MINUSIERE, MINUZIA, EGIRA; Propone

novembre 12, 2013

Parole a confronto

Minusière
Dal francese minusier, propriamente ‘che fabbrica piccoli oggetti in legno’, da menuise ‘piccolo pezzo’, con la stessa etimologia di minuzia.
Sostantivo maschile.
(dialettale, settentrionale) Falegname.

Minùzia
Voce dotta, dal latino minutĭa(m), da minutus ‘minuto’, participio passato di minuĕre ‘diminuire’.
Sostantivo femminile.
1. (antico) Parte molto piccola, minuta, piccolezza: le minuzie d’i corpi, lunghe e corte (Dante).
2. (specialmente al plurale) Cosa di poco conto; particolare minimo e trascurabile: badare alle minuzie.
3. Cura, attenzione, minuziosità: una minuzia eccessiva, pedantesca.

Una (parola) giapponese a Roma

Egira [e’dZira]
Voce spagnola anticahégira, dall’arabo hijra ‘migrazione’.
Sostantivo femminile invariabile.
(storia) Fuga di maometto dalla Mecca a Medina, che segna l’inizio dell’era musulmana.

La Parolata propone

Ci scrivono i lettori circa la proposta della Parolata di eliminare il doppio significato (ospitare ed essere ospitato) della parola ospite. Prima Massimo Cacciari.

— Temo che la soluzione non possa essere così semplice.
Già tu hai citato l’ospitalità; e questa è cosa che si offre, non si riceve.
Poi. È alquanto ridicolo il ruolo dell’organismo anfitrione, ma come la mettiamo con il verbo ospitare?
Lasciamo perdere un "sostituiamolo con anfitrioneggiare" che sarebbe buono solo come battuta ironica. Ragionando più seriamente, non mi pare che si possa ricorrere ad una circonlocuzione involuta del tipo "porsi come anfitrione" o "offrirsi come anfitrione".
Inoltre l’ospite, quello che offre ospitalità, ti fornisce un soggiorno completo nella sua casa, anche di più giorni comprese le notti, mentre l’amphitruo è, come specifica il dizionario Treccani: Il padrone di casa, generoso e ospitale, nei riguardi degli invitati a un pranzo, a un banchetto in casa sua.
Forse un aiuto più concreto lo si potrebbe trovare presso l’Accademia della Crusca, oppure nel grande Dizionario Etimologico del Battaglia. —

Poi Maurizio Codogno, che per organismo ospite, inteso come organismo anfitrione, propone:

— Oh, lo possiamo anche fare diventare "organismo ospitante"… —

Recependo le difficoltà segnalate da Massimo la proposta della Parolata potrebbe diventare:
ospite è colui che ospita,
ospitato è colui che riceve ospitalità.
Ma l’argomento verrà ancora analizzato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: