Posts Tagged ‘la sai!’

R- Cuccuma, Attache; Paesi: Arcipelago; La sai!; Perle

settembre 25, 2018

Cùccuma
Latino cuccuma(m), di etimo ignoto.
Sostantivo femminile.
1. Recipiente per preparare il caffè; bricco.
2. (figurato antico) Rancore, collera.

Una (parola) giapponese a Roma

Attaché [ata’Se]
Voce francese; propriamente ‘attaccato’, participio passato di attacher.
Sostantivo maschile invariabile.
Nel linguaggio diplomatico, addetto: attaché culturale, chi, in un’ambasciata, si occupa della promozione culturale.

Nomi di paesi, la parola

Arcipèlago
Probabile alterazione, per incrocio con arci-, del greco Aigâios pélagos ‘mare Egeo’.
Sostantivo maschile [plurale arcipelaghi].
1. (geografia) Gruppo di isole vicine tra loro.
2. (estensione) Raggruppamento irregolare di cose affini: i molli arcipelaghi delle nuvole (D’Annunzio).

La sai l’ultima!

Orfani di barzellette: dopo lunga agonia termina il concorso. Il vincitore del premio verrà dichiarato mercoledì prossimo.
Ovviamente i lettori potranno continuare a inviare copiose barzellette, che al solito verranno valutate dalla giuria.

Perle dai porci

"… questa potrebbe rivelarsi una pistola a due facce."
A una conferenza.

Proposta da Marina Geymonat.

Annunci

R- Palmento, Selz; Paesi; Appunto; La sai!

settembre 18, 2018

Palménto
Etimo incerto
Sostantivo maschile.
1. Macina da mulino; locale in cui sono collocate le macine.
Macinare, mangiare a quattro palmenti: (figurato) mangiare molto e con ingordigia, avidamente.
2. Vasca larga e piatta per la pigiatura dell’uva e la fermentazione del mosto, in uso nell’Italia meridionale.

Una (parola) giapponese a Roma

Sèlz
Dal nome di Selters, città della Prussia, nota per le sorgenti di acqua gassata, attraverso il francese seltz.
Anche seltz.
Sostantivo maschile invariabile.
Acqua resa gassosa con l’aggiunta di anidride carbonica, usata per preparare bevande: vermut con selz.

Nomi di paesi, la parola

Selz è un paese passato finora inosservato.

L’appunto

Quando l’aggettivo mezzo si accompagna a un aggettivo o participio per attenuarne il significato prende la forma avverbiale, invariabile, quindi si dice:
Erano mezzo ubriachi.
Maria era mezzo vestita.
Mezzi ubriachi o mezza vestita sono forme popolari.

La sai l’ultima!

Dice un amico all’altro:
– Questi due bicchieri sono dei pesci.
– Ma cosa dici?
– Sì, sono dei pesci, perché sono i dentici.
– Ah ah, buona questa, devo raccontarla a mia moglie.
Tornato a casa il secondo amico va dalla moglie e le dice:
– Ehi, ma questi due bicchieri sono dei pesci.
E la moglie: – Cosa stai dicendo?
– Sì, certo che sono dei pesci: perché sono u guali.

Bellissima, nulla da dire. Dalla redazione.

R- Marezzo, Jupe-culotte; Uomini: Mandrake; La sai!

settembre 10, 2018

Marézzo
Sostantivo maschile.
1. Insieme di strisce irregolari e variamente colorate rispetto al fondo, presenti su legno o marmo.
(estensione) Striatura prodotta su tessuti, lastre metalliche e simili.
2. Intonaco striato allo stesso modo del marmo.

Marezzàre
Da mare, perché la marezzatura ricorda le onde (?).
Verbo transitivo.
Dare il marezzo, le venature del marmo: marezzare una stoffa; marezzare una parete.

Una (parola) giapponese a Roma

Jupe-culotte [jupku’lot]
Voce francese, composto di jupe ‘gonna’ (di origine araba) e culotte ‘calzoni'(da cul).
Sostantivo femminile inviariabile.
Gonna pantalone.

Uomini e parole

Mandrake [man’drake, all’inglese ‘mandreik]
Dal nome di un famoso personaggio dei fumetti creato nel 1934 da L. Falk e P. Davis.
Sostantivo maschile invariabile.
(scherzoso) Persona dotata di capacità eccezionali, prodigiose.

La sai l’ultima!

La mamma porta il figlio di sei mesi dal pediatra perché sta male.
Il dottore lo visita e allibito dice: Signora, questo bambino è ubriaco. Cosa gli ha dato da bere.
La mamma: Un po’ di vino bianco.
Il dottore: Ma lei è pazza, a un bambino così piccolo del vino?
E la mamma: E cosa voleva che gli dessi da bere, insieme alle cozze?

La redazione rende il mondo un po’ più bello ricordandovi questo capolavoro.

R- Maltusianismo, Vaquero; Uomini; La sai!; Perle

settembre 4, 2018

Maltusianìsmo
Da T. R. Malthus (766-1834), che elaborò la dottrina.
Anche, raramente, malthusianìsmo o maltusianésimo.
Sostantivo maschile.
1. Teoria dell’economista inglese T. B. Malthus, secondo cui, se non intervenissero carestie, epidemie e guerre, la popolazione tenderebbe a crescere in proporzione geometrica, provocando in tal modo una grave insufficienza di mezzi di sussistenza.
2. Correntemente, insieme della pratiche che tendono a limitare, con mezzi anticoncezionali, l’aumento indiscriminato della popolazione.

Una (parola) giapponese a Roma

Vaquero [va’kero]
Voce spagnola, da vaca ‘vacca’.
Sostantivo maschile invariabile.
Custode di tori pronti per le corride.

Uomini e parole

Malthusianismo deriva da uomo.

La sai l’ultima!

Giorno del Giudizio. Milioni di uomini e donne nella valle. S. Pietro annuncia:
"Tutti gli uomini che sono stati comandati dalle proprie mogli si spostino a destra, tutti gli uomini che hanno comandato la propria moglie a sinistra."
Immediatamente tutti si spostano a destra, tranne un uomo che va a sinistra. S. Pietro si avvicina e gli chiede: "Come mai solo tu a sinistra?" e l’uomo: "Non lo so. È stata mia moglie che mi ha detto di spostarmi qui"

Riccardo Lancioni si fa risentire con una barzelletta stranota.

Perle dai porci

"Scaglio una pietra a loro favore."
Al bar.

R- Sussumere, Quondam; Uomini; Appunto; La sai!; Perle

agosto 30, 2018

Sussùmere
Composto di sub- e sumere, dal latino sumere ‘prendere’.
Verbo transitivo (passato remoto io sussùnsi, tu sussumésti; participio passato sussùnto).
1. (folosofia) Fare una sussunzione.
2. (diritto) Riferire un fatto specifico alla norma di legge che lo contempla.

Sussunzióne
Composto di sub- e sunzione, sul modello del tedesco Subsumption.
Sostantivo femminile.
(diritto) Il sussumere.
(filosofia) Nella logica aristotelica, operazione mediante la quale, in un sillogismo, il termine medio si presenta come soggetto della premessa maggiore e predicato della premessa minore.

Una (parola) giapponese a Roma

Quondam [‘kuondam]
Latino, ‘un tempo, una volta’, da quomdam ‘a un dato momento’.
Avverbio.
(scherzoso) Una volta, un tempo, in passato: ‘ma non erano amici?’ ‘quondam’; suo marito, quondam colonnello, ora è in pensione.
Fu (davanti al nome del genitore defunto): Carlo Rossi del quondam Enrico.

Sostantivo maschile.
(scherzoso) Defunto: essere tra i quondam.

Uomini e parole

Mandrake [man’drake, all’inglese ‘mandreik]
Dal nome di un famoso personaggio dei fumetti creato nel 1934 da L. Falk e P. Davis.
Sostantivo maschile invariabile.
(scherzoso) Persona dotata di capacità eccezionali, prodigiose.

L’appunto

Aggettivi che terminano con -ano, -ino o -ese indicano appartenenza:
toscano, musulmano, argentino, inglese, valdese.

La sai l’ultima!

All’ufficio brevetti.
-Buongiorno. Ho inventato un nuovo tipo di paracadute, molto più comodo e sicuro. Consiste in un gancio attaccato con una cinghia alla cintura, in caso di necessità si prende in mano e, poco prima del suolo, si attacca al cavo che ferma così la caduta.
-Interessante, e questo cavo dove si trova, come è posizionato?
-Eh, ma mica posso inventare tutto io!

La redazione tiene in vita (artificialmente?) il concorso.

Perle dai porci

"Ho scoperto che gli egiziani non avevano schiavi, prima di inventare gli israeliani".

In ufficio.