Archive for dicembre, 2018

R- Ondina, Lehm; Uomini; Perle

dicembre 31, 2018

Ondìna
Tedesco Undine, dal latino umanistico di Paracelso undina, da unda ‘onda’.
Sostantivo femminile.
1. Personaggio leggendario femminile delle tradizioni folcloriche germaniche, abitante di fiumi e laghi.
2. (figurato) Nuotatrice particolarmente brava.

Una (parola) giapponese a Roma

Lehm [lem]
Voce di area germanica e origine indeuropea (da una radice lei- col significato di ‘viscido’).
Sostantivo maschile invariabile.
(geologia) Deposito argilloso-sabbioso incoerente, ricco di ossidi e idrossidi di alluminio e ferro.

Uomini e parole

Ondina verrà considerata uomo e parola.

Perle dai porci

"Verranno estratti i fortunati vincitori del proprio viaggio."
Dal bando di concorso organizzato da "Il cercavacanze".

R- Panlogismo, Ratio legis; Paesi; Nomididire; Perle

dicembre 28, 2018

Panlogìsmo
Dal tedesco Panlogismus, composto del greco pân ‘tutto’ e un derivato di lógos ‘idea, principio razionale’.
Sostantivo maschile.
Sistema filosofico che identifica tutta la realtà con la ragione e non pone nulla al di fuori di questa; in particolare, nel sistema filosofico hegeliano, la risoluzione dialettica di ogni aspetto irrazionale della realtà nella finale sintesi del sapere assoluto e dello Spirito.

Una (parola) giapponese a Roma

Ratio legis [‘rattsio ‘lEdZis]
Locuzione latina; propriamente ‘ragione della legge’.
Locuzione sostantivale femminile invariabile.
Locuzione usata per indicare lo scopo di una legge o di una norma giuridica.

Nomi di paesi, la parola

Moplèn
Da Mo(ntecatini) P(olipropi)len(e).
Sostantivo maschile invariabile.
Nome commerciale del polipropilene isotattico.

Nomi di dire

Fare come l’asino di Buridano
Rimanere incerti sulla decisione da prendere.
Giovanni Buridano era un filosofo scolastico francese del secolo XIV. È famoso per il suo esempio su un asino (conosciuto come asino di Buridano), il quale, indeciso se mangiare la biada che aveva alla sua destra e quella che aveva alla sua sinistra, si lasciò morire di fame.

Perle dai porci

"[…]
DRINK
LAP. DANCE
MUSIC
END
… TRASGRESSION"

Pubblicità del Samara’s club, locale equivoco torinese.

R- Ascaro, Tabi; Paesi; Accento; Nomididire; Perle

dicembre 27, 2018

Àscaro
Dall’arabo askari ‘soldato’.
Sostantivo maschile.
1. (storia) Soldato indigeno delle colonie italiane di Eritrea e Somalia.
2. (spregiativo, non comune) Nel linguaggio politico, chi non ha un proprio programma, chi svolge un ruolo gregario: gli ascari parlamentari.

Una (parola) giapponese a Roma

Tabì [ta’bi]
Dall’arabo ‘attabi, che è dal nome di un quartiere di Baghdad, al-‘Attabiyya, dove si fabbricavano stoffe.
Sostantivo maschile invariabile.
Tessuto di seta pesante, specie di grosso taffettà marezzato che si utilizza per fodere e abiti di pregio.

Nomi di paesi, la parola

Tabì è un paese.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice àscaro, e non ascàro.

Nomi di dire

Essere il gallo della Checca
Essere il solo maschio fra tante donne oppure quello che le prende tutte, dongiovanni.

Perle dai porci

"… e Appiah ha un naso appena operato e andrà soltanto in panchina."
Fonte: SPR, 11 maggio 2004.

R- Launegildo, Mufti; Word!; Luoghi; La sai!

dicembre 24, 2018

Launegìldo
Dal latino medievale launichildu(m), voce di origine germanica, composto di launa ‘preda’, poi ‘ricompensa’, e gild ‘denaro’; propriamente ‘denaro a titolo di compenso’.
Sostantivo maschile.
(storia) Nel diritto longobardo, oggetto o somma di denaro che, in caso di donazione, il donatario doveva offrire al donatore come corrispettivo simbolico del dono ricevuto.

Una (parola) giapponese a Roma

Mufti [muf’ti]
Dall’arabo mufti.
Sostantivo maschile invariabile.
Nel mondo islamico, esperto nella legge coranica, al quale è riconosciuta l’autorità di emettere giudizi in materia giuridico-religiosa.

The word, revealed!

Il contributo della Parolata alla pronuncia di ghoti è che non si pronuncia affatto.
GH e O come il gh e la o di through; T come la t di whistle; I come la i di fruit.

Luoghi di dire

Fare come la gatta di Masino
Significa fingere di dormire o di non vedere.
Non sono riuscito a trovare maggiori delucidazioni circa questo luogo di dire (Masino è una frazione di Caravino, in provincia di Torino, o non sarà mica un uomo di dire?), tranne che è citato, forse per la prima volta, da Pietro Aretino negli "Strambotti a la villanesca".

La sai l’ultima!

Dialogo tra due signori.
– Scusi signore se la disturbo ma lei ha un’oliva nell’orecchio.
– Come?
– Dico, ha un’oliva nell’orecchio!
– Parli più forte, non sento, non vede che ho un’oliva nell’orecchio?

Mauro Cociglio propone vecchie barzellette.

Feluca, Abuna; Abita; Religiose; Rovinata

dicembre 21, 2018

Felùca
Voce di origine araba, attraverso lo spagnolo faluca e il francese felouque; nel secondo significato, così chiamato scherzosamente per la somiglianza di forma col veliero.
Sostantivo femminile.
1. Piccolo veliero diffuso nei secoli scorsi nel Mediterraneo, attrezzato con due alberi a calcese, ciascuno con una vela latina, e senza bompresso.
2. Cappello a due punte, di origine settecentesca, usato dagli ufficiali delle marine militari e dagli ufficiali generali di tutte le armi con la divisa di gala o con la gran divisa, da ministri, diplomatici, accademici in alta uniforme ecc.
(figurato) Il grado, la carica contraddistinti dalla feluca e, in alcuni casi, la dignità accademica: aspirare alla feluca.

Una (parola) giapponese a Roma

Abuna [a’buna]
Dall’antica lingua etiopica ge῾ez, abuna ‘padre nostro’.
Sostantivo maschile.
Titolo che, in Etiopia, suole precedere il nome dei monaci.
(antonomasia) Isolato, anche nella forma abbreviata abun, viene usato per designare il metropolita, monaco copto scelto per tale carica e inviato in Etiopia, nel passato, dal patriarca copto di Alessandria d’Egitto.

Abita come mangi

Gli abitanti di San Leo, comune in provincia di Rimini, si chiamano leontini.

Antonomasie religiose

Il popolo eletto, per antonomasia, è il popolo ebreo.

La parola rovinata

Speciale filosofia

TOMMASO CAMPANNELLA
Il filosofo noto per i suoi numerosi scioperi della fame,

Di Pietro Scalzo.