R- Arpagone, Rais; Uomini: Cenerentola; Rovinata

maggio 4, 2015

Arpagóne
Dal protagonista Harpagon della commedia L’avaro di Moliere (1668), e questo dal plautino Harpago, dal graco harpage, ‘uncino’ e quindi ‘arraffatore’.
Sostantivo maschile.
Persona avarissima, dominata da una smisurata cupidigia.

Una (parola) giapponese a Roma

Rais [‘rais]
Dall’arabo e turco rais ‘capo’.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Nei paesi arabi, capo, condottiero.
2. Nella tonnara siciliana, il capopesca.
(estensione) Capomafia.

Uomini e parole

Cenerèntola
Dal latino ciner(ul)entus, derivato di cinis -eris ‘cenere’, con suffisso diminuitivo in -ola, nome, donde l’uso per antonomasia, della fanciulla protagonista di una celebre fiaba popolare.
Sostantivo femminile.
1. Umile donna addetta alla casa e al focolare, anche usato scherzosamente al maschile.
(estensione) Persona o cosa tenute in scarsissima considerazione
2. Tipo di scarpe da donna molto scollate, flessibili, senza tacco e leggerissime.

Arpagone e cenerentola sono dette da Libero Zucchelli.

Nomi di paesi, la rovina

ATALANTA
Noiosa cittadina statunitense popolata da bergamaschi.

Di Romano Stasi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: