DRAPPO, DRAPPEGGIO, PEPLO; Perle

ottobre 24, 2013

Dràppo
Dal latino tardo drăppu(m), probabilmente di origine celtica.
Sostantivo maschile.
1. Tessuto di lana o di seta, di notevole pregio e finezza, usato soprattutto per tende e tappezzerie, ma anche per abiti e paramenti.
(estensione, letterario) tessuto in genere.
2. (letterario) Abito, veste fastosa: dinanzi l’aprìa / fendendo i drappi (Dante).
(antico) Abito in genere.
3. (antico) Palio colorato di seta dato in premio ai vincitori nelle gare, specialmente di corsa: e parve di coloro / che corrono a Verona il drappo verde (Dante).
4. (antico) Tovaglia d’altare.

Drappeggiàre
Derivato di drappo.
Verbo transitivo (io drappéggio ecc.).
1. Disporre un drappo, una veste o simili in modo che cada con pieghe armoniose ed eleganti: drappeggiare una tenda, un abito.
2. Avvolgere in drappeggi, ornare con drappeggi: drappeggiare una figura, un altare.
3. (figurato, letterario) Nascondere sotto apparenze pompose ciò che in realtà è misero, caricare di artifici retorici: drappeggiò il suo discorso di molte metafore.

Verbo riflessivo.
1. Avvolgersi con drappeggi: drappeggiarsi in abiti lussuosi.
2. (figurato, letterario) Assumere un atteggiamento imponente, fiero, statuario.

Drappéggio
Da drappeggiare.
Sostantivo maschile.
1. Tessuto disposto in ampie pieghe che ricadono con armoniosa eleganza.
La rappresentazione pittorica o scultorea del drappeggio, che nella pratica artistica è oggetto di studio specifico: Bernini eccelse nel drappeggio.
2. Insieme di pieghe ampie e morbide poste a ornamento di abiti, tende ecc.: motivo di drappeggio.

Una (parola) giapponese a Roma

Pèplo
Dal latino pĕplu(m), che è dal greco péplos.
Sostantivo maschile (plurale pepli).
veste di lana bianca che portavano le donne nell’antica Grecia, consistente in un lungo e largo rettangolo di stoffa ripiegato più volte, passato sotto il braccio destro e ricadente con un drappeggio fino ai piedi, fermato da una fibbia metallica sulla spalla sinistra e in vita da una cintura.

Perle linguistiche

"È stato come sparare sul bagnato."
Di Marco Marcon, innovatore di modi di dire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: