R- Suggestione, Loden; Accento; La sai!

febbraio 7, 2017

Suggestiòne
Dal latino suggestione(m), derivato di suggestus, participio passato di suggerere ‘suggerire’.
Sostantivo femminile.
1. Processo psichico in virtù del quale un individuo accetta, senza compiere alcuna verifica razionale, un’idea, un’opinione, una scelta fatta da altri, o si identifica in una condizione altrui, senza aver patito imposizioni né aver consapevolezza dell’influenza che subisce.: suggestione ipnotica; guarire per forza di suggestione; soffrire per suggestione.
2. (estensione, non comune) Suggerimento, insinuazione.
3. (figurato) Fascino, impressione forte e intensa esercitati da qualcuno o da qualcosa: la suggestione della musica, del paesaggio.

Una (parola) giapponese a Roma

Loden [‘lOden]
Voce tedesca; propriamente ‘panno greggio’, di etimo incerto.
Sostantivo maschile invariabile.
Tessuto di lana a pelo lungo, leggermente impermeabile, per lo più di colore verde scuro, originariamente fabbricato in Austria e in Alto Adige.
Tipo di cappotto confezionato con tale stoffa.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice cucùlo, e non cùculo.

La sai l’ultima!

Un bambino torna a casa e dice al padre: "Oggi a scuola mi hanno chiesto cos’è la politica, ma io non ho saputo rispondere, me lo spieghi tu, papa?".
Il padre: "Caro figliolo, ti faccio un esempio: io lavoro e porto a casa i soldi, quindi sono un capitalista; la mamma amministra il mio guadagno e cura l’andamento della casa, quindi rappresenta il governo, tu sei il figlio maggiore, del quale dobbiamo preoccuparci, quindi rappresenti il popolo; la tua sorellina che è ancora piccola rappresenta il futuro del paese, la donna di servizio che lavora in casa è la classe operaia. Così ti ho spiegato cos’è la politica."
Di notte il bambino, svegliato dal pianto della sorellina che dorme vicino a lui, si alza per cercare di calmarla e vede che ha il pannolino slegato ed è piena di cacca fino ai capelli; allora va in camera dei genitori per chiamare la madre, la quale dorme profondamente e non sente; il padre non c’è. Allora va in camera della donna di servizio, bussa alla porta, ma nessuno gli risponde, spia dalla serratura e vede che il padre sta facendo l’amore con la cameriera; allora torna a letto e pensa: "Adesso ho capito cos’è la politica: il capitalista si fotte la classe operaia; il governo dorme e non sente nulla; il popolo nessuno lo ascolta;
il futuro della nazione è pieno di merda!"

Un grande Giuseppe Giannetto per una grande barzelletta. Speriamo che vi sia arrivata la mail, nonostante le sconcezze.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: