Archive for 6 marzo 2019

Scisma, Mana; Rovinata

marzo 6, 2019

Scìsma
Dal latino tardo schisma, che è il greco skhisma, derivato di skhizo ‘dividere’.
Anche, antico, scìsmate.
Sostantivo maschile (plurale scismi).
1. Separazione di un gruppo di fedeli dal corpo della Chiesa cattolica, per ribellione alla disciplina e alla gerarchia della Chiesa stessa o alla sua dottrina (in quest’ultimo caso si parla più propriamente di eresia).
Scisma d’Oriente: detto anche greco o bizantino, la separazione verificatasi fra la Chiesa romana di lingua e rito latino e il Patriarcato di Costantinopoli, dopo il 1054, per contrasti fra il patriarca e il papa Leone IX.
Scisma d’Occidente: detto anche grande scisma, quello provocato nel 1378 dalla elezione di papa Urbano VI, cui fu contrapposto da parte dei cardinali francesi l’antipapa Clemente VII, e conclusosi formalmente, dopo il concilio di Costanza del 1414, con l’elezione di Martino V Colonna (1417), che riportò la sede papale a Roma.
2. (estensione) Separazione analoga che si determina o si è determinata in comunità religiose diverse dalla Chiesa cattolica.
Scissione che si produce all’interno di un gruppo organizzato, di un partito, di un movimento artistico o letterario e simili: le correnti più rigide del partito minacciavano uno scisma.

Una (parola) giapponese a Roma

Mana [‘mana]
Voce di origine melanesiana, traducibile in ‘forza vitale’.
Sostantivo maschile invariabile.
(etnologia) In Melanesia e Polinesia, forza impersonale che si ritiene posseduta, in modo temporaneo o permanente, da persone, animali o cose, e che si manifesta in effetti insoliti e straordinari.
Secondo alcune teorie, forma elementare e primitiva di sacralità.

La parola rovinata

BIBLIOCIECA
Edificio con servizio di prestito di libri in braille.

Di Franco Palazzi.

Annunci