

Simone Toniolo, oltre ad sostenere "Il profumo", propone.

— "In fuga" di Anne Michaels. Un romanzo che è sospeso tra la poesia e la prosa e racconta di persone che si ritrovano dopo essersi persi nei dolori della vita. —

Perle dai porci

"Che aiuto può venire all’acne dalle piante?"
"Diciamolo: l’acne è una bestia."

Un simpatico siparietto a una trasmissione medica sulla Rai.

R- Pertinenza, Rape; Paesi; Nomi di dire; Perle

dicembre 27, 2017

Pertinènza
Derivato di pertinente.
Sostantivo femminile.
1. L’essere pertinente: la pertinenza di una domanda.
(burocratico) Essere di pertinenza di: essere di competenza, di spettanza; la materia è di pertinenza del prefetto; le questioni amministrative non sono di pertinenza di questo ufficio.
(non comune) Appartenenza, diritto di proprietà o di possesso: una certa casa di pertinenza d’un tal Moscarda (Pirandello).
2. (diritto) Ciò che è durevolmente congiunto a un bene (cioè posto al suo servizio o al suo ornamento) per migliorarne le condizioni d’uso, la funzionalità, il valore.

Pertinenziàle
Aggettivo.
(diritto) Di, della pertinenza: vincolo pertinenziale.

Pertinènte
Dal latino pertinens -entis, participio presente di pertinere ‘appartenere, riguardare’, composto di per- e tenere ‘tenere’.
Anche, antico, pertenènte.
Aggettivo.
Propriamente, che appartiene a qualcuno o a qualcosa, e più comunem. che riguarda direttamente e più o meno strettamente un determinato oggetto o una sfera concettuale: verità e cose pertinenti al buon governo dell’uomo (Muratori); spesso con uso assoluto: domanda, risposta pertinenti.
Nel linguaggio amministrivo e burocratico, le indagini pertinenti a questo ufficio: che sono di sua competenza.
In linguistica, con accezione propria, di elemento linguistico che in un determinato sistema ha una funzione precisa (e non pertinenti, o irrilevanti, gli elementi che non hanno tale funzione); in particolare, tratto pertinente: tratto fonico che, in una determinata lingua, ha abitualmente valore distintivo nella realizzazione di un fonema: per esempio, la vibrazione è un tratto pertinente, in italiano, nella realizzazione dei fonemi ‹l› e ‹r›, mentre non lo è in giapponese; la velarità della n ‹ṅ› di panca e angolo è invece un tratto non pertinente in italiano.

Una (parola) giapponese a Roma

Rapé
Dal francese râpé, participio passato di râper ‘grattugiare’.
Aggettivo e sostantivo maschile.
Si dice di un tipo di tabacco scuro da fiuto, usato specialmente nel secolo XVIII: chi di lui Può … più fiate D’atro rapé solleticar le nari? (Parini); quella lagrima, per la sua bocca, era quel che per il naso sarebbe stato un pizzico di rapé (Pirandello).

Nomi di paesi, la parola

Chantilly [Santi’ji]
Voce francese; dal nome della città di Chantilly in Francia, nota nei secoli XVIII e XIX per le sue fabbriche di porcellane (porcelaine de Chantilly), per l’industria dei merletti (dentelles de Chantilly), e per l’allevamento di cavalli da corsa e un famoso campo di corse.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Sorta di pizzo pregiato.
2. Tipo di stivale da cavallerizzo di pelle lucida.
3. Panna montata dolce aromatizzata alla vaniglia.

Aggettivo.
Panna, crema chantilly; pizzo chantilly.

Fescennìno
Voce dotta, latino fescenninu(m), dalla città di Fescennia.
Aggettivo.
1. (letterario) Detto di carme popolare, tipico degli antichi latini, di carattere salace, eseguito durante feste agresti.
2. (estensione, letterario) Sfrenato, licenzioso.

Sostantivo maschile.
(letterario) Carme fescennino.

Per chantilly e fescennino Berillio Luzcech si guadagna due punti, grazie ai quali insidia da vicino Marco Marcon.

Nomi di dire

Volo pindarico
Brusco passaggio da un argomento all’altro, nel parlare o nello scrivere, con allusione a una caratteristica dello stile immaginoso del poeta greco Pindaro, circa 518-438 a.C.

Proposta da Mauro Cociglio.

Perle dai porci

"Infatti alcune delle proposte discusse provengono da esigenze emerse dagli interlocutori "vicini" a Xxx (es. Yyy) mentre per altri argomenti scaturiti da una proposta interna non sono mai stati discussi con dovizia di particolari e su cui forse non abbiamo fatto attenzione in che modo ci proponiamo in ottica 2004."

Un anonimo propone questa frase illuminante.