R- Carpaccio, Krapfen; Uomini; Perle; Rovinata

dicembre 22, 2016

Carpàccio
Dal nome del pittore Carpaccio, perché questo piatto fu inventato a Venezia nel periodo di una mostra a lui dedicata nel 1963.
Sostantivo maschile.
(gastronomia) Pietanza di carne cruda affettata molto sottile e condita con olio e scaglie di formaggio grana.

Una (parola) giapponese da Perilli

Kràpfen
Voce tedesca, da Krapfen ‘uncino’ per la sua originaria forma arcuata.
Sostantivo maschile invariabile.
Frittella di pasta molto lievitata, ripiena specialmente di marmellata o crema e spolverata di zucchero.

Uomini e parole

Carpaccio è di Berilio Luzcech.

Perle dai porci

"A bocce ferme ho fatto un salto molto importante."

Martina Ferro e la sua videoconferenza. L’autore è sempre lo stesso.

La parola rovinata

Indovinosa
Iniezione in vena praticata in più tentativi da infermiere inesperto.

Berilio Luzcech ha rovinato questa parola.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: