Equanime, Parashah; Battuta; Conchiglie

gennaio 19, 2016

Equànime
Dal latino tardo aequanimis, più comune aequanimus, composto di aequus ‘uguale, imparziale’ e animus ‘animo’.
Aggettivo.
Alieno da passioni e pregiudizi, che è di animo disinteressato, sereno e imparziale in ogni caso e verso chiunque: giudice equanime.
Che dimostra equanimità: un giudizio equanime.

Una (parola) giapponese a Roma

Parashah [para’Sa]
Voce ebraica, propriamente ‘sezione’.
Sostantivo femminile invariabile.
(religione) Nell’ebraismo, ognuna delle sezioni del testo della Torah che vengono lette una alla settimana nelle sinagoghe.

Battuta obbligatoria

Quando si racconta a qualcuno un segreto, o qualcosa che si ritiene non debba essere divulgato, si può sfruttare l’occasione per rendersi simpatici dicendo, alla fine, Ora dovrò ucciderti perché sai troppo.

Per un pugno di conchiglie

Cinquantesimo libro, secondo indizio

Malato. Capita. Brutta storia. Allora si deve andare dal dottore. Non prima, però, di avere sbrigato qualche faccenda e avere fatto colazione. Colazione, chiamiamola così.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: