R- ABLATIVO, ABLAZIONE, A FORTIORI; Accento; Perle

giugno 28, 2013

Ablatìvo
Dal latino ablativu(m) (casum), derivato di ablatus, participio passato di auferre ‘levare, portare via’.
Aggettivo.
Che provoca ablazione: l’azione ablativa di un ghiacciaio.
Materiale ablativo: che proviene da ablazione.
Materiali ablativi: destinati a subire ablazione, nel secondo significato.

Sostantivo maschile a aggettivo.
(linguistica) Si dice del sesto caso della declinazione latina, che indica il luogo in cui o da cui avviene l’azione, lo strumento o il modo dell’azione, la causa ecc.; la denominazione è stata estesa anche ai casi di altre lingue indoeuropee: ablativo di causa, di origine, di tempo, di luogo, di agente, di causa efficiente.
Ablativo assoluto: costrutto del latino con valore analogo a quello di alcune proposizioni subordinate (causali-temporali, ipotetiche, concessive), non ha legami sintattici diretti con la reggente.
Ridursi, essere all’ablativo: (figurato, disusato) Allo stremo delle forze.

Ablazióne
Dal latino tardo ablatione(m), derivato di ablatus, participio passato di auferre ‘portare via’.
Sostantivo femminile.
1. (geologia) Complesso dei fenomeni che avvengono nella lingua di un ghiacciaio.
Asportazione di materiale dal suolo terrestre a opera del vento, delle acque o di un altro agente esterno.
Riduzione della massa di volume di un ghiacciaio per fusione o per sublimazione.
2. Asportazione, per fusione o per sublimazione, del rivestimento superficiale per proteggerre dal calore, usata specialmente sui veicoli spaziali, prevista per dissipare il calore prodotto dall’attrito con l’atmosfera terrestre.
3. (medicina) Asportazione chirurgica: ablazione di un rene.
Ablazione del tartaro: la sua rimozione dai denti.
4. (diritto) Procedimento che comporta trasferimenti coattivi di beni.

Una (parola) giapponese a Roma

A fortiòri
Locuzione latina, composta di a ‘da’ e fortiori, ablativo del comparativo di fortis ‘forte’; propriamente ‘a più forte (ragione)’.
Locuzione aggettivale.
(filosofia) In logica, si dice di argomento che prova la validità di una tesi dal fatto che questa presenta ragioni più numerose o più valide di un’altra già provata come vera.

Locuzione avverbiale.
Tanto più, a maggior ragione.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice scandinàvo, e non scandìnavo (più diffuso ma meno corretto).

Perle dai porci

"Perché se abbiamo bisogno di un problema loro ci devono aiutare!"
Sentita in ufficio.

Gentilmente proposta da Marco Marcon.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: