Caterva, Reg, Clasto; Lettori; Appunto

ottobre 11, 2016

Catèrva
Dal latino caterva.
Sostantivo femminile.
1. Nell’antica Roma, corpo di milizie barbariche, orda, contrapposto alla legione romana.
Compagnia di attori comici.
2. (estensione) Moltitudine confusa, schiera numerosa di persone o di animali, generalmente spregiativo: una caterva di cortigiani; ridurre questa caterva di scelerati a’ termini debiti (Guicciardini); sfortunatissimo padre di famiglia con una caterva di figlioli (Pirandello).
Ammasso disordinato, gran quantità di cose, anche figurato: una caterva di libri; una caterva di errori.

Una (parola) giapponese a Roma

Reg [reg]
Voce araba dialettale, variante del classico raq.
Sostantivo maschile invariabile.
(geografia) Tipo di deserto caratterizzato da pietra e ghiaie messe a nudo dall’azione del vento che ha spazzato la sabbia.

Clàsto
Dall’aggettivo greco klastos ‘rotto’.
Sostantivo maschile.
In sedimentologia, denominazione generica e poco usata di un elemento detritico litoide derivato dalla disgregazione di rocce preesistenti.

I lettori ci scrivono e L’appunto

Ci ha scritto Maria Francesca Vecchione.

— In quest’ultima newsletter [il numero di giovedì 6 ottobre, N.d.C.], è presente un errore grammaticale sempre più diffuso nel nostro quotidiano parlare. A proposito del verbo "monitorare", infatti, scrivete che non siete in grado di sostenere la vostra "idea con della documentazione". Dunque… diciamo che quel "con della" proprio non va. È una delle tante tautologie, come il meglio noto "ma però", che la nostra lingua italiana tanto deplora. Due preposizioni a seguire, una semplice e l’altra articolata, proprio non vanno… In questo caso, un libro di grammatica suggerirebbe un semplice "con documentazione" o magari "con un po’ di documentazione", o ancor meglio "con alcuna documentazione". —

Maria Francesca ha ragione, e il vostro amato curatore, dopo essersi strappato le vesti di dosso, si è cosparso il capo di cenere. Ma non temete: egli tornerà più combattivo di prima, e all’interno della rubrica "La Parolata propone" lotterà per fare sì che il "ma però" venga riabilitato e non sia più considerato un errore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: