Sferza, E-government; Lettori: Billetta; Conchiglie

febbraio 2, 2016

Sfèrza
Derivato di sferzare.
Sostantivo femminile.
1. Frusta, scudiscio: colpire, percuotere con la sferza; far correre (il cavallo o una persona) a colpi di sferza.
Usare la sferza: ricorrere a motodi duri e drastici nel reprimere o nello stimolare.
2. (figurato, letterario) Il fatto di colpire in modo violento o energico: la sferza del caldo; la sferza delle ondate sui fianchi della barca; la sferza della critica (specialmente con funzione di freno o di stimolo).

Sferzàre
Forse derivato di ferza, di origine araba, oppure dal longobardo fillezzan, con s. durativo.
Verbo transitivo (io sfèrzo ecc.).
1. Colpire con la sferza, frustare: sferzare a sangue.
(estensione) Percuotere violentemente: pari a marina Onda che mugge e sferza il lido (Monti).
2. (figurato, letterario) Incitare, spronare: Ma ’l vostro sangue piove Più largamente, ch’altr’ira vi sferza (Petrarca).
Tormentare, perseguitare: Meglio andare sferzati dal bisogno Ma vivere la vita (Gozzano).
Riprendere aspramente, biasimare, censurare: sferzare i costumi corrotti.

Una (parola) giapponese a Roma

E-government [i’government]
Voce inglese, composto di e(lectronic) ‘elettronico’ e government ‘amministrazione, governo’.
Sostantivo maschile invariabile.
L’utilizzo e l’applicazione di moderne tecnologie informatiche nel processo diammodernamento di uno stato, specialmente per quanto riguarda la sua amministrazione e le interazioni con i cittadini.

I lettori ci scrivono

Ci scrive Alex Merseburger.

— La parola "bramma" mi ha fatto ricordare la "billetta", un altro prodotto intermedio nella lavorazione dell’acciaio.

Billétta
Dal francese billette ‘bastone, sbarra’, derivato di bille ‘pezzo di legno’.
Sostantivo femminile.
(metallurgia) Semilavorato di acciaio a sezione quadrata largo da 5 a 20 cm e lungo da 4 a 10 m da cui per successiva laminazione si ricavano lamiere e profilati. —

Per un pugno di conchiglie

Cinquantaduesimo libro, secondo indizio

Si isolarono, abbiamo detto, ma poiché il narratore apparteneva alla medesima minoranza della famiglia, questo aveva significato per lui la possibilità di avere contatti più stretti con queste persone e a frequentare il ragazzo e, specialmente, la ragazza. Un po’ mal comune mezzo gaudio, e un po’ non tutto il male vien per nuocere.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: