Monouso: BRIGA, DEAD FREIGHT; Lettori; Abita e Paesi

ottobre 15, 2013

Parole monouso

Brìga
Etimologia discussa, fose dal gallico briga ‘forza’ poi ‘prepotenza’.
Anche, raro, brìca.
Sostantivo maschile (plurale brighe).
1. Molestia, faccenda complicata che dà preoccupazione, problema difficile, pensieri, fastidio: cacciarsi, trovarsi in una briga.
Darsi, prendersi la briga di qualcosa: occuparsene, preoccuparsene.
A gran briga: (disusato) a mala pena.
2. Lite, contrasto: è sempre pronto a cercare briga; è uno che attacca briga con tutti, venire a briga.
3. Maneggio, imbroglio.
4. (antico) Contesa, battaglia, guerra: e vinse in campo la sua civil briga (Dante).

In realtà briga è una parola biuso, si usa nelle frasi prendersi la briga e attaccar briga.

Una (parola) giapponese a Roma

Dead freight [de@d ‘freit]
Voce inglese, propriamente ‘carico morto’.
Sostantivo maschile invariabile.
(diritto) Nei contratti per il noleggio di imbarcazioni mercantili, nolo che il noleggiatore garantisce di pagare per la parte di carico che eventualmente non potesse venire caricata.

I lettori ci scrivono

Vizi Coloniali risponde a Cristina.

— Sull’asilante, sono d’accordo con Cristina.
Meno sulla necessità della distinzione tra chi chiede asilo e gli immigranti.
L’art. 10, c. 3 Cost. riconosce il diritto d’asilo: "Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge" (e continuo a stupirmi che anche i sostenitori del diritto d’asilo dimentichino di citare la disposizione costituzionale).
Allo straniero che non si trova nella condizione di cui sopra, la Costituzione non garantisce alcun diritto di entrare nel territorio dello Stato. Questo ovviamente non significa che un diritto non possa essere riconosciuto dalla legge. Ciò non toglie che, da un punto di vista giuridico, un diritto sancito in Costituzione è ben diverso da un diritto previsto da una legge. Ma queste mie righe non sono cose da inserire sulla Parolata ché con la lingua non hanno nulla a che fare. —

Avrebbe anche ragione Vizi, non ha legami con la lingua, ma a noi non interessa e lo pubblichiamo suo malgrado.

Abita come mangi e Paesi da persone

Gli abitanti di Ercolano, città in provincia di Napoli, si chiamano ercolanesi oppure resinesi, il secondo nome perché la città costruita sullo strato di tufo creatosi dopo la distruzione dell’antica Ercolano per causa dell’eruzione vulcanica del 79 era chiamata Resìna. Nel 1969 la città ha ripreso il nome antico. Ercolano era a sua volta chiamata così perché leggendariamente fondata da Ercole.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: