Archive for 8 ottobre 2009

FILISTEO, FLAMME; Marchi; Nomi di dire; Raffaele

ottobre 8, 2009

Filistèo
Dall’ebraico Pelishtim, attraverso il latino ecclesiastico Philistaeu(m); l’uso figurato col significato di conformista è nato in Germania nel secolo XVI come epiteto degli studenti, che si paragonavano al popolo eletto, verso i borghesi e gli altri cittadini, che paragonavano ai Filistei.
Aggettivo e sostantivo maschile [femminile filistea].
1. Di una antica popolazione non semita insediatasi sulle coste meridionali della Palestina nel secolo X a.C.
2. (figurato) Gretto, retrivo, meschino: mentalità filistea; il padre filisteo brutale (Morante). Sinonimo: conformista.

Una (parola) giapponese a Roma

Flammé [pronuncia flam’me]
Voce francese, derivato di flamme ‘fiamma’.
Sostantivo maschile invariabile e aggettivo invariabile.
(tessile) Filato sottoposto a una tintura in matasse con colori diversi, da cui si ottiene un tessuto a strisce sfumate di varie tinte.

Marchi, non parole

Mèraklon
Marchio registrato.
Sostantivo maschile.
Fibra tessile artificiale a base di polipropilene

Nomi di dire

Muoia Sansone con tutti i filistei.
Si tratta di una citazione biblica, dal libro dei Giudici, di quando Sansone era prigioniero dei filistei e fece crollare il tempio per uccidere un gran numero dei suoi persecutori, rimanendo anche lui travolto. Significa fare un gesto che si sa che sarà dannoso per sè ma che danneggerà il proprio opponente.

Chiamatemi Raffaele

Quarto indizio
Insomma, è un uomo, nonostante ciò che si dica di lui, che ha delle caratteristiche sublimi e altre che lo rendono un reietto, sempre in fuga e sempre in guerra con il mondo. È spietato e crudele, ed è tenero e dolce. E lavora, lavora completamente assorbito dal capolavoro che sta creando. E vive nascosto, nel buio, nelle cantine. E combatte per riuscire a sopravvivere.

Annunci