Posts Tagged ‘spqr’

R- Scettico, Banlieu; SPQR; Appunto; Perle; Rovinata

luglio 20, 2018

Scèttico
Dal greco skeptikós, derivato di sképtesthai ‘osservare, considerare’, attraverso il francese sceptique.
Aggettivo (plurale maschile scettici).
1. (filosofia) Dello scetticismo, attinente allo scetticismo: scuola scettica.
2. (estensione) Che dubita di tutto; incredulo per abitudine mentale o in relazione a un singolo fatto: un atteggiamento scettico; essere scettico su un risultato.

Sostantivo maschile.
1. Filosofo della scuola scettica; seguace dello scetticismo: la dottrina degli scettici.
2. (femminile scettica) (estensione) Persona scettica: non fare lo scettico.
Scettico blu: (scherzoso) chi ostenta atteggiamenti cinici e disincantati.

Una (parola) giapponese a Roma

Banlieu [ban’lj7]
Voce francese; propriamente ‘bando (ban) di una lega (lieue)’, cioè territorio intorno a una città sul quale, per una lega, si estende la sua giurisdizione.
Sostantivo femminile invariabile.
I sobborghi di Parigi, spesso socialmente degradati, nei quali si trovano officine, case d’abitazione, orti e frutteti, uniti al centro da cui dipendono in un unico organismo urbano.
(estensione) Periferia di una grande città.

S.P.Q.R. di Gaius Valerius Ultimus

Ecco l’iscrizione che dicevamo.
IMP . CAESARI . DIVI . FILIO . AVG .
PONT . MAX . IMP . XIIII . TRIB . POT . XVII
S . P . Q . R
QUOD . EIUS . DVCTV . AVSPICIISQVE . GENTES . ALPINAE . OMNES . QVAE . A . MARI . SVPERO . AD . INFERVM . PERTINEBANT . SVB . IMPERIVM . P . R . SVNT . REDACTAE
GENTES . ALPINAE . DEVICTAE . TRIVMPILINI . CAMVNI . VENNONETES . VENOSTES . ISARCI . BREVNI . GENAVNES . FOCVNATES . VINDELICORVM . GENTES . QVATTVOR . COSVANETES . RVCINATES . LICATES . CATENATES . AMBISONTES . RVGVSCI . SVANETES . CLAVCONES
BRIXENTES . LEPONTI . VBERI . NANTVATES . SEDVNI . VARAGRI . SALASSI . ACITAVONES . MEDVLLI . VCENNI . CATVRIGES . BRIGIANI
SOGIONTI . BRODIONTI . NEMALONI . EDENATES . VESVBIANI . VEAMINI . GALLITAE . TRIVLLATI . ECTINI
VERGVNNI . EGVITVRI . NEMETVRI . ORATELLI . NERVSI . VELAVNI . SVETRI

L’appunto

Il plurale di ciglio può essere: i cigli (del burrone); le ciglia (degli occhi).

Perle dai porci

"È ora di rompere gli indugi e cominciare a mettere i goal in rete."
Dal programma Dribbling.

Proposta da Roberto Giai Meniet.

La parola rovinata

UFFICIO
Luogo di produzione della noia.

Roberto Bracco colpisce ancora.

Annunci

R- Pietismo, Cren; SPQR; Appunto; La sai!; Perle

luglio 19, 2018

Pietìsmo
Dal francese piétisme, derivato di piétiste ‘pietista’.
Sostantivo maschile.
1. Corrente religiosa sviluppatasi nei secoli XVII e XVIII nell’ambito del cristianesimo luterano tedesco e in contrapposizione all’irrigidimento della teologia protestante; propugnava una religiosità intima, fervida e attiva, e una pratica morale rigorosa.
2. (spregiativo) Devozione esagerata, affettata.

Una (parola) giapponese a Roma

Cren [kren]
Dal tedesco Kren, di origine slava.
Anche, non comune, crènno.
Sostantivo maschile.
1. Pianta erbacea la cui radice è usata come ingrediente nella confezione della senape o per insaporire alcune vivande. Sinonimi: barbaforte, rafano.
2. Salsa piccante ricavata dalla radice di questa pianta.

S.P.Q.R. di Gaius Valerius Ultimus

L’acronimo S.P.Q.R. è utilizzato in iscrizioni ufficiali romane per sancire il volere dello stato romano e come "logo" della Repubblica di Roma.
Un esempio è l’iscrizione riportata sul monumentale trofeo di Augusto, TROPAEUM ALPIUM. Il Trofeo delle Alpi, eretto per volontà del Senato nel 7-6 a.C. in onore delle vittorie riportate da Augusto sulle popolazioni alpine, si trova a nord dell’odierno principato di Monaco a La Turbie (Costa Azzurra), lungo l’antica via Iulia-Augusta che collegava l’Italia alla Gallia e alla Spagna. Sulla base del monumento c’era una lunga iscrizione celebrativa con lettere in bronzo, oggi ricostruita, che riportava l’elenco dei 44 popoli alpini e galli sottomessi dall’Imperatore.

L’appunto

Il plurale di corno può essere: i corni (del dilemma, da caccia); le corna (dell’animale).

La sai l’ultima!

Un africano viene in Italia per iscriversi all’università. Alla segreteria:
– Buongiorno, vorrei iscrivermi all’università.
– Va bene, che ramo?
– Perché, non posso avere un banco come tutti gli altri?

Un nuovo classico dalla redazione.

Perle dai porci

"Per una rissa durante una partita di basket tutti i calciatori sono stati espulsi."
Annalisa Spiezie giornalista del tg5.

Da Sabrina Costa.

R- Gineceo, Battage; SPQR; Paesi; Appunto; Perle

luglio 18, 2018

Ginecèo
Dal latino gynaecìu(m), dal greco ghynaikêion, derivato di ghyné -naikós ‘donna’.
Sostantivo maschile.
1. Nell’antica Grecia, parte interna della casa, riservata alle donne.
2. (scherzoso) Luogo dove si trovano radunate molte donne.
3. (botanica) Parte del fiore composta da uno o più pistilli.

Una (parola) giapponese a Roma

Battage [ba’taZ]
Voce francese; propriamente ‘battitura’, derivato di battre ‘battere’.
Sostantivo maschile invariabile.
Campagna pubblicitaria; anche, attività propagandistica martellante e clamorosa: battage giornalistico, elettorale.

S.P.Q.R. di Gaius Valerius Ultimus

La seconda versione di S.P.Q.R. è:
S.P.Q.R.: Senatus Populus Quiritium Romanus [Fonte: "IL" Castiglioni/Marriotti]
Letteralmente: il senato e (tutto) il popolo romano dei Quiriti.
In senso figurato indica tutto l’insieme del popolo romano, sia nei rapporti politici e militari, i romani, che in quelli civili,
i quirites, nel significato di cittadini. Il Quirite è infatti il cittadino dell’antica Roma.

Nomi di paesi, la parola

È con gioia che annunciamo la pubblicazione sul sito della pagina contenente le parole raccolte durante il concorso.
Passiamo quindi a proclamare i vincitori delle diverse sezioni del concorso Nomi di paesi, la parola.

Vincitore come numero di parole proposte, il campione Marco Marcon, con 113 strepitose parole.

Vincitore della sezione "Nomi di paesi, lo strano" è l’ottimo Libero Zucchelli, con la parola dum-dum.

Infine la sezione "Nomi di paesi, la rovina". Purtroppo il concorso è stato disertato, avendo ricevuto solo nove paesi rovinati, ci riserviamo perciò di non assegnare il premio.
Una menzione particolare va comunque al nostro collaboratore Riccardo Lancioni con:
BAGDAD
Babbo, ricordati di prendere la borsa prima di sfollare dalla capitale irachena.

La premiazione avverrà venerdì 20 febbraio [2004, N.d.C.], alle ore 15,00, nell’ufficio del vostro curatore, in via Borgaro. Al termine della cerimonia ci sarà una copiosa distribuzione di bugie.

L’appunto

A rigore per le donne è necessario l’articolo, sia se si tratta di donne illustri che di donne sconosciute: La Garbo, la Bianchi. Ultimamente però sta diventando uso uniformare le regole per le donne con quelle per gli uomini, quindi: possibilità di utilizzare l’articolo per donne illustri e non utilizzo per donne non conosciute.

Perle dai porci

"È morto poco dopo esser stato sottoposto all’autopsia"
Annalisa Spiezie, giornalista tg5.

Proposta da Sabrina Costa

R- Ebete, Firn; S.P.Q.R; Appunto; Perle; Rovinata

luglio 17, 2018

Èbete
Voce dotta, latino hebete(m), da hebere ‘essere smussato’, contrapposto ad acutus ‘acuto’ tanto in senso fisico quanto in senso morale.
Aggettivo e sostantivo maschile e femminile.
Che, chi mostra ottusità o deficienza di mente: sguardo ebete; comportamento da ebete.

Una (parola) giapponese a Roma

Firn [firn]
Tedesco dialettale ‘vecchio un anno’.
Sostantivo maschile invariabile.
Neve caduta da parecchio tempo e che in parte si è trasformata in ghiaccio.

S.P.Q.R

Lettrici e lettori,
finalmente la Parolata colma una enorme lacuna. La nuova rubrica, denominata S.P.Q.R., tratterà di parole, frasi e curiosità legati alla lingua latina.
Curerà per noi la rubrica il notissimo latinista Gaius Valerius Ultimus.
Sicuri che apprezzerete l’iniziativa, andiamo a incominciare.

Esistono due versioni ufficiali dell’acronimo S.P.Q.R., con lo stesso significato.
La prima è S.P.Q.R.: Senatus PopulusQue Romanus.
Letterariamente: il senato ed il popolo romano ("-que" è congiunzione con il significato di "e").
Questa è la versione più comunemente diffusa di S.P.Q.R.

L’appunto

I cognomi di uomini illustri possono essere scritti con o senza l’articolo: Manzoni, il Manzoni.

Perle dai porci

"Non ti preoccupare, c’è Asso."
"Asso? Ma che asso dici?"
Pubblicità Foppapedretti su radio Rai 1.

Proposta da Marco Marcon.

La parola rovinata

SCOMMESSA
Addetta alle svendite.

Questa di Roberto Bracco è bellissima.

Vicario, Feng shiu; Conchiglie; Spqr

febbraio 17, 2016

Vicàrio
Dal latino vicarius, derivato di vicis ‘vece’.
Sostantivo maschile.
1. Chi esercita un’autorità o una funzione in sostituzione o in rappresentanza di altra persona di grado superiore.
Nell’antichità e nel medioevo, titolo di funzionari e pubblici ufficiali: un vicario del governatore.
Attualmente è rimasto in uso soprattutto nella gerarchia ecclesiastica.
Vicario apostolico: vescovo in partibus inviato da Roma con poteri di vescovo residenziale.
Vicario capitolare: chi governa una diocesi vacante a nome del capitolo cattedrale.
Vicario delegato: rappresentante del vicario o prefetto apostolico.
Vicario parrocchiale: chi fa le veci, in determinate circostanze, del parroco nella cura d’anime.
Vicario di Cristo: il papa, in quanto suo rappresentante in terra, era nel medioevo titolo anche di sovrani temporali e di vescovi; E ‘l vicario di Cristo colla soma De le chiavi e del manto al nido torna (Petrarca).
In funzione di aggettivo o appositiva: podestà vicario, prefetto vicario.
Cardinale vicario: il cardinale che regge la diocesi di Roma in nome del papa.
Padre vicario: in alcuni ordini religiosi, chi fa le veci di un superiore.
Madre vicaria, o anche solo vicaria: monaca che fa le veci della madre superiora.

Aggettivo.
Che è, che sta in sostituzione o in luogo di altra cosa (anche astratta): autorità, funzione vicaria; sostanze vicarie.

Una (parola) giapponese a Roma

Feng shui [feng ‘Sui]
Locuzione cinese, propriamente ‘vento e acqua’.
Locuzione sostantivale invariabile.
(arredamento, architettura) Antica disciplina di origine orientale che, puntando all’equilibrio con l’ambiente, induce a disporre gli elementi urbanistici (vie, piazze, ecc.), gli edifici, le stanze, gli arredi o gli oggetti in modo da concentrare le energie positive e ridurre quelle negative.

Per un pugno di conchiglie e S.P.Q.R.

Mario Cacciari chiede la parola. Noi gliela diamo.

— Mi è concesso scrivere una paroletta anchamè? Grazie.
Per ragioni varie e non tutte ragionevoli quest’anno ho avuto la possibilità di partecipare solamente due o tre (quattro?) volte al testè conchiusosi concorsone dei conchigliaggi. Ho accumulato la pochezza di ben 18 punti, quasi la decima parte di quelli del mitologico ColonViz. Però quei piccoli 18 punti mi hanno dato tanta soddisfazione quanta ne ebbi quando, in terza media, fui l’unico della mia classe di 31 pupilli che riuscì a tradurre correttamente, e senza portarlo a casa, l’aforisma fatidico
MALO MALO MALO QUAM FIGERE CARBASA PALO.
Bravura che comunque mi fruttò, da parte di mio padre, un bel "Faresti meglio a studiare un po’ di più la storia, invece di dedicarti a queste scempiaggini!"
Grazie dunque, tante tante grazie, al benmeritante Carlomartire anche da parte di questo ventitreesimo classificato su trentasaei concorrenti. E con ciò lascio l’aforisma fatidico a quanti non conoscendolo vogliansi cimentarvi. —