Archive for giugno, 2014

Neup- RIBEVI; Citazione; TALK TEST

giugno 30, 2014

Non è una passeggiata, a cura di PassoBarbasso

Ribévi

Nella continua ricerca di espressioni e termini del mondo del camminare, PassoBarbasso è incappato nel curioso termine "ribevi", utilizzato in Toscana nella valle del Bisenzio. Per spiegare cos’è un ribevi, riportiamo direttamente quanto scrive Giacomo Govoni, da Campi Bisenzio, contattato sull’argomento.

— Io sono nato e cresciuto a Firenze, e le persone con cui camminavo erano tutte della zona. Solo dal 2004 vivo a Campi Bisenzio e solo da tempi più recenti frequento il gruppo trekking della zona. Qui ci sono dei campigiani veraci, settantenni, e da uno di questi, durante un’escursione, mentre mi lamentavo del caldo e della pendenza, mi sono sentito dire: "tranquillo, più sopra c’è un ribevi", al che io ho replicato: "Un che !?!?" – "Un ribevi, perché? Te come lo chiami?".
Mi sono fatto erudire e adesso penso di poterlo definire con sicurezza come: un breve tratto pianeggiante o quasi che interrompe una lunga salita spezzandone il ritmo di salita, e consentendo, appunto, di prendere da bere.
Ho scoperto che il termine è molto diffuso nel pratese, e non solo a Campi Bisenzio. —

Di fronte alla chiarissima dissertazione di Giacomo, non creda il lettore che sia stato facile per i curatori di NEUP risalire all’esatta definizione di ribevi. Infatti, solo pochi giorni prima, Stefano Casalini da Pisa ci scriveva che:

— Ribevi per me vuol dire banalmente bevi di nuovo ma non credo sia questo il motivo per cui hai puntato questa parola.
Ora che ci ripenso qui si dice "E t’ho ribevuto ‘n’antra volta!" nel senso di: ti ho superato (sia in senso fisico sia in senso intellettuale) nuovamente. —

Citazione

Non venendoci in mente nulla a proposito del ribevi escursionistico, partiamo dal ribevi inteso come "bevi di nuovo" per riportare il seguente detto, utilizzato nelle comitive di ubriaconi a mo’ di brindisi: "Empi il bicchier che è vuoto, vuota il bicchier che è pieno, non lo lasciar mai vuoto, non lo lasciar mai pieno!"

Una (parola) giapponese a Roma

Talk test, o test delle conversazione.
Il test della conversazione è un metodo soggettivo elementare usato anche dagli escursionisti per determinare l’intensità cardio respiratoria di un esercizio, e consiste nel mantenere una frequenza del passo che permetta di conversare col compagno. L’intensità appropriata per il miglioramento della capacità di resistenza è considerata quella alla quale è appena possibile parlare. Questa intensità coincide con la soglia anaerobica.

Annunci

R- MADORE, MADIDO, FONT; Word!

giugno 27, 2014

Madóre
Dal latino madore(m), derivato di madìre ‘essere bagnato, stillare’.
Sostantivo maschile.
(non comune) Leggera umidità che trasuda dal corpo e che per lo più precede il sudore.

Màdido
Dal latino madidu(m), derivato di madìre ‘essere bagnato’.
Aggettivo.
1. (letterario) Umido, bagnato alla superficie, cosparso di gocce o goccioline di acqua, sudore o altro liquido: fronte madida di sudore, fiori madidi di rugiada.
Impregnato di umidità: recessi madidi di muffe (Montale).
2. (estensione, letterario) Pervaso, inondato, illuminato: il pendio erboso era madido di luce (Cassola); nei crepuscoli madidi di luna (Borgese).

Una (parola) giapponese a Roma

Font [pronuncia fOnt]
Voce inglese; dal verbo to found ‘fondere’, con riferimento al vecchio metodo di fabbricazione dei caratteri tramite piombo fuso.
Sostantivo maschile invariabile.
In tipografia e informatica, serie completa di caratteri di stampa dello stesso stile.

The word, revealed!

JC – Just Curious
"Solo per saperlo".

R- QUARTIROLO, BOULEVARD; Word!; Perle

giugno 26, 2014

Quartiròlo
Derivato di quarto; nel significato di quarta parte, forse perché relativo all’autunno, quando si taglia il fieno quartirolo.
Aggettivo.
Si dice del fieno ottenuto al quarto taglio dei prati.

Sostantivo maschile.
Formaggio piuttosto magro e asciutto prodotto in Lombardia.

Una (parola) giapponese a Roma

Boulevard [pronuncia bul’var]
Voce francese; dall’olandese bolwerc ‘bastione’, perché in numerose città francesi sull’antico tracciato dei bastioni furono aperti viali alberati.
Sostantivo maschile invariabile.
Viale cittadino largo e alberato, tipico della Francia e di Parigi.

I lettori ci scrivono

A seguito di ripetute richieste dei nostri lettori riteniamo che sia giunto il momento di parlare dei simboli fonetici utilizzati all’interno della Parolata, in particolare per le parole straniere. Per permettere la lettura dei simboli fonetici anche a chi utilizza computer non dotati di tali font, abbiamo adottato il criterio standard internazionale SAMPA. Nel sito sono riportate le tabelle di conversione dei caratteri utilizzati rispetto ai caratteri fonetici.

The word, revealed!

TIC – Tongue In Cheek
"Sto scherzando".

Inoltre, tempo fa la Parolata espresse il suo dubbio sulla correttezza di "fixed network" usato per indicare le reti di telecomunicazini fisse (in contrapposizione con le reti mobili). Il nostro valente collaboratore ci scrive riguardo all’indagine da lui fatta.

— NETWORK: rete, generico, rete trasmissiva, accettato a livello mondiale
FIX: riparare, aggiustare manutenere. ES. Did you call the andy man to fix my refrigerator? Hai chiamato l’operaio per aggiustare il refrigeratore?
Quindi fixed network potrebbe significare reti di tlc riparate, manutenute, e non mi sembra granché bello. Certo che se, la gran parte del mondo che parla inglese cominciasse ad accettare questo termine per identificare la rete trasmissiva in cavo la cosa cambia decisamente (in particolare, sul sito Nokia si parla di "fixed network")!
Al momento, non essendoci ancora un trust generalizzato (scusate la parola straniera), adotterei il termine wired network
Si può sicuramente dire che la Parolata stia contribuendo allo sviluppo idiomatico della lingua inglese!

Andy the Yorker —

Perle dai porci

"… il report sarebbe quindi assolutamente insignificabile."
In ufficio.

Grazie ad Andrea Pinnola.

R- MADAMA, MADAMATO, CHIC; Word!

giugno 25, 2014

Madàma
Dal francese madame, composto di ma ‘mia’ e dame ‘signora’.
Sostantivo femminile.
1. Titolo di riguardo che veniva rivolto in passato a una signora di alto lignaggio.. Oggi usato solo in tono scherzoso o ironico, di donna i cui comportamenti siano sottolineati da un ostentato sussieguo: non fare la madama.
Madama reale: nella corte piemontese, titolo conferito alla regina madre.
2. In epoca coloniale, concubina indigena di un bianco.
3. Nel gergo della malavita, la polizia.
4. La tenutaria di una casa di tolleranza.

Madamàto
Derivato di madama, nel significato di concubina.
Sostantivo maschile.
(diritto) Reato commesso da un cittadino europeo che conviveva con un’indigena delle colonie.

Una (parola) giapponese a Roma

Chic [pronuncia Sik]
Voce francese; forse dal tedesco Schick ‘abilità’.
Aggettivo invariabile.
Elegante, fine, distinto; che ha stile: una signora, una persona molto chic; un abito chic.

Sostantivo maschile invariabile.
(non comune) Eleganza, raffinatezza: quel vestito è di uno chic!.

The word, revealed!

TIA – Thanks In Advance
"Grazie in anticipo".

R- QUARANTOTTO, BOULE; Word!; Perle

giugno 24, 2014

Quarantòtto
Da 1848, anno in cui si verificarono in Europa numerosi moti insurrezionali.
Sostantivo maschile.
1. Abbreviazione per indicare specialmente l’anno 1848, o l’anno corrispondente in altri secoli.
(figurato, familiare) Scombussolamento, subbuglio, confusione, baccano: fare un quarantotto; è successo un quarantotto.
Con valore di aggettivo: mandare a carte quarantotto, mandare all’aria, sconvolgere; andare a carte quarantotto, andare all’aria, finir male.
2. Contare il quarantotto: a scopa e scopone, sistema di memorizzazione delle carte già uscite, per individuare semi e punti dell’avversario all’ultima mano.

Una (parola) giapponese a Roma

Boule [pronuncia bul]
Voce francese; propriamente boule ‘palla, corpo sferico, bolla’, nel primo significato dalla locuzione boule d’eau chaude ‘bolla dell’acqua calda’.
Sostantivo femminile invariabile.
1. Borsa di gomma che, riempita d’acqua calda o di ghiaccio, si mette a contatto con la parte del corpo che necessita di essere scaldata o raffreddata.
2. (chimica) Parte di alcuni apparecchi chimici, di forma tondeggiante, che serve specialmente per farvi raffreddare sostanze o per fare gorgogliare un gas in un liquido: bolla.
3. Bicchiere panciuto utilizzato per cognac e brandy.
4. (cristallografia) Gemma sintetica a forma di goccia, costituita da ossido di alluminio e sostanze coloranti.
5. Gioco d’azzardo simile a una roulette semplificata.

The word, revealed!

SNAFU – Situation Normal, All Fucked Up
"Situazione normale, tutto incasinato". Frase gergale abbastanza diffusa in America, che pare sia nata nella marina militare. È un modo scherzoso per definire una situazione confusa, problematica o pasticciata.

Perle dai porci

Le Nostre linee di Racchette da Tennis sono l’insieme delle case più famose nel Mondo per la loro Qualità e Performans offerte dai loro Prodotti, e Tennis Mania è attenta ad offrire al suo cliente il meglio che la tecnologia oggi possa offrire….per questo i nostri collaboratori sono grandi Marchi che offrono garanzia e sicurezza.
Dal sito http://www.tennismania.it, ma non andate a cercarlo: l’hanno cambiato.