Locazione, Walser; Lettori; Conchiglie

novembre 19, 2015

Locazióne
Dal latino locatio -onis, derivato di locare ‘affittare’.
Sostantivo femminile.
1. Contratto bilaterale col quale una parte (locatore) si obbliga nei confronti di un’altra (conduttore o locatario) a far godere una cosa mobile o immobile per un dato tempo e dietro corrispettivo determinato.
(generico) Il dare o prendere in godimento un bene mediante contratto di locazione: locazione di uno stabile, di un appartamento.
2. Locazione di opera: (diritto) contratto per cui una delle parti si obbliga a fare un lavoro per l’altra in cambio di una pagamento pattuito.

Una (parola) giapponese a Roma

Walser [‘valser]
Voce tedesca, derivato di Walliser ‘ vallese’.
Aggettivo invariabile, sostantivo maschile e femminile invariabile.
1. Nome dei componenti di una popolazione di lingua tedesca inizialmente stanziata nel Vallese svizzero e stabilitasi nella prima metà del secolo XIII in Val d’Aosta alla testata delle valli intorno al massiccio del Monte Rosa, con centri principali in Gressoney, Alagna, Macugnaga ecc.
(aggettivo) Che appartiene ai walser.
2. Abitazione con struttura in legno e tetto in ardesia, caratteristica di tale popolazione.

I lettori ci scrivono

Nel 2011, nella definizione della parola "sillaba", scrivemmo "Non cambiare una sillaba: (figurato) non cambiare una parola di ciò che è stato detto o scritto da altri". Al tempo ci scrisse Andrea Laganà, che pubblichiamo ora con un ritardo minimo.

— Se, come scrivi, ‘non cambiare una sillaba’ significa ‘non cambiare una parola’, allora ne deduco che non cambiare una parola significhi non cambiare una frase, e che non cambiare una frase significhi non cambiare un periodo, e il periodo un paragrafo, e un paragrafo un testo. Giusto?
Ma allora mi domando: se non cambiare una virgola significa non cambiare una lettera (un’acca per alcuni) e non cambiare una lettera significa non cambiare una sillaba, allora una virgola vale quanto un intero testo? Però la punteggiatura quanto è importante! —

Per un pugno di conchiglie

Quarantacinquesimo libro, quarto indizio

Risulta che la donna non è come l’uomo, anzi, è uno dei suoi nemici! Riesce a fuggire, la donna, ma avverte l’uomo che non potrà più solo cercare di sopravvivere nel posto dove ha vissuto tanto tempo, ma dovrà fuggire, cercare di andare il più lontano possibile. Perché?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: