Corneo, Munazara; Fuoritempo; Antonomasia; Rovinata

febbraio 6, 2019

Còrneo
Dal latino corneus, derivato di cornu ‘corno’.
Aggettivo.
1. Di corno; che ha natura, aspetto o qualità di corno: occhi di color corneo (Vasari).
Strato corneo: (anatomia) lo strato più superficiale dell’epidermide, costituito da cellule pavimentose stratificate, profondamente modificate nella loro struttura per la perdita del nucleo e l’accumulo nel protoplasma di cheratina; ha funzioni protettive di fronte agli agenti esterni.
(botanica) L’albume dei semi quando è duro e ha l’aspetto di sostanza cornea, come, per esempio, nel dattero, il cui nòcciolo risulta formato quasi soltanto dall’albume, costituito prevalentemente di emicellulosa; contrapposto a cartilagineo e ad amilaceo.
2. (non comune) Del corno, inteso come strumento musicale, o che ha suono simile a quello del corno: voce cornea (Pirandello).

Una (parola) giapponese a Roma

Munazara [mu’naddzara]
Voce araba, propriamente ‘discussione, disputa’.
Sostantivo femminile invariabile.
(letteratura) Nella letteratura musulmana del Medioevo, contrasto tra due personaggi od oggetti personificati.

Parole fuori tempo massimo

Ci scrive Stefano Bossa, relativamente al modo di dire "devo ancora carburare" e simili.

— Accedendo a varie pagine sul web relative al carburatore, mi sembra di percepire il fatto che detto elemento, pur non essendo più in uso su larga scala per alcuni tipi di motore, tuttavia è ancora usato normalmente su diversi mezzi di trasporto. Quindi non mi sembrerebbe opportuno abbandonare l’uso delle parole ad esso in vario modo collegate. —

Per il momento la Parolata rimane della sua idea, poiché si tratta non di eliminare la parola "carburare" dal dizionario, ma di considerare desueto un insieme di modi di dire che usano una parola molto tecnica, che era diventata di uso comune solo grazie alle modelità di funzionamento dei motori a scoppio di un po’ di tempo fa, e che ora non ha più un utilizzo così comune.

L’antonomasia e il soprannome

La Rosa, per antonomasia, è la Gazzetta dello Sport, per il colore delle pagine. Essendo il giornale organizzatore del Giro d’Italia di ciclismo, la Maglia rosa, per antonomasia, è il primo in classifica o il vincitore della corsa.

Grazie ad Alex Merseburger.

La parola rovinata

Speciale filosofia

BLAISE PASCIAL
Il sultano della filosofia cristiana francese.

Di Pietro Scalzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: