Guanto, Traveller’s cheque; Rovinata

aprile 7, 2021

Guànto
Dal germanico want.
Sostantivo maschile.
1. Rivestimento della mano, la cui forma segue la conformazione anatomica della mano stessa, di materiale diverso a seconda dell’uso.
Accessorio dell’abbigliamento maschile e femminile che ricopre la mano fino al polso e separatamente ogni dito oppure separatamente il pollice e insieme le altre quattro dita, usato per ripararsi dal freddo, dallo sporco, per motivi di igiene o di eleganza.
Guanti lunghi: quelli che arrivano sino all’avambraccio, in passato indossati talvolta dai cavalieri, e oggi dalle donne.
Mezzi guanti o mezziguanti:, che coprono il palmo e il dorso della mano lasciando parzialmente scoperte le dita.
Come protezione delle mani in usi professionali o con funzioni specifiche.
Guanti di gomma, di plastica: per particolari lavorazioni in alcuni stabilimenti e laboratori chimici, e anche per le faccende domestiche.
Guanto chirurgico o da chirurgo: in cotone, lattice o altri materiali, per interventi chirurgici e anche per talune visite mediche.
Guanti d’amianto: usati un tempo da tecnici e operai nelle fonderie, nelle vetrerie ecc.
Guanti liturgici, di seta o anticamente di lino, con un ornamento d’oro sul dorso, usati dai vescovi o da altri prelati nella celebrazione della messa pontificale, dello stesso colore di quello delle vesti liturgiche (ad eccezione del nero).
Usato in similitudini e usi figurati: pelle morbida come un guanto.
Calzare come un guanto: con riferimento per lo più a calzature, aderire bene al piede e dare un senso di comodità.
Trattare uno con i guanti: con maniere piene di riguardo, specialmente quando si tratti di persone molto suscettibili o che s’adombrano facilmente.
Con mano di ferro in guanto di velluto: con energia e fermezza ma con tono e in forme esteriormente cortesi.
In guanti gialli: ostentando falsi modi signorili: ladro in guanti gialli, che si comporta e si veste come un distinto signore.
Gettare il guanto, raccogliere il guanto: sfidare, accettare la sfida, dalla tradizione germanica e cavalleresca di gettare il guanto come atto di sfida.
2. Guanto d’armi: parte dell’armatura antica a protezione della mano, consistente in una manopola di cuoio e di metallo; nella sua forma più completa, era costituito da un manichino, tubo o tronco di cono generalmente di cuoio, dal dorso con tre o quattro lamine di metallo, e dalle dita ricoperte di squame, il tutto fermato sopra un guanto di pelle di daino.
3. Guanto di Parigi o assoluto guanto: (gergale) preservativo.

Una (parola) giapponese a Roma

Traveller’s cheque [‘travelers tZek]
Locuzione inglese, propriamente ‘assegno del viaggiatore’.
Anche, meno comune, la grafia angloamericana traveler’s check.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
Assegno emesso da un istituto di credito per un importo fisso in moneta estera, contro versamento del valore equivalente nella stessa valuta o in moneta nazionale in base al cambio convenuto, pagabile nella moneta in esso indicata presso una filiale o un corrispondente dell’istituto emittente; il pagamento è subordinato all’esistenza sul titolo, nel momento della presentazione, di una doppia firma conforme del prenditore. Sinonimi poco utilizzati: assegno turistico o per viaggiatori.

La parola rovinata

Speciale Rebibbia

ISOFONIA
Il Profeta che tentò di riportare nel popolo un sentire comune.

Di Pietro Scalzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: