Coppella, Mistpoeffers; Lettori

aprile 27, 2016

Coppèlla
Diminutivo di coppa.
Sostantivo maschile.
1. Piccolo crogiolo, a struttura porosa, formato da cenere d’ossa polverizzata, calcinata, compressa entro stampi, usato per affinare i metalli preziosi in quanto col riscaldamento all’aria le impurezze presenti nel metallo da affinare si ossidano e vengono assorbite dalla coppella stessa,
Oro di coppella: oro purissimo, anche. figurato, cosa o persona eccellente, perfetta.
Prendere per oro di coppella una notizia o simili: per cosa assolutamente vera, prendere per oro colato.
Oggi indica la vasca o bacino dei forni in cui si fa l’affinazione dell’argento col processo detto appunto «di coppellazione».
Moneta di coppella: moneta d’argento ad alto titolo del valore di 6 lire fiorentine, coniata a Firenze nel 1656 per il commercio con il Levante.
2. Negli impianti idraulici degli edifici, mantello di agglomerato di sughero con il quale si usa avvolgere le tubazioni d’acqua fredda, preventivamente bitumate, per evitare l’inconveniente del trasudo.
3. (regionale, antico) Piccolo vaso, orcio, specialmente per contenere il vino.

Una (parola) giapponese a Roma

Mistpoeffers [mist’puffers]
Voce olandese, propriamente ‘rumori nella nebbia’.
Sostantivo maschile invariabile.
Rumori naturali che si percepiscono frequentemente sulle coste del Mare del Nord, consistenti in rombi per lo più cupi e sommessi che sembrano di provenienza lontana.
Tali rumori si possono sentire in molte regioni del mondo, ad esempio nel delta del Gange sono chiamati barisal guns e in Svizzera Seeschiessen. In Italia il fenomeno è diffuso in molte regioni, ad eccezione dell’area alpina, e ha nomi locali come bombiti, bonniti, muggiti, mugghia, ruglia, urla la marina, tuono della balza, trabussi e altri. Sembra che la loro origine sia ancora sconosciuta, ed è stato ipotizzato che possano derivare da onde sismiche.

I lettori ci scrivono

Ci scrive Maurizio Codogno, che aggiunge un significato a sprint.

— Oggidì, che siamo tutti agili, "sprint" è anche un modo di sviluppo software nel quale in un periodo molto breve (da una a tre settimane) ci si dedica a un certo numero di caratteristiche per ottenere un risultato pubblicabile alla fine del periodo. Lo sprint è gestito da un coach che controlla il lavoro fatto dagli sviluppatori (spesso in coppie). Vedi Wikipedia. —

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: