Archive for giugno, 2012

Avviso; GUARNIRE, VOLANT; Lettori; Spqr

giugno 29, 2012

Avviso

La settimana prossima la Parolata uscirà in versione ristampata.

Parole

Guarnìre
Dal francone warnjan ‘avvertire (un pericolo)’ e quindi ‘provvedere (alla difesa), preparare’.
Anche, antico, guernìre.
Verbo transitivo [io guarnisco, tu guarnisci ecc.].
1, Fornire, munire degli elementi di complemento, di quanto è necessario: guarnire una fortezza di cannoni; guarnire una nave.
Guaarnire una nave: rifornirla del necessario per la navigazione.
2. Adornare, abbellire (anche assoluto): guarnire un abito di pizzi; i fiori guarniscono molto.
3. Accompagnare un piatto con contorni o arricchirlo con aggiunte di altri cibi: guarnire l’arrosto con patatine.

Guarnizióne
Anche, antico, guernizióne.
Sostantivo femminile.
1. Accessorio di complemento o di ornamento: le guarnizioni di un abito.
2. Contorno di una pietanza.
3. (tecnico) Elemento di gomma, cuoio, piombo, materiale plastico ecc. che si interpone fra due superfici strette una contro l’altra per realizzare una chiusura a tenuta stagna: la guarnizione del rubinetto, della testata del motore.

Sguarnìto
Participio passato di sguarnìre.
Anche, antico, sguernìto.
Aggettivo.
1. Privo di guarnizione o di guarnizioni: un cappellino sguarnito.
2. (estensione) Privo di ciò che serve e di solito si ha: una casa sguarnita dell’essenziale.
3. Privo di difesa, di guarnigione: una fortezza sguarnita.

Una (parola) giapponese a Roma

Volant [vO’lan]
Voce francese; derivato di voler ‘volare’.
Sostantivo maschile invariabile.
Striscia di stoffa arricciata o pieghettata che si applica come guarnizione o rifinitura ai vestiti femminili.

I lettori ci scrivono

Ci scrive PP.

— A proposito della proposta di Michelangelo Ferragatta di considerare "stadium" come parola latina in accordo con "Juventus", farei notare che in questo caso la locuzione corretta sarebbe "stadium juventutis", "stadio della gioventù", con "juventus" declinato al genitivo.
Cosa ne pensano i lettori della Parolata? —

S.P.Q.R.

Unicuique suum
Letteralmente: a ciascuno il suo. E’ una massima del diritto romano che deriva da vari passi di Cicerone. Viene utilizzata per affermare che è compito della giustizia, e analogamente dovere del giusto, attribuire a ciascuno ciò che gli spetta, e anche per richiamare alle diverse responsabilità e competenze delle persone.

IMMONDO, VOLUNTARY; Lettori; Commedie

giugno 28, 2012

Parole a confronto

Immóndo
Dal latino immundu(m), composto di in- ‘in- privativo’ e mundus ‘pulito’.
Aggettivo.
1. Sudicio, lercio; repellente: un luogo immondo; una bestia immonda.
2. (figurato) Impuro, corrotto, peccaminoso, turpe: un uomo, un ambiente immondo; costumi, vizi immondi.
Che offende o contamina da un punto di vista igienico o religioso.
Animali immondi: nell’ebraismo e nell’islamismo, quegli animali (per esempio il maiale) di cui, per motivi religiosi, è vietato cibarsi.

Immondìzia
Dal latino immunditia(m), derivato di immundus.
Sostantivo femminile.
1. Sporcizia, roba sudicia.
(particolare) L’insieme di materiali di rifiuto che vengono allontanati dai luoghi abitati per norma igienica: il bidone, il secchio delle immondizie.
2. (non comune) L’essere immondo (specialmente figurato).

Immondézza
Sostantivo femminile.
1. L’essere immondo, specialmente figurato.
2. Spazzatura, immondizia.

Una (parola) giapponese a Roma

Voluntary [‘volunt@ri]
Voce inglese; propriamente ‘volontario’.
Sostantivo maschile invariabile.
(musica) Brano per organo, o anche per strumenti a fiato, in uso in Inghilterra dal secolo XVI, spesso improvvisato, che si eseguiva facoltativamente durante le cerimonie religiose.

I lettori ci scrivono

Ricordate soqquadro e taccuino, le uniche parole con due q di seguito o con la ccu seguita da una vocale? Il tembile Maurizio Codogno si è incattivito e ci propone anche:

Contraccuòre
Sostantivo maschile.
Angoscia, crepacuore.

Statte accuorto, guagliò! [non esattamente italiano, N.d.C].

Beqquadro, variante di bequadro.

Ziqqurat, variante di ziggurat [anche questa non si può dire una parola italiana, N.d.C.].

Commedie e tragedie

Tra le offerte Groupon di un giorno si trovano, all’interno della stessa mail:
Offerta 1: Visita nutrizionistica a 19 Euro;
Offerta 2: Pizza illimitata, antipasto e birra.

Proposta da una Giovanna Giordano allibita.

FALOPPA, FLIP; Luoghi (comuni) del mondo; Notizie

giugno 27, 2012

Falòppa
Dal latino tardo faluppa ‘immondizie.
Anche, non comune, fallòppa.
Sostantivo femminile.
Bozzolo non completo dovuto alla morte del baco da seta, da cui si produce una seta di bassa qualità.
(estensione) La seta stessa così ottenuta.

Sostantivo maschile e femminile.
(familiare) Persona bugiarda, millantatrice.

Una (parola) giapponese a Roma

Flip [flip]
Voce inglese, propriamente ‘rotazione, movimento rapido’.
Sostantivo maschile invariabile.
(sport) Nel pattinaggio artistico su ghiaccio: il quinto dei sette salti fondamentali, consistente in una rapida rotazione in aria che l’atleta esegue partendo con il pattino appoggiato di punta sul ghiaccio.

Luoghi (comuni) del mondo

Sono Francesca Ortenzio e Piero Fabbri che hanno ideato una nuova rubrica. A partire da un detto chiederemo ai lettori della Parolata di raccogliere tutte le varianti conosciute con il medesimo significato. Iniziamo con:
volente o nolente.

Francesca e Piero ci propongono:
per forza o di buona voglia, usato dalla mamma di Piero,
o mangi la minestra o fuori dalla finestra, un classico di tutta Italia,
my way or the highway, la versione inglese.

Notizie dai porci

Un telecronista RAI a proposito della partita di calcio Italia–Irlanda: "L’Irlanda, che come è noto fa parte del Regno Unito".

Proposta da Luciano Guareschi.

PALMETTA, ISBA; Lettori; Notizie

giugno 26, 2012

Palmétta
Propriamente diminutivo di palma, la pianta.
Sostantivo femminile.
1. (agricoltura) Forma di potatura delle piante a spalliera che consiste nel fare sviluppare i rami simmetricamente a destra e a sinistra.
2. (archivio) Motivo decorativo che imita le foglie di palma; è tipico dell’arte classica.

Una (parola) giapponese a Roma

Isba [‘iSba o iS’ba]
Dal russo izba, che è dal russo antico istuba, prob. dal germanico stuba ‘stanza riscaldata’.
Anche izba.
Sostantivo femminile, plurale isbe.
Abitazione rurale tipica della Russia, costruita interamente in legno, con tetto di legno e paglia; è costituita da un solo vasto locale, riscaldato da una grande stufa.

I lettori ci scrivono

Frustalampi ci risponde sul dubbio della pancia che si fa capanna.

— E’ ovvio che "caparra" non c’entra un piffero; così a colpo direi che capanna vada benissimo. Capanna intesa nel senso di capanna (o capanno) da fieno, cioè serbatoio, ricovero di provviste, riserva per i tempi magri ecc.
Quando non eravamo abituati a mangiare perlomeno due volte al giorno, bisognava approfittare delle rare occasioni, da qui l’incitamento alla propria pancia. Forse. —

Notizie dai porci

Ci scrive Luciano Guareschi.

— "La Fornero ha detto che non è una dogma".
La giornalista del TG5 (di cui non ricordo il nome, quella con la capigliatura nera e fluente da farla sembrare un cocker). Non si capisce se lo strafalcione sia suo o della Fornero. —

Avviso; ENFISEMA, TOKAMAK; Monouso: PALMENTO

giugno 25, 2012

Avviso

Il blog di Rosario Maria Oliveri parla di narrativa digitale, e parla non è un modo di dire: ha la caratteristica di presentare interviste in formato mp3 ad autori che pubblicano su ebook. Riuscite a immaginare Rosario chi ha intervistato anche? Sì, proprio il vostro curatore preferito, e l’ha fatto parlare di iperromanzi. Potete ascoltare il podcast, potete fare un giro sul suo blog per ascoltare le vecchie interviste, e potete anche dire che tutto ciò vi piace, perché Rosario è anche su facebook. Da oggi i suoi siti li troverete tra i link amici della Parolata.
autoredaquattrosoldi.blogspot.it
https://www.facebook.com/narrativadigitale

Parola

Enfisèma
Dal greco emphysìma, derivato di emphysân ‘soffiar dentro’.
Sostantivo maschile [plurale enfisemi].
(medicina) Abnorme infiltrazione di gas, generalmente aria, nella compagine di un organo o di un tessuto: enfisema sottocutaneo.
Enfisema polmonare: dilatazione patologica degli alveoli polmonari con alterazione delle loro pareti e perdita di elasticità dell’organo.

Una (parola) giapponese a Roma

Tokamak [ta’kamak]
Dal russo to (raidalnij) ka(mera) mak(ina) ‘macchina a camera toroidale’.
Sostantivo maschile invariabile.
(fisica) Macchina per la produzione e il contenimento di plasma gassoso ad altissima temperatura in una camera anulare a vuoto, grazie alla particolare struttura di campo magnetico in essa creato per isolare il plasma dalle pareti; serve per studi sulla fusione nucleare.

Parole monouso

Palménto
Etimo incerto, probabilmente dal latino pavire ‘battere’.
Sostantivo maschile.
1. Macina da mulino; locale in cui sono collocate le macine.
2. Vasca larga e poco profonda con pareti di mattoni, di calcestruzzo o scavata nella roccia impermeabile, adibita alla pigiatura dell’uva e la
fermentazione del mosto, in uso nell’Italia meridionale.

Sfido qualcuno che non sia mugnaio a dire che questa parola proposta da Marco Marcon non sia una parola monouso.
Mangiare a quattro palmenti: (figurato) mangiare molto e con ingordigia, avidamente.