Archive for dicembre, 2016

R- Stentore, Stentoreo, Blitz; Uomini; Accento; Perle

dicembre 30, 2016

Sténtore
Dal latino Stentore(m), dal greco Stentor ‘stentore", eroe omerico dal potente grido di guerra.
Sostantivo maschile.
(antonomasia, letterario) Uomo dalla voce potente: sdegna d’alzare / fra il rauco suon di Stentori plebei / tu’ amabil voce (Parini).

Stentòreo
Da Stentore.
Aggettivo.
Chiaro e forte, detto della voce umana: con la sua voce stentorea di mise a narrare certe storielle (Svevo).

Una (parola) giapponese a Roma

Blitz
Inglese blitz, dal tedesco Blitzkrieg, propriamente ‘guerra lampo’.
Sostantivo maschile invariabile.
Operazione militare o di polizia, caratterizzata dall’imprevedibilità dell’attacco e dalla rapidità dell’esecuzione.
(estensione) Nel linguaggio giornalistico o familiare, azione di forza molto rapida, colpo di mano.

Uomini e parole

Tontìna
Dal nome del banchiere napoleonico L. Tonti (1630 – 1695) che propose al cardinal Mazzarino questa forma assicurativa.
Sostantivo femminile.
Un tempo, rendita vitalizia reversibile ai superstiti della società che la costituiva.

Stentore e tontina, parola inutile, sono di Marco Marcon.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice adùlo, e non àdulo.

Perle dai porci

"Per garantire al cliente *** un’offerta di qualità, DW intende remunerare i C.P. per i contenuti proposti in bundle sulla base dello usage: i C.P. sono così incentivati a produrre contenuti appealing."

Proposta da Marco Marcon, contenuta in una presentazione.

Annunci

R- Celia, Chicano; Uomini: Ismaelita; Accento; Perle

dicembre 29, 2016

Cèlia
Etimologia discussa: da Celia, nome di una commediante che interpretava la parte della serva.
Sostantivo femminile.
(letterario o toscano) Scherzo, specialmente verbale. Sinonimo: beffa.
Per celia: per scherzo.
Mettere qualcuno in celia: canzonare.
Reggere alla celia: stare allo scherzo.
Fare celia: (raro) scherzare.

Una (parola) giapponese a Roma

Chicano [tSi’kano]
Voce dello spagnolo del Messico, alterazione di mejicano ‘messicano’.
Anche xicano.
Sostantivo maschile (femminile chicana) invariabile e aggettivo.
Persona di origine messicana che vive negli Stati Uniti, anche cittadino americano figlio di genitori messicani.

Uomini e parole

Ismaelìta
Dal nome del patriarca Ismaele.
Sostantivo maschile e femminile e aggettivo.
Arabo.

Celia è del nostro beneamato Marco Marcon. Ed è pure strana.
Anche ismaelita è del mitico.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice abbacìno, e non abbàcino, voce del verbo abbacinare: abbagliare.

Perle dai porci

"… e qui taccio perché apro una finestra sul mondo."

Il tipo della videoconferenza, proposto da Martina Ferro.

R- Mutria, Mutatis mutandis; Uomini; Perle

dicembre 28, 2016

Mùtria
Forse dal greco moderno môutro ‘faccia’, che poté penetrare in Italia attraverso Venezia.
Sostantivo femminile.
(letterario) Atteggiamento del viso improntato a superbia o altezzosità: Giustino, seccato di quella mutria persistente della moglie, scrollò le spalle (Pirandello).

Una (parola) giapponese a Roma

Mutatis mutandis [mu’tatis mu’tandis]
Locuzione latina; propriamente ‘cambiate (mutatis) le cose che sono da cambiare (mutandis)’.
Locuzione avverbiale.
Fatti i debiti mutamenti, fatte le correzioni necessarie; si usa per indicare la sostanziale identità di due fatti, al di là delle differenze contingenti: ci troviamo, mutatis mutandis, nella stessa situazione.

Uomini e parole

Berétta
Dal cognome di Pietro Beretta, fondatore nel 1680 della fabbrica.
Sostantivo femminile.
Marchio registrato. Pistola automatica prodotta in vari modelli da una fabbrica d’armi da fuoco italiana.

Frànklin
Voce inglese; dal nome dell’inventore, l’americano B. Franklin (1706-1790).
Aggettivo.
Solo nella locuzione stufa o caminetto franklin, tipo di stufa da salotto, aperta sul davanti come un caminetto, rivestita esternamente di ceramica decorata.

