ASTIO, DISEUR; Monouso: VOLEVASI; Spqr

ottobre 23, 2013

Àstio
Dal gotico haifsts ‘lotta’.
Sostantivo maschile.
Rancore, malanimo, specialmente causato da invidia o dispetto: portare astio a qualcuno, avere, nutrire, provare astio verso, contro qualcuno.

Una (parola) giapponese a Roma

Diseur [di’s9r]
Voce francese, derivato di dire ‘dire’.
Sostantivo maschile invariabile.
(ironico) Chi parla con una dizione eccessivamente compiaciuta e affettata, fine dicitore.

Parole monouso

Volevasi
È una forma verbale ricercata ottenuta dall’imperfetto indicativo "voleva" saldato al pronome "si" passivante. Viene usata, in pratica, unicamente nella polirematica "come volevasi dimostrare" il che la rende monouso.

S.P.Q.R.

Quod erat demonstrandum
Locuzione latina, significa letteralmente "come dovevasi dimostrare", ma viene comunemente tradotta in italiano con "come volevasi dimostrare". Era in antichità ed è tuttora utilizzata a livello mondiale in matematica per terminare la dimostrazione di un teorema. Spesso viene abbreviata con Q.E.D. o QED, la versione italiana con C.v.D. o CVD.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: