Archive for 1 marzo 2019

Concento, Securitate; Perle; Rovinata

marzo 1, 2019

Concènto
Dal latino concentus -us, composto di con- e cantus ‘canto’.
Sostantivo maschile.
1. (letterario, poetico) Armonia che risulta dal canto concorde di più voci o dal suono di più strumenti: di tirrene tube Squillar ne l’aura alto concento udissi (Caro); anche di uno strumento solo: il concento dell’organo; Tal dell’arpa diffuso era il concento Per la nostra convalle (Foscolo).
(estensione) Suono armonioso, piacevole a udirsi: rendea ad ascoltar dolce concento, Rotto tra picciol sassi, il correr lento [dell’acqua] (Ariosto).
(figurato) Accordo, armonia: concento di sentimenti; la qual virtù è quasi un concento e un’armonia dell’anima (Della Casa).
2. (musica, raro) Concerto, più spesso nel senso di musica eseguita da una unione di più parti vocali, con o senza strumenti.

Una (parola) giapponese a Roma

Securitate [sekuri’tate]
Voce rumena, dal francese sécurité ‘sicurezza’.
Sostantivo femminile invariabile.
(militare) Polizia segreta in Romania durante il regime socialista.

Perle linguistiche

"Non bussare. Chiama il medico"

Cartello affisso dal medico di Omero Mazzesi sulla porta dello studio.
L’importante è non bussare, sul chi chiami chi invece sono in corso discussioni.

La parola rovinata

Speciale filosofia

ATTICO
Filosofo greco che amava esporre le proprie teorie sui punti più alti degli edifici.

Di Stefano Bossa.

Annunci