Beretta e franklin sono di Marco Marcon.

Perle dai porci

"Non mettiamo un chiodo nel muro neanche a buttarci per terra."

Martina Ferro in videoconferenza.

R- Brattea, Glumetta, Necessaire; Uomini; Accento; Perle

dicembre 27, 2016

Parole a confronto

Bràttea
Dal latino bractea(m) ‘sottile foglia metallica’.
Sostantivo femminile.
1. (botanica) Piccola foglia che ricopre il fiore prima che sbocci.
2. Lamina di metallo prezioso decorata con incisioni e usata come ornamento.

Glumétta
Propriamente diminutivo di gluma.
Sostantivo femminile.
(botanica) Ciascuna delle due brattee, interne alle glume, che coprono i fiori delle graminacee.

Una (parola) giapponese a Roma

Nécessaire [nese’sEr]
Voce francese; propriamente ‘necessario’.
Sostantivo maschile invariabile.
Astuccio, borsetta in cui sono contenuti gli oggetti necessari per un determinato scopo: un nécessaire da viaggio, da toletta; il nécessaire per le unghie.

Uomini e parole

Bàcco
Latino, Bacchu(m), nome del dio della vite, del vino, dell’ebrezza, corrispondente al greco Dioniso.
Sostantivo maschile.
1. (lettarario) il vino stesso.
2. (estensione) Il bere, il vizio di bere: essere dedito a Bacco; gli effetti di Bacco. Proverbio: Bacco, tabacco e Venere riducon l’uomo in cenere.
3. In locuzioni dell’uso familiare di origine eufemistaca: per Bacco! (o perbacco), corpo di Bacco!: per esprimere meraviglia, stupore, stizza e simili.

Vènere
Latino Venere(m) ‘Venere’, nome della dea romana della bellezza e dell’amore, corrispondente alla greca Afrodite.
Sostantivo femminile.
1. Venere, (astronomia) il secondo pianeta in ordine di distanza dal Sole.
2. Donna eccezionalmente bella: si crede una venere; non è una venere, (eufemistico) si dice di donna piuttosto brutta. Monte di venere, (anatomia) cuscinetto adiposo situato nella regione pubica femminile.
3. (letterario) L’amore fisico: i piaceri di venere.
4. (plurale, letterario) Bellezze, pregi, ornamenti: le veneri dello stile, della lingua.
5. (anche maschile, antico, dialettale) Venerdì: la santa venere, il venerdì santo. Proverbio: né di venere né di marte, non si sposa né si parte.

Due ottime parole di Marco Marcon.

L’accento, questo sconosciuto

Àrista
Etimo incerto
Sostantivo femminile.
Schiena del maiale macellato, comprendente la lombata con le costole; l’arrosto che si prepara con tale parte.

Arìsta
Dal latino arista(m) ‘spiga, resta della spiga’.
Sostantivo femminile.
1. (botanica) Prolungamento filiforme della glumetta inferiore di alcune graminacee; resta
2. (letterario) spiga.

Perle dai porci

"Se faccio la media del pollo, ho un punto di accumulazione."

Martina Ferro e il suo amico di videoconferenza.

R- Druso, Peon; Uomini; La sai!; Perle

dicembre 23, 2016

Drùso
Dall’arabo Duruz, dal nome del fondatore della setta, l’egiziano al-Darazi (secolo XI).
Sostantivo maschile [femminile drusa].
Ciascuno degli appartenenti a una comunità etnico-religiosa stanziata in Siria, Libano e Israele, che professa una religione esoterica islamica.

Una (parola) giapponese a Roma

Peon [pe’on]
Voce spagnola, propriamente ‘pedone’, da pie ‘piede’.
Sostantivo maschile (plurale peones).
1. Lavoratore giornaliero non qualificato, meticcio o indiano, dell’America latina, in condizione servile o comunque poverissima.
2. (al plurale, politica) Specialmente nel linguaggio giornalistico degli anni ’80, l’insieme dei parlamentari appartenenti ai grandi partiti, privi di effettivo potere decisionale all’interno degli stessi: i peones della maggioranza.

Uomini e parole

Druso è di Mauro Cociglio.

La sai l’ultima!

Occhio per occhio?
Sessantaquacchio.

Da parte di Carlo Cinato che, in offerta speciale, vi propone anche:

Sei Perseo?
Trentaseo.

Perle dai porci

"Questa è una spina nel fianco che ci ha sempre ammazzato!"

Martina Ferro in videoconferenza.