Archive for 5 gennaio 2017

R- Amnistia, Indulto; Ad abundantiam; Perle

gennaio 5, 2017

Parole a confronto

Amnistìa
Dal greco amnìstía ‘dimenticanza, perdono’, composto di a- privativo e un derivato di minéskein ‘ricordare’.
Sostantivo femminile.
(diritto) Provvedimento legislativo col quale lo stato rinuncia ad applicare la pena nei confronti di determinate categorie di reati; estingue il reato se il processo è ancora in corso (amnistia propria) oppure, se è già stata pronunciata sentenza di condanna, fa cessare l’esecuzione della pena (amnistia impropria).

Indùlto
Dal latino tardo indultu(m), derivato di indulgìre ‘indulgere’. Participio passato di indulgere.
Sostantivo maschile.
1. (diritto) Provvedimento generale di clemenza con cui il capo dello stato, su delega delle camere, condona in tutto o in parte o commuta le pene inflitte per determinati reati: concedere, applicare l’indulto.
2. (ecclesiatico) Liberazione temporanea da un vincolo canonico, concessa dall’autorità ecclesiastica.

Una (parola) giapponese a Roma

Ad abundantiam [ad abun’dantsiam]
Locuzione latina; propriamente ‘ad abbondanza’.
Locuzione avverbiale.
Espressione usata nel linguaggio giuridico e nel parlare comune, a proposito di argomenti, prove ecc., aggiunti, sebbene non necessari, a maggior conferma di quanto è stato detto o provato.
Per giunta, in sovrappiù.

Perle dai porci

"Basta che chi ha fatto le elementari e sa un po’ di geografia, sa che Roma e Milano sono capaci di fare più reddito."

Martina Ferro, la nostra inviata nelle zone più pericolose.

Annunci