Ganglio, Gap; Chattata: Ciaone

aprile 19, 2016

Gànglio [pronuncia con la g dura]
Dal greco ganglion ‘tumoretto’.
Sostantivo maschile.
1. Formazione anatomica di varia natura e grandezza, generalmente tondeggiante d ovulare, disposta lungo il decorso di nervi encefalici, spinali e neurovegetativi (ganglio nervoso) o di nervi linfatici (ganglio linfatico o linfonodo).
2. (figurato) Centro di attività, punto vitale: i gangli dell’economia nazionale, i gangli della rete ferroviaria.
3. In patologia, tumore cistico benigno, detto anche igroma, che si sviluppa nelle guaine sinoviali dei tendini e delle articolazioni.

Una (parola) giapponese a Roma

Gap [gap]
Sostantivo inglese, propriamente ‘apertura, distacco’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Divario, scarto, usato per indicare uno squilibrio tra diverse entità, soprattutto quando tale squilibrio appare incolmabile o difficilmente sanabile: gap tecnologico tra Italia e Stati Uniti; gap culturale.
Gap generazionale: differenza di mentalità e abitudini tra persone di generazioni diverse.
2. (fisica) Intervallo tra due bande energetiche accessibili agli elettroni di un solido.
3. (informatica) Nelle unità di memoria a nastro, spazio di nastro magnetico lasciato libero tra due blocchi successivi.

Una (parola) giapponese da Perilli

La chattata, ovvero la Parolata e internet

La parola del giorno: #Ciaone

Marco Marcon ci parla della parola del giorno su internet, esulando quindi dal taglio tecnico che ha avuto la chattata fino a oggi. Ciaone ha avuto risonanza nazionale a seguito della "simpatica" presa in giro che un carneade del PD ha fatto verso chi era andato a votare il referendum contro le trivellazioni in mare. Il tweet era:

"Prima dicevano quorum. Poi il 40. Poi il 35. Adesso, per loro, l’importante è partecipare #ciaone". Ma ora lasciamo la parola a Marco.

— Pare fosse già usato dai ragazzi romani prima del 2014 ma la sua diffusione a partire da quell’anno si deve a due eventi: il film "Confusi e felici" di Massimiliano Bruno e la trasmissione televisiva "Amici" del 2015 dove è stato molto usato dalla direttrice artistica Emma Marrone.
Ha diversi significati, a seconda del contesto e dell’intonazione, tra cui:
– saluto enfatizzato: "Io tra due giorni vado in Costa Azzurra… e ciaone a tutti";
– apprezzamento esagerato "È troppo più brava… cioè, Ciaone";
– o infine, sfottò con il significato di "Torna a casa che non ti vedo nemmeno".
Esiste anche la variante "Ciaone proprio", rafforzativa. Pare sia particolarmente usato sui social network (Twitter, Facebook, Instagram) preceduto dal simbolo hash (cancelletto): #ciaone, #ciaoneproprio.
Quando lo si usa di persona va accompagnato dal gesto di saluto (aprire e chiudere la mano più volte), fatto con entrambe le mani. —

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: