Abbuffata, Sermon joyeux; Perle

marzo 30, 2016

Abbuffàta
Derivato di abbuffarsi.
Anche abboffàta.
Sostantivo femminile.
(popolare) Mangiata abbondante fino all’eccesso, specialmente fatta in compagnia: farsi un’abbuffata di pastasciutta; la grande abbuffata di Pasqua.
(figurato) Diffuso e disordinato accaparramento di beni e di vantaggi, scialo: dopo l’abbufffata degli anni ’80 il capitalismo italianosi è dato alla fuga,

Abbuffàrsi
Voce romanesca, probabilmente derivato di buffare nei significati di ‘sbuffare, soffiare’, oppure da buffa ‘rospo’.
Anche abboffàrsi.
Verbo riflessivo (io mi abbuffo o mi abbòffo ecc.).
(centro-meridionale) Riempirsi di cibo, mangiare con avidità ingorda fino a non poterne più: abbuffarsi di pizza.

Una (parola) giapponese a Roma

Sermon joyeux [ser’mon dZa’jo]
Voce francese, propriamente ‘discorso gioioso’.
Locuzione sostantivale maschile invariabile.
(letteratura) Nel secolo XVI, monologo parodistico e buffonesco recitato dai giullari francesi.

Perle di notizie

"Abbuffate di alcol sempre più diffuse: è allarme soprattutto tra le ragazze"
Da un titolo su lastampa.it.

Marco Marcon ci fa notare che tutti i dizionari associano l’abbuffata al mangiare smodatamente, e non al bere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: