Dotta, Otta, Dottare, Mirliton; Accento; Rovinata

gennaio 17, 2017

Parole a confronto

Dòtta
Dall’antico ad otta ‘all’ora (opportuna)’.
Sostantivo femminile.
(antico) Ora, tempo.
Rimettere la dotta, o le dotta: riacquistare il tempo perduto.
A sua dotta: al tempo che gli pare più opportuno, a suo beneplacito.

Dótta
Derivato di dottare.
(antico) Paura, sgomento: Tanta fu la viltà, tanta la dotta (Ariosto).

Òtta
Etimo incerto.
Sostantivo femminile.
(antico) Ora, come spazio di tempo della durata di un’ora: Ier, più oltre cinqu’ore che quest’otta (Dante); donna, è egli otta di desinare? (Boccaccio).
Specialmente usato in forme composte (allotta, talotta) e in alcune locuzioni nelle quali assume spesso il significato generico di ‘tempo’: alcun’otta: qualche volta; ad otta: a tempo, in tempo; a un’otta: nel tempo stesso; a bell’otta: proprio al tempo giusto; a buona otta: alla buon’ora; a grande otta: per tempissimo; a pazz’otta: a ora pazza, cioè strana, insolita, inopportuna; a otta a otta (e anche otta catotta, otta per vicenda): di quando in quando; ogni otta: ogni volta.

Dottàre
Dal provenzale doptar, che è il latino dubitare.
Verbo intransitivo (io dótto ecc.; ausiliare avere).
(antico) Dubitare, esitare per timore; temere: fu molto dottato e temuto nel paese (Villani); anche con la particella pronominale in funzione rafforzativa: io mi dotto … che non mi convenga far di quello che io altra volta feci (Boccaccio).

Una (parola) giapponese a Roma

Mirliton [mirli’ton]
Voce francese, di origine incerta.
Sostantivo maschile invariabile.
Nome con cui è indicata una famiglia di strumenti musicali membranofoni diffusi soprattutto in alcune regioni dell’Asia e dell’Africa e, per quanto riguarda l’Europa, in Sardegna e in Aragona, costituiti fondamentalmente da un corpo cavo di forma tubolare di legno o di metallo, chiuso a una o a entrambe le estremità da membrane e munito di una apertura laterale attraverso la quale l’esecutore parla o suona: il suono prodotto dalla voce mette in vibrazione le membrane, che ne alterano il timbro originale, creando un effetto acustico particolare simile a un ronzio; sono specialmente utilizzati in alcune culture primitive nell’ambito di pratiche magiche e rituali.

L’accento, questo sconosciuto

Attenzione a non fare confusione tra dòtta e dótta.

La parola rovinata

CESENATTICO
Appartamento all’ultimo piano di nota località marittima.

Di Franco Palazzi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: