R- MACRO, TABU; Accento; Perle

giugno 21, 2013

Macrò
Dal francese maquereau, di origine neerlandese, da makein ‘trafficare’, a sua volta da maken ‘fare’, di origine germanica.
Sostantivo maschile.
(gergale) Sfruttatore, protettore di prostitute.

Una (parola) giapponese a Roma

Tabù
Dalla voce polinesiana tapu ‘sacro, santo, proibito’, attraverso il francese tabou.
Anche, in etnologia, tàbu.
Sostantivo maschile invariabile.
1. Presso i polinesiani e altri popoli di religione animistica, interdizione di carattere magico-religioso verso tutto ciò che è considerato sacro; per estensione, la cosa, la persona, la situazione che ne sono oggetto.
2. (estensione) Ogni cosa su cui, per paura o per pudore, si preferisce tacere: tabù sessuale; per molti la morte è un tabù; tabù linguistico, parola o espressione che viene evitata per ragioni morali, religiose, di convenienza sociale.
(familiare) Ciò che è oggetto di un divieto immotivato.
(scherzoso) Persona o cosa intoccabile, irraggiungibile: viaggiare in aereo per me è un tabù.

Aggettivo invariabile.
Che costituisce, rappresenta un tabù: oggetto, parola, persona tabù.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice regìme, o raramente règime.

Perle dai porci

"Noi due sommati non siamo una addizione ma una moltiplicazione."

Alba Parietti su Canale 5.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: