Avvizzire, Vizzo, Muff; Lettori; Canzone

dicembre 16, 2016

Avvizzìre
Derivato di vizzo.
Verbo intransitivo e transitivo (io avvizzisco, tu avvizzisci ecc.).
1. (intransitivo, ausiliare essere) Diventare vizzo, raggrinzirsi, detto specialmente dei frutti, dei fiori o della pelle del corpo umano: le pere sono tutte avvizzite; gli abusi giovanili l’hanno fatto avvizzito presto (qui con il significato più generico di invecchiare).
(figurato) Perdere freschezza, intristire: la poesia … avvizzisce nell’aria chiusa della scuola (Pascoli).
2. (transitivo) Con valore causativo, rendere vizzo, far diventare vizzo: quanti anni di stanchezza hanno avvizzito quelle labbra? (D’Annunzio).

Avvizzìto
Participio passato di avvizzito.
Aggettivo.
Raggrinzato: mele avvizzite; viso avvizzito, pelle avvizzita.

Vìzzo
Latino vietius, composto di vietus ‘vizzo’, propriamente participio passato di viere ‘legare’.
Anche, arcaico e popolare, guìzzo.
Aggettivo.
Non più fresco e fiorente, appassito, avvizzito: fiori vizzi; pere vizze; le ghirlande di margherite, ormai vizze, erano tuttora appese all’uscio (Verga).
Riferito a persona, delle carni che hanno perduto la giovanile sodezza e sono divenute raggrinzite e rugose; il volto vizzo di un vecchio; il naso le si era allungato, affilato e teso sulla bocca vizza (Pirandello).

Una (parola) giapponese a Roma

Muff [maf]
Voce inglese, propriamente ‘colpo mancato’.
Sostantivo maschile invariabile.
(sport) Nel gioco del baseball, episodio che si verifica quando la palla giunta in volo nel guanto del difensore cade a terra di rimbalzo o di scivolo: nel quale caso il battitore non è eliminato.

I lettori ci scrivono

Ci scrive una lettrice, per chiederci:

— Ho un quesito da porvi. Il verbo assassinare, l’indicativo presente come va accentato? Alcuni amici sostengono che l’accento cada sulla penultima vocale: io assassìno mentre altri ritengono cada sulla seconda vocale: io assàssino. Ho provato a cercare un chiarimento in rete ma non mi sembra di avere trovato nulla in merito. —

Trovare un a risposta soddisfacente è stato più difficile del previsto, ma alla fine credo di esserci riuscito. In effetti non esiste (non l’ho trovata, perlomeno) una tabellina delle coniugazioni con l’accentazione del verbo, che avrebbe risolto ogni dubbio, allora sono andato a cercare sulla grammatica di Marcello Sensini, e trovo che, essendo un verbo regolare della prima coniugazione, segue le regole standard per questa situazione.
Quindi, essendo i verbi costituiti da una radice (assassin-) e da una coniugazione (-are), la coniugazione e l’accentazione sono identiche a quello di un verbo modello, che nel nostro caso è am-are.
A questo punto è automatico costruirsi le accentazioni:
io assassìno
tu assassìni,
e così via, in perfetta analogia con il verbo modello.
Insomma, temo che abbiano ragione gli amici.

La Canzone Settimanale Enigmistica

La Parolata verrà pubblicata nella sua versione ristampata a partire da lunedì, e il concorso sarà quindi sospeso fino a, probabilmente, il 16 gennaio. I concorrenti più accaniti potranno quindi approfittarne per andare a dormire presto la domenica sera.
Lunedì prossimo verranno pubblicati i risultati dell’ultima canzone con cui abbiamo giocato.

Tanti auguri a tutti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